Crea sito

Coriano (RN): Al via la Stagione teatrale 2015/16 del Teatro CorTe

COR.TE CORIANO TEATRO
IL CONTEMPORANEO È POP
 
La Stagione 2015/2016 consolida la proficua collaborazione tra il Comune di Coriano
e la Compagnia Fratelli di Taglia per la valorizzazione del moderno contenitore culturale.
Al costante riconoscimento del MIBACT e della Regione Emilia-Romagna si aggiunge da
quest’anno anche un interessante percorso di collaborazione con ATER.
 
Dal 14 novembre 2015 al 14 maggio 2016 un cartellone popolare e contemporaneo,
annunciato dalla nuova immagine firmata dall’artista riminese MASSIMO MODULA, aperto ai
principali linguaggi artistici e dal forte legame con il territorio. Sul palcoscenico l’arte
affronta l’attualità scegliendo il sorriso come chiave di lettura per esplorarne le profondità.
 
Nella Stagione di Prosa e Comico d’autore il ciclismo eroico di IVANO MARESCOTTI,
la stand up comedy vietata ai minori di SAVERIO RAIMONDO, i segnali di vita di LEONARDO MANERA dal Paese dei furbetti, le donne di PAOLA MINACCIONI
perse e ritrovate nella commedia in giallo scritta con il drammaturgo Michele Santeramo,
la rasserenante poesia officinale di GUIDO CATALANO, quella sulfurea e controversa di Dino Campana nelle memorie affidate a VINICIO MARCHIONI, i bambini che non smetteremo
mai di essere nell’energia contagiosa del Premio UBU ARIANNA SCOMMEGNA.
 
Per il 7° compleanno di CorTe la Prima Nazionale del nuovo spettacolo dei FRATELLI DI
TAGLIA ispirato alla tartaruga pièveloce di Michael Ende. Torna Capodanno che passione! Le Follie del Varietà nei fasti del Cafè Chantant: teatro, musica, ballo e il cenone a Km Zero.
 
Tanta musica dal vivo con il concerto di Natale di CEDRIC SHANNON RIVES & BROTHERS
IN GOSPEL in esclusiva romagnola, l’evento San Valentino Jazz Club con wine, food e le
romantiche Love Songs internazionali del quartetto I MUSICANTI DI CROMA, l’atteso ritorno
del trombettista FABRIZIO BOSSO ospite di ALESSANDRO FARISELLI 4ET. Tributi rock
con i bergamaschi VIPERS – QUEEN TRIBUTE e i padovani DIRE STRAITS OVER GOLD.
 
Esclusivo appuntamento con le stelle del flamenco: per la prima volta in Italia FRANCISCO
EL NANO MESA, MONICA HIDALGO, MIGUEL EL PICUO E ROQUE ACEVEDO VAZQUEZ.
 
CorTe continua a dialogare con il territorio: il ritorno sui palchi de GLI ORSI e RADIOLONDRA, la danza contemporanea di SISMA TD e BARBARA MARTININI/GISELA
BOSCHI/VALERIA FIORINI/ ELEONORA GENNARI, il Teatro Donna sulla condizione
femminile, il nuovo trittico Diversamente Theatro (SAN PATRIGNANO, CENTRO 21,
IL PELLICANO), le SELEZIONI LOCOMIX 2016 e il teatro dialettale amatoriale.
 
Alla quarta edizione, la rassegna enogastronomica DEGUSTI.AMO A COR.TE
dedica due serate ai Mastri Birrai e quattro appuntamenti all’Arte dei Sensi a Km Zero.
 
Ragazzi e famiglie a teatro: Favole a CorTe domenica pomeriggio e mattinèe per le scuole.
 
Prezzi calmierati: ingressi agli spettacoli non superiori a 15 euro (Platea)
e 12 euro (Galleria) e riduzione speciale di 2 euro per under 25, over 65 e youngERcard.
Vantaggiosi Abbonamenti Platea: 8 spettacoli a 92 Euro, 4 spettacoli a scelta a 50 euro.
Prevendita on line, prenotazioni telefoniche e vendita al botteghino.
Scarica/Leggi il PDF con il programma completo della stagione (pdf – 55 kb)

Il Teatro CorTe di Coriano (RN) apre il sipario su una nuova Stagione Teatrale che consolida la proficua collaborazione tra il Comune di Coriano e la Compagnia Fratelli di Taglia per la valorizzazione del prezioso palcoscenico dell’entroterra. Conclusi i festeggiamenti estivi per il trentennale di fondazione con appuntamenti a Coriano (1044 presenze nelle 9 serate di Arancionè la notte) e Rimini (1458 spettatori per i 5 spettacoli monografici a Castel Sismondo) i Fratelli di Taglia lanciano la programmazione invernale, maturata in accordo con l’Assessorato alla Cultura di Coriano e su misura per il moderno e tecnologico contenitore culturale. La nuova Stagione, come di consueto riconosciuta da MIBACT e Regione Emilia-Romagna, apre anche un percorso di collaborazione con ATER Associazione Teatrale Emilia Romagna – Circuito Regionale Multidisciplinare.

CorTe sempre più teatro di tutti e per tutti grazie a un cartellone genuinamente popolare e contemporaneo, aperto a tutti i principali linguaggi artistici e dal forte legame con il territorio. Filo conduttore ribadito anche dalla nuova immagine firmata dal creativo riminese Massimo Modula che interpreta con il suo caratteristico stile, come in una grafic novel, il rapporto tra pubblico e artista.

La Stagione 2015/2016 di CorTe propone nell’arco di sei mesi, dal 14 novembre 2015 al 14 maggio 2016, un totale di 44 appuntamenti (compresi gli 8 spettacoli di teatro per le scuole e le famiglie in collaborazione con Arcipelago Ragazzi) in cui l’arte affronta l’attualità usando spesso il sorriso come chiave di lettura delle problematiche e dei paradossi della contemporaneità. Sul palco prosa e poesia, comicità d’autore e cabaret emergente, danza tradizionale e contemporanea, musica rock, jazz e gospel, la condizione femminile e il teatro della diversità, varietà, teatro in vernacolo e degustazioni.

La Stagione 2015/2016 del Teatro CorTe è promossa e finanziata dal Comune di Coriano, riconosciuta da MIBACT e Regione Emilia – Romagna, con il contributo di ATER Associazione Teatrale Emilia Romagna – Circuito Regionale Multidisciplinare e il sostegno di Banca Malatestiana, Marcar, Alterecho, Fungar e Mister G. Media partner è Radio Sabbia.

 

PROSA E COMICO D’AUTORE

La Stagione di CorTe apre con un gradito ritorno. Sabato 21 novembre (ore 21,15) il beniamino del pubblico romagnolo Ivano Marescotti, accompagnato dal pianista Daniele Furlati, porta in scena Bestiale… quel Giro d’Italia! Serata di ciclismo eroico nel racconto divertente e drammatico, dalla penna di Maurizio Garuti, del Giro d’Italia 1914, il più massacrante della storia, con tappe di oltre 400 chilometri su strade sterrate e in condizioni meteo da girone dantesco. Marescotti veste i panni di Alfonso Calzolari da Vergato, unico pedalatore bolognese ad aver portato la maglia rosa fin sotto le Due Torri. Nonostante le condizioni proibitive e un percorso mai così duro, Calzolari riuscì a sbaragliare il gotha del ciclismo internazionale dell’epoca. Corridori sottoposti a fatiche inenarrabili, specchio di un’Italia contadina e bracciantile che in quella corsa trovò gli interpreti della propria condizione di vita. Alla vigilia, non casuale, di un cataclisma come la Prima Guerra Mondiale. Una storia epica e comica che dai primi del ‘900 si allunga fino ai giorni nostri… (in collaborazione con ATER)

 

Sabato 12 dicembre (ore 21,15) torna a CorTe la stand-up comedy italiana, satira diretta e senza peli sulla lingua, con Saverio Raimondo Live. Il comedian romano, dal DopoFestival 2015 alle Comedy Central News nonchè direttore del colonnino di destra di Repubblica.it a Web Notte con Assante e Castaldo, presenta il nuovo monologo comico-satirico all’americana. Un cocktail feroce di humour surreale, provocazioni, paradossi, oscenità e irriverenza. Saverio Raimondo è un satiro dei tempi moderni. Ha un sesto senso: quello dell’umorismo. Ridicolizza qualunque cosa, a cominciare da se stesso: la sua vita privata, le sue ansie, il suo corpo. Fa ironia su tutto: i soldi, il cibo, il sesso. Vede il lato buffo di qualunque cosa: della democrazia, della privacy, delle nuove tecnologie. Del resto se la società ci prende in giro, noi non possiamo prenderla sul serio. Parole in libertà su qualsiasi totem o tabù nel disperato (ed esilarante) tentativo di farsi censurare. Da chiunque. Risate da bollino rosso, per linguaggio e temi trattati, consigliato a un pubblico adulto dotato di grande sense of humour.

 

Sabato 30 gennaio (ore 21,15) teatro comico con i Segnali di vita di Leonardo Manera. Il popolare comico milanese, tra i senatori di Zelig, porta in teatro il nuovo spettacolo, in cui con instancabile fantasia si addentra nell’attualità indagandone le situazioni più paradossali con sottile umorismo. Perché ci vuole forza, ci vuole coraggio, e anche un sorriso, per andare avanti ogni giorno in questo nostro Paese pieno di contraddizioni, pieno di furbi ma anche di persone che ce la mettono tutta. Con la sua morbida e pungente ironia Manera, fuori dai cliché televisivi, racconta alcuni di questi italiani. Trasformandosi in pochi secondi in un cinico medico di Pronto Soccorso oppure in un tassista reazionario che ha fondato un movimento di cittadini perbene. Carrellata che si conclude con un segnale di speranza. Perché nonostante tutto, nonostante la crisi, ci sono un po’ ovunque segnali di vita che ci fanno sperare in un futuro migliore. Cominciando con un sorriso.

 

Sabato 13 febbraio (ore 21,15) una serata di riso rosa in compagnia di Paola Minaccioni che presenta il suo primo spettacolo teatrale da protagonista: Voi siete qui, scritto con il drammaturgo Michele Santeramo (Premio Hystrio, Premio Riccione). Per l’attrice romana – Nastro d’Argento per Allacciate le cinture e Globo d’Oro per Magnifica Presenza, ospite fissa de Il ruggito del Coniglio e tante stagioni con Serena Dandini e la Gialappa’s – una commedia in giallo ambientata nel minuscolo appartamento dei centenari Mario e Wanda, in cui convivono alcuni dei suoi personaggi più riusciti. In casa c’è addirittura un centro dimagrante! E ci sono le realtà di molte famiglie italiane: la badante rumena, una donna che ama troppo, bizzarri visitatori occasionali. Improvvisamente Mario sparisce e la tv invade la scena! Tra la giornalista d’assalto, l’immancabile sociologa, la ragazza webcam e gli altri inquilini l’unica a non parlarsi addosso e a cercare Mario per le strade della città (e oltre) è la povera Wanda, tra disavventure e strani incontri. Paola Minaccioni, diretta da Veronica Cruciani, dà corpo e voce a questi singolari personaggi, nel tentativo di scattarne un’istantanea che non rinuncia a essere specchio di una quotidianità nella quale proviamo tutti a districarci, per scoprire almeno dove siamo finiti. Chissà che un giorno non si possa ritrovarsi e riuscire a dire: “Ecco, io sono qui!”

 

Sabato 5 marzo (ore 21,15) largo al poeta pop Guido Catalano, fenomeno letterario che divide gli accademici e conquista il grande pubblico con versi molto liberi e un registro comico attraverso cui seziona con semplicità e immediatezza le piccole grandi cose della vita in raccolte surreali: Piuttosto che morire m’ammazzo, Ti amo ma posso spiegarti, La donna che si baciava con i lupi, Motosega, Sono un poeta, cara, e I cani hanno sempre ragione… Rockstar mancata, primo e unico titolare di un Phon Club, firma da blog del Fatto Quotidiano, da poco entrato nella squadra di Caterpillar (Radio 2) il torinese Catalano porta a CorTe le sue Poesie curative per anime giulive. Reading officinale assolutamente originale che attraversa il meglio e il peggio (edito e non) della sua produzione letteraria. Show ad alto tasso di erotismo, irriverenza e amore per sfatare una volta per tutte il mito del poeta dolente. Fra sorrisi, lacrime e stupore un concentrato di buonumore, da assumere in dosi tutt’altro che omeopatiche, che promette addirittura di migliorare la vostra esistenza!

 

Sabato 12 marzo (ore 21,15) ancora poesia al centro della scena con La più lunga ora – Memoria di Dino Campana. Poeta, pazzo, scritto e interpretato da Vinicio Marchioni accompagnato dalle musiche di Ruben Rigillo. Omaggio a uno dei più grandi e controversi poeti italiani nel testo che l’attore romano (Il Freddo di Romanzo Criminale) ha scritto ricreando il sofferto percorso interiore di sopravvivenza negli ultimi anni di vita, trascorsi nel manicomio fiorentino di Castelpulci. Come sopravvive un uomo, un poeta, a 14 anni di internamento? L’unico modo è raccontarsi la vita. Riviverla per non dimenticarla. La più lunga ora è il racconto della vita di Campana, narrata in prima persona dal poeta: la sua famiglia, il suo paese, il suo amore per Sibilla Aleramo, la scrittura dei discussi Canti Orfici (primo titolo Il più lungo giorno) perduti e riscritti a memoria. Narrazione appassionata, tra realtà storica e mitologia, dell’esistenza straordinaria e grottesca dell’irregolare di Marradi. Fino all’ultimo desiderio: “Mi piacerebbe ricordare l’odore dell’amore, della vita”. (in collaborazione con ATER)

 

Sabato 19 marzo (ore 21,15) si chiude in bellezza con l’astro nascente Arianna Scommegna, Premio UBU 2014 come miglior attrice e Premio Hystrio 2011 all’interpretazione. L’attrice milanese porta a CorTe Potevo essere io, drammaturgia originale che Renata Ciaravino ha tratto dall’omonimo romanzo autobiografico. Il racconto di una bambina e di un bambino che tra gli anni ’70 e gli ’80 diventano grandi partendo dallo stesso cortile alla periferia nord di Milano. Due partenze, stessi presupposti, ma finali diversi. In mezzo la vita: un allenatore di kick boxing, la stella emergente del pop croato, un regista di film porno, una cartomante, un animatore di matrimoni… Potevo essere io racconta tutto questo cercando la commedia che irrompe nella commozione. Un allestimento scarno, una frontalità assunta, senza mediazioni. Una sola concessione: i video, perché certe immagini evocano e insieme aiutano a non mentire. Spettacolo dedicato ai bambini che siamo stati e che non smetteremo mai di essere, a chi è sopravvissuto all’infanzia e della cui sacralità ha saputo ben poco. Monologo tragicomico di grande impatto emotivo, con una protagonista che, come un vero ciclone, rapisce il pubblico con la sua energia e non lo lascia mai solo. (in collaborazione con ATER)

 

BUON COMPLEANNO COR.TE: PRIMA NAZIONALE FRATELLI DI TAGLIA

Domenica 27 dicembre (ore 16,30) evento nell’evento per Buon Compleanno CorTe. Il palcoscenico corianese festeggia il suo settimo anniversario con un pomeriggio per tutta la famiglia in occasione della Prima Nazionale del nuovo spettacolo della Compagnia Fratelli di Taglia: ll viaggio di tartaruga Tranquilla Pièpesante, liberamente tratto da Tranquilla Piepesante di Michael Ende. Teatro d’attore con maschere, oggetti e canto dal vivo per raccontare le avventure di una placida e ostinata tartaruga che si mette in cammino per partecipare al matrimonio del Re della foresta, il leone. Una piccola favola contemporanea che si ispira alla tradizione classica e regala ai giovani spettatori di oggi una morale semplice e divertente: importante in un viaggio, come nella vita, non è arrivare prima, ma il viaggio stesso, con tutti gli incontri belli o paurosi che si possono fare… ognuno lascerà a Tranquilla un regalo che le sarà utile durante la sua avventura. Perché in un mondo sempre più veloce soffermarsi ad ascoltare, osservare, conoscere e giocare non è mai tempo perso!

 

CAPODANNO, CHE PASSIONE!

Giovedì 31 dicembre (ore 20,30) sull’onda degli apprezzamenti dello scorso anno si rinnova l’appuntamento con il Gran Galà di Capodanno. Una lunga notte di Follie del Varietà a CorTe al grido di Capodanno, che passione! Si torna ai fasti del Cafè Chantant, un po’ teatro e un po’ sala da ballo, tempio di ricercatezze gastronomiche, luogo di aggregazione e scambio culturale: musica e recitazione, canto e danza, momenti ludici e poesia. Ai tavoli le portate del cenone a Km Zero curato da La Cantinetta della CorTe. Sul palco comicità, nonsense, sorprese, stupidaggini, imbecillità, peccati, desideri, seduzione, doppi sensi, improbabili virtuosismi e reali eccellenze, ritmi e canzoni dal sapore antico e romantico, esilaranti gag e colpi al cuore in compagnia di Rosetta Degli Abruzzi/Patty Garofalo (soubrette chantosa), Gilda Bellugola/Daniela Bertozzi (cantante chantosa), Gervasio Asantostefano/Daniele Dainelli (presentatore macchiettista) e Alfio Pattavina/Giovanni Ferma (impresario cantante). Con il pubblico chiamato a partecipare attivamente, e rumorosamente, all’azione, cantando e iniziando discorsi improbabili e bizzarri con gli artisti, sempre accompagnati dalle musiche di Massimo Modula, Giacomo Depaoli e Fabrizio Flisi. E dopo il brindisi si aprono le danze…

Prenotazione obbligatoria sia per il Cenone con Spettacolo al tavolo in platea che per lo Spettacolo con Brindisi e Torta in Galleria.

 

CONCERTI

Jazz, pop, gospel e rock nella programmazione musicale del Teatro CorTe.

 

Sabato 14 novembre (ore 21,15) il palcoscenico corianese saluta il ritorno sulle scene de Gli Orsi con lo spettacolo musicale … tra suoni e sabbia. Una serata per presentare al pubblico le tante novità del gruppo new folk riminese: nuova formazione, nuova musica e un nuovo live-concept. Il trio Gli Orsi si rinnova con l’ingresso, accanto ai fondatori Stefano Bonato (organetto diatonico) e Stefano Pagliarani (chitarre, voce e arrangiamenti), di Davide Fabbri (tromba). In anteprima a Coriano le nuove composizioni del trio, musica popolare contaminata dal suono undeground metropolitano con aperture melodiche contemporanee, miscelati ai brani dei primi due album Via Emilia ed … e così. A dare forma all’immaginario dei nuovi pezzi il live painting di Massimo Modula, che creando in tempo reale contribuirà a rafforzare il fascino cinematografico dell’evocativo sound del trio, e performance di danza contemporanea.

 

Sabato 5 dicembre (ore 21,15) irrompono sul palco i bergamaschi Vipers, Queen Tribute Band tra le più accreditate pronta a rendere omaggio alla mitica formazione rock britannica con un vero e proprio spettacolo musicale che ripercorre la lunga carriera del gruppo di Freddie Mercury e Brian May, riproponendone le hit in tonalità originale e utilizzando anche alcuni richiami alle scenografie e ai costumi esibiti nei tour in giro per il mondo. Frontman dei Vipers è il cantante e pianista Beppe Maggioni, semifinalista a The Voice of Italy 2014, che condivide la passione per i Queen con Gio Bruno (chitarra e voce), Michele Carminati (basso) e Roby Previtali (batteria). Il concerto prende le mosse dalla mitica esibizione del 1986 al Wembley Stadium (Magic Tour) e comprende classici di ieri e di oggi come We will rock you, A kind of magic, Hammer to fall, Bohemian Rhapsody, The show must go on fino a brani da autentici Queen maniacs come Killer Queen, Save me e Don’t stop me now

 

Venerdì 11 dicembre (ore 21.15) un altro atteso comeback, quello dei RadioLondra per la data zero del minitour Certe Volte, Live che segna il ritorno della band riccionese sui palcoscenici dopo circa 3 anni di ricerca sulla sua produzione musicale, lo sviluppo di un nuovo sound e la stesura di nuove canzoni assieme al produttore Max Monti. Si riparte da Certe Volte Rework, il brano che portò i RadioLondra in finale a Musicultura 2010 (Certe Volte) vestito con nuove sonorità e sostenuto da un videoclip in rotazione a breve sui principali social network, parte di un EP di prossima uscita che conterrà anche alcuni inediti. Sul palco di CorTe di nuovo insieme Francesco Picciano (voce e chitarre), Carlo Rinaldini (chitarra elettrica e acustica), Pietro Beltrani (pianoforte, tastiere e cori) e Filippo Zoffoli (basso e cori) con la partecipazione di Jacopo Cenesi (batteria).

 

Sabato 19 dicembre (ore 21,15) appuntamento natalizio sotto il vischio con il gospel a stelle e strisce di Cedric Shannon Rives & Brothers in Gospel. A CorTe unica tappa romagnola del tour europeo del nuovo gruppo del talentuoso Cedric Shannon Rives – acclamato cantante, autore di hit gospel e applaudito attore di musical – che si è anche esibito in Vaticano. Sull’onda del successo americano approda in Romagna il progetto dedicato ai tradizionali canti spirituali natalizi per rivisitare la tradizione gospel con nuove sonorità e rinnovata energia alla guida di un quintetto di giovani talenti dalle straordinarie doti vocali e grande carica umana: Mitchel Ford (Primo Tenore), Dejuan Bingham (Secondo Tenore), Cleophus Robinson III (Baritono), Cory Fuller (Basso & Tastiera), Jarmez D. Lee (Basso & Batteria).

 

Sabato 23 gennaio (ore 21,15) si torna al rock made in UK con i padovani Dire Straits Over Gold, protagonisti di uno spettacolo a tutto tondo sulle musiche dei Dire Straits. Non un tributo convenzionale ma una performance musicale e video che interpreta i brani della band dei fratelli Knopfler in modo spontaneo, senza mai tradirne il sound storico e gli assoli istituzionali. Il risultato è in perfetto equilibrio tra l’originalità dei Dire Straits e le caratteristiche dei musicisti che compongono questo progetto musicale. Dalle chitarre di Luca Friso, innamorate e fedeli a quelle di Mark Knopfler, a quelle contaminanti di Davide Mangano, dal drumming potente di Alessandro Piovan al raffinato basso di Francesco Piovan fino alle alchemiche tastiere del producer Giulio Farigliosi. In scaletta Romeo and Juliet, Money for nothing, Solid rock, Walk of life, Calling Elvis, Sultans of swing, Brothers in arms, Tunnel of love, Private investigation e tutte le altre hit in un mix di musica e musicisti in grado di generare grandi emozioni!

 

Domenica 14 febbraio serata-evento music, wine & food a Km Zero per il San Valentino Jazz Club con le Love Songs de I Musicanti di Croma. Dalle ore 20,30 degustazione afrodisiaca a filiera corta curata da La Cantinetta della CorTe. Alle 21,30 concerto-spettacolo di musica, aneddoti e canzoni d’amore portate al successo da autori, musicisti e interpreti italo-americani di grande popolarità come Frank Sinatra, Dean Martin, Tony Bennet, Perry Como, Louis Prima, Henry Mancini, Frankie Lane e Frankie Avalon. Sul palco un quartetto di artisti romagnoli di primo piano. Al pianoforte Stefano Nanni, arrangiatore per Vinicio Capossela, collaboratore di Luciano Pavarotti e dell’attore Marco Paolini. Alla batteria Gianluca Nanni, presenza fissa nei tour di Raphael Gualazzi con all’attivo più di 200 registrazioni discografiche tra jazz, pop e classica. Al basso elettrico Giorgino Fabbri, al servizio di Ennio Morricone per la registrazione di colonne sonore orchestrali e nell’orchestra del Festival di Sanremo, tra jazz sperimentale e pop. Chitarra e voce del crooner Lele Saraceno, solista dell’Orchestra Casadei 2.0 con all’attivo tante partecipazioni televisive.

Per cena + concerto in Platea prenotazione obbligatoria. Solo concerto accesso a prezzo ridotto alla Galleria di CorTe.

 

Giovedì 25 febbraio (ore 21,15) Alessandro Fariselli 4et feat Fabrizio Bosso. In primo piano Let’s go, il primo progetto discografico del quartetto guidato dal sassofonista romagnolo Alessandro Fariselli, album che sancisce la sua pluriennale collaborazione artistica con il pianista Massimiliano Rocchetta, il contrabbassista Mauro Mussoni e il batterista Fabio Nobile. Strumentisti dalla solida reputazione che, insieme o singolarmente, hanno collaborato, in Italia e all’estero, con artisti internazionali del calibro di Mario Biondi, Gegè Telesforo, Rosalia De Sousa e Tanya Michelle. Il disco, uscito la scorsa primavera, presenta 14 brani, tra inediti e rivisitazioni di classici e standard, che spaziano dal jazz al blues, dal funk allo swing fino al soul. Ospite speciale della serata il trombettista Fabrizio Bosso, tra le presenze di punta dell’album, musicista eclettico dalle grandi doti tecniche e melodiche, divenuto una delle star indiscusse del panorama jazz internazionale. Artista molto amato sia dagli appassionati che dal grande pubblico, grazie alle collaborazioni con Nina Zilli e Raphael Gualazzi.

 

FLAMENCO

Lunedì 7 (ore 21,15) e martedì 8 dicembre (ore 18,30) doppio appuntamento esclusivo con Miradas Flamencas, lo spettacolo di flamenco che vede esibirsi per la prima volta in Italia i bailaores spagnoli Francisco El Nano Mesa e Monica Hidalgo assieme al cantante Miguel El Picuo e al chitarrista acustico Roque Acevedo Vazquez. Sguardi flamenchi con quattro professionisti di fama internazionale che, sotto la direzione artistica di Lara Andrés, coinvolgeranno il pubblico con la forza e la passione del flamenco allo stato puro. Chitarra, canto e danza, suoni, movimenti e forme arricchiti dalla degustazione del tipico jamon iberico innaffiato dall’immancabile sangria.

 

DANZA

Sabato 6 febbraio (ore 21,15) la Compagnia SismaTD presenta Il mio tempo, spettacolo sui temi cardine dell’adolescenza per otto giovani danzatrici dirette dal regista e coreografo Marco Baldazzi. Un viaggio immaginario, tra danza contemporanea e teatro, nella mente di una ipotetica adolescente, con le proprie apparenti fragilità e celati tesori. Mentre la superficie scorre quieta, l’amicizia è antidoto alla solitudine. Gli impegni, l’aspetto fisico, il sabato sera, ogni passione ed emozione strappata alla vita, sono il tentativo a volte sperato e a volte disperato di non assomigliare a chi sembra abbia fatto del vuoto, devastazione del proprio essere. Il mio tempo è anche un percorso pedagogico di formazione intensiva e responsabilizzazione, ideato e portato a termine grazie al crowdfunding e alla collaborazione del Settore Cultura del Comune di Rimini.

 

Sabato 27 febbraio (ore 21,15) gli Stati di veglia, serata di teatro danza da un’idea di Barbara Martinini. Quattro donne, danzatrici, partendo da coordinate differenti osservano il proprio navigare attraverso le acque della vita. Il loro sguardo, a volte fluido, altre tagliente e puntuale, si sofferma sugli aspetti dirompenti, lasciandosi guidare dagli argomenti del cuore. Presentano brevi monologhi, quattro isole unite dal senso del viaggio: Gisela Boschi (Parcours), Valeria Fiorini (We Are All Made of Gold), Eleonora Gennari (Scialla), Barbara Martinini con la partecipazione di Elena Tenti e Gianni Donati (Qui nel mezzo).

TEATRO DONNA

Due appuntamenti per esplorare l’universo e la condizione femminile attraverso la creatività degli artisti riminesi.

 

Venerdì 27 novembre (ore 21,15) in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne il Comune di Coriano invita a scoprire le Donne in rinascita. Viaggio poetico-teatrale-musicale nel sentire femminile alla scoperta della forza delle donne ideato da Simona Tebaldi. Sul palco Caterina Colombaroni, Martina Deluigi, Iuri Gaudi, Simona Tebaldi e Daniele Zucca. Al pianoforte il M° Riccardo Burattini. Un omaggio alle donne, alle loro infinite sfumature, alle loro fragilità, alla loro forza morbida e alla meravigliosa capacità di rinascere, sempre. Letture poetiche, canzoni, coreografie, musiche e aforismi tratteggiano un percorso umano che coinvolge, sul palco come nella vita, anche l’universo maschile. Ingresso libero.

 

Martedì 8 marzo (ore 21,15) si celebra la Festa della Donna con l’azione teatrale Donna, Soggetto, antidoto multidisciplinare alla cultura della donna-oggetto. Sul palco l’attrice Alexia Bianchi rende omaggio a Franca Rame riproponendo brani dagli ironici e pungenti monologhi teatrali di Tutta casa, letto e chiesa, scritti tra il 1977 e il 1985 insieme a Dario Fo sulla tragedia della sottomissione femminile. Mentre Sonia Mariotti dialoga con il pubblico sui temi dell’utilizzo delle pubblicità sessiste. Con lo scenografico video painting di Massimo Modula realizzato in diretta e la colonna sonora dei fisarmonicisti Fabrizio Flisi e Tiziano Paganelli.

 

DIVERSAMENTE THEATRO

Torna la rassegna che offre nuovi punti di vista artistici sull’integrazione e la disabilità. Sabato 20 febbraio (ore 21,15) in scena il Francesco Povero della Compagnia di San Patrignano, spettacolo fresco di debutto al Piccolo di Milano, in un allestimento che vedrà sul palco anche il coro SanPaSingers. Sabato 30 aprile (ore 21,15) i ragazzi della Compagnia Centro 21 di Riccione presentano I 21 viaggi di Gulliver, personale rivisitazione del celebre romanzo di Jonathan Swift con cui esplorano il tema del viaggio immaginario, dell’utopia e dell’incontro con l’ignoto. Sabato 14 maggio (ore 21,15) i ragazzi dell’Associazione Il Pellicano di Cattolica alle prese con l’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto.

 

TEATRO DIALETTALE

Tre gli appuntamenti con il teatro in vernacolo delle compagnie amatoriali romagnole: domenica 10 gennaio (ore 21) La Brôza da Cesena propone La perdita, sabato 16 gennaio (ore 21) la corianese La Carovana presenta al pubblico di casa la nuova commedia Una famejia importenta mentre sabato 16 aprile (ore 21) la Compagnia Filodrammatica riminese I Komodos si cimenta nel classico popolare Miseria e Nobiltà di Eduardo Scarpetta.

 

DEGUSTI.AMO A COR.TE

Alla quarta edizione, DegustiAmo a CorTe si sdoppia offrendo nuove declinazioni al tema dell’enogastronomia a Km Zero. Mercoledì 16 dicembre e mercoledì 2 marzo debutta Mastri Birrai… come si fa e come si beve! due serate in cui La Cantinetta della CorTe rende protagoniste le birre artigianali del territorio con presentazione dei produttori, dei metodi di fabbricazione e degustazioni guidate accompagnate dalla musica dal vivo in acustico del quartetto POF (Palm Oil Free) e dalle acrobatiche performance sul tessuto aereo di Irina Dainelli. Mercoledì 20 gennaio, 10 febbraio, 23 marzo e 13 aprile quattro appuntamenti con L’arte dei sensi a KM 0 de La Cantinetta della CorTe e La Greppia all’insegna del gusto e dello spettacolo: degustazioni a lume di candela introdotte dagli interventi letterari dei Fratelli di Taglia e arricchite da incursioni musicali, coreografiche, comiche e poetiche: la frizzante ironia teatrale del burlesque (Compagnia CirqueBurlesque), il fascino delle danze e delle musiche tradizionali orientali (Elisir d’Oriente Company & Cheb Kadil), l’energia del flamenco (Lara Andres & Compañía Alma Gitana, Isotta, Giorgio Fanfulla Croci) e la ricerca della danza contemporanea (Tomoka Chikanaga & friends, Noi Duri).

 

SELEZIONI LOCOMIX 2016

Si rinnova l’appuntamento con LoComix per le selezioni del Festival della Repubblica di San Marino per Comici Emergenti. Il concorso è organizzato dall’Associazione Culturale Locomotiva, che anche quest’anno si avvale della collaborazione dei Fratelli di Taglia aprendo al pubblico le selezioni. Sabato 2 e sabato 9 aprile (ore 21,15) il pubblico di CorTe vedrà esibirsi i cabarettisti di domani, con la colonna sonora del trio Massimo Modula, Giacomo Depaoli e Fabrizio Flisi, e potrà decretare tramite votazione il vincitore della serata dandogli accesso diretto alla finale. Al termine delle due serate una giuria di esperti sceglierà le altre 6 promesse della risata che approderanno alla serata conclusiva del 23 aprile 2016 al Teatro Concordia di Borgo Maggiore nella Repubblica di San Marino.

 

RAGAZZI E FAMIGLIE A TEATRO

3 appuntamenti pomeridiani e 5 mattinèe per la programmazione di teatro ragazzi di CorTe in collaborazione con Arcipelago Ragazzi. Le Favole a CorTe della domenica pomeriggio (ore 16,30) iniziano domenica 31 gennaio con Sotto la neve. Minuetto d’inverno di Accademia Perduta, domenica 13 marzo in scena Biancaneve (non aprite quella porta) della Compagnia La Contrada e domenica 20 marzo Pi…Pi…Pinocchio di Tieffeù – Teatro di Figura Umbro. Cinque le repliche mattutine programmate dalla rassegna A CorTe Ragazzi! per i bambini delle scuole materne, elementari e medie con gli spettacoli Il genio nell’anfora, Amore senza vocabolario, Biancaneve (non aprite quella porta) e Il bosco delle storie.

 

PREZZI, ABBONAMENTI, PREVENDITA ON LINE

Confermata la politica dei prezzi calmierati: ingresso massimo di 15 euro in Platea e 12 euro in Galleria. Riduzione di 2 euro sul biglietto intero per under 25, over 65 e youngERcard (esclusi gospel e spettacoli con degustazione).

Due le soluzioni di Abbonamento in Platea:

8 spettacoli (Marescotti, Raimondo, Manera, Minaccioni, Catalano, Marchioni, Scommegna, Fariselli/Bosso) 92 euro con biglietto omaggio su uno spettacolo fuori abbonamento a scelta;

4 spettacoli a scelta 50 euro.

Attive le prenotazioni telefoniche e la Prevendita on line www.liveticket.it/teatrocortecoriano

Biglietti in vendita al botteghino del teatro nei giorni di spettacolo.

 

CorTe Coriano Teatro / Via Garibaldi 127 Coriano (RN) / 0541 658667 / 3299461660/ [email protected] / www.corianoteatro.it /FB Teatro Corte Coriano /TW @teatrocorte

 

Ti potrebbe interessare anche...