Crea sito

Comano (TN): Autunno 2017, nascono i percorsi del gusto. Fruizione e sapori slow nel territorio

Tre sentieri panoramici, bacheche illustrative, panchine di sosta “naturali”, tappe presso i produttori, dedicati a tre eccellenze del territorio: la noce del Bleggio, La patata montagnina del Lomaso  e la ciuiga del Banale. Due sono presidio Slow Food. Nell’abbraccio dell’ accoglienza trentina e nel verde di una natura Patrimonio Unesco.

Comano… non solo Terme: tra il Lago di Garda e le Dolomiti di Brenta, nel cuore delle Alpi trentine, la vacanza è una esperienza straordinaria di salute e equilibrio psico-fisico, grazie soprattutto al connubio tra terme, natura e borghi, che insieme alle loro genti , offrono una esperienza di accoglienza autenticamente sincera e calda. Ma anche un’ esperienza  di sapori!

In occasione del periodo a massima densità di eventi enogastronomici di eccellenza, molti legati a prodotti presidio Slow Food, si inaugura una fruizione slow del territorio, alla scoperta di sapori e della loro filiera: dalla nascita, alla lavorazione, ai luoghi di produzione, su percorsi tematici organizzati.

 

Saranno infatti tre e pronti in autunno ( inaugurazione  in occasione delle rispettive sagre tra ottobre e novembre) e dedicati a:  noce del Bleggio, patata montagnina del Lomaso  e ciuìga del Banale. Tre occasioni per cogliere appieno la assoluta compenetrazione tra il prodotto e il contesto di produzione: dai borghi (ben due “Borghi più belli d’Italia” dei 5 assegnati al Trentino sono qui) con i loro volt in pietra, le loro pievi e i castelli, alla natura mai come in questo caso “incontaminata”.

 

Il primo elemento che accomuna i tre appuntamenti è la unicità dei prodotti e la peculiarità del luogo di provenienza: il Lomaso per la patata di montagna Montagnina, il Banale per la Ciuìga, salame con le rape presidio Slow Food, e il Bleggio per la sua Noce, anch’essa presidio Slow Food.  Solo qui si coltivano e producono, solo qui si possono acquistare. Inoltre:

  • Tutti e tre i percorsi prevedono una bacheca di inizio sentiero in cui è narrata la storia del prodotto e su cui viene descritto il sentiero e segnalato il percorso.
  • Lungo il percorso sono messi in evidenza i luoghi di produzione, i produttori da cui acquistare i prodotti e i luoghi storici legati al prodotto stesso.
  • I sentieri sono straordinariamente  panoramici, conpunti in cui ammirare il territorio e soprattutto la realtà agricola locale (vista sui campi coltivati, sulla valle, ecc.)
  • lungo il percorso  punti sosta e panchine realizzate  con materiale naturale, situati nei luoghi maggiormente  panoramici , consentono una immersione completa nella storia e nell’habitat di un territorio Patrimonio della Biosfera Unesco.

 

 

Ecco qualche anticipazione

 

IL SENTIERO DELLA PATATA DEL LOMASO (27-29 ottobre, Festa della patata – Campo Lomaso)

Itinerario: Vigo Lomaso– Poia – piana del Lomaso da Campo Lomaso a Dasindo – Vigo Lomaso

Partenza: capitello di San Rocco Vigo Lomaso, lunghezza: 6,4 km

Il “Sentiero della Patata” attraversa i luoghi di produzione della patata montagnina, prodotto tipico della valle. Con questo itinerario si può ammirare dall’alto e attraversare la Piana del Lomaso – terra di coltivazione della patata-  ricca di storia, di tradizioni e di cultura contadina.

 

 

IL SENTIERO DELLA NOCE DEL BLEGGIO (11-12 novembre, Festa della noce – Cavrasto di Bleggio)

Itinerario: Santa Croce – Bivedo – Larido – Marcè – Cavrasto – Santa Croce

Partenza: Municipio Santa Croce, lunghezza: 6,7 km

 

Il “Sentiero della Noce” percorre la zona del Bleggio, dove da centinaia di anni vengono coltivati alberi di noce, frutto storicamente coltivato in valle che ha ottenuto il Presidio Slow Food.  L’itinerario attraversa paesi in cui la noce è protagonista e dove antichi borghi contadini fanno da scenografica cornice a stradine, sentieri e vicoli che portano a scoprire luoghi non ancora troppo conosciuti.

 

 

IL SENTIERO DELLA CIUIGA DEL BANALE (3-4-5 novembre, Sagra della ciuìga – San Lorenzo in Banale)

Itinerario: Berghi, Pergnano, Senaso, Dolaso, Dorsino, Promeghin, Prusa, Prato, Berghi

Partenza: frazione Berghi, zona parcheggio, lunghezza: 4,7 km

 

IL “Sentiero della ciuiga” percorre la zona dell’Alto Banale, dove nella seconda metà dell’Ottocento viene inventata la ciuiga, salame particolare realizzato con carne di maiale e rape, oggi Presidio Slow Food. L’itinerario attraversa il paese di San Lorenzo in Banale, Borgo più Bello d’Italia, e quello di Dorsino e riscopre gli antichi e i nuovi luoghi di produzione della ciuiga.

 

Per ulteriori informazioni

APT –TERME DI COMANO E DOLOMITI DI BRENTA

www.visitacomano.it

Ti potrebbe interessare anche...