Crea sito

Trento-Monte Bondone: La leggendaria Charly Gaul, 17-19 luglio 2015

Charly Gaul monte bondone trento“LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL”
TRENTO 17-19 LUGLIO 2015

“La Leggendaria Charly Gaul” nel 2015 festeggia il decennale e dal 17 al 19 luglio migliaia di granfondisti sono pronti ad affollare la griglia di partenza dell’unica tappa italiana dell’ UCI World Cycling Tour. La prova in linea di domenica 19 luglio propone due itinerari da 57 e 141 km con quest’ultimo caratterizzato dalla doppia ascesa al Monte Bondone e da ben 4000 metri di dislivello complessivo. Entrambi i tracciati partono dalla splendida cornice di Piazza Duomo a Trento e si concludono ai 1654 di quota di Vason, al culmine della salita intitolata a Charly Gaul. La granfondo fa anche parte dei circuiti Alé Challenge e Alpe Adria Tour, mentre la cronometro di venerdì 17 luglio assegna i titoli del Campionato Italiano FCI Amatori.
Info: www.laleggendariacharlygaul.it


LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL PARLA STRANIERO
PANSY (AUT) E GULIC (SLO) VINCONO LA CRONOMETRO

Oggi a Cavedine (TN) la cronometro de “La Leggendaria Charly Gaul”
Juergen Pansy (AUT) il più veloce fra gli uomini
Teja Gulic (SLO) bissa il successo dello scorso anno
Assegnati anche i titoli tricolori FCI Amatori
Si è disputata oggi a Cavedine (TN) la cronometro de “La Leggendaria Charly Gaul”, la gara che ha aperto la 10.a edizione della manifestazione anche quest’anno unica tappa italiana dell’UCI World Cycling Tour. L’austriaco Jurgen Pansy con il tempo di 36’57’’ è stato il più veloce a percorrere l’anello di 24 km e 442 metri di dislivello che si snodava in alcuni degli angoli più suggestivi della Valle dei Laghi. Alle sue spalle si sono piazzati il calabrese Silvio Giovane e il belga Filip Speybrouck. In campo femminile, la slovena Teja Gulic ha bissato il successo dello scorso anno distanziando di 37’’ l’austriaca Karin Pekovits, vincitrice della cronometro nel 2013, e di 47’’ la romagnola Maria Cristina Prati.

La cronometro è scattata alle ore 17.00, proprio nel momento in cui sulle strade della Valle dei Laghi scendevano delle gocce di pioggia che hanno bagnato la strada rendendo insidiose le curve lungo il percorso. Il primo tempo importante è stato fatto registrare dal viterbese Bruno Sanetti che concludeva la propria prova in 38’07’’, ma come da tradizione sono stati gli atleti stranieri a salire in cattedra con il tedesco Peter Pawlus che fermava il cronometro su 38’00’’, ma pochi istanti dopo era Jurgen Pansy a scalzarlo con il tempo di 36’57’’ che nessuno sarebbe più riuscito a migliorare. Il belga Speybrouck si installava al secondo posto parziale con 37’43’’, ma il colpo di scena è arrivato all’ultimo istante quando il calabrese Silvio Giovane, uno degli ultimi atleti in assoluto a partire, chiudeva la propria prova in 37’28’’, tempo che gli è valso il secondo posto assoluto alle spalle dell’austriaco, che lo scorso anno aveva concluso la cronometro al terzo posto.

In campo femminile, invece, la slovena Teja Gulic è riuscita a bissare il successo dello scorso anno completando la propria prova con il tempo di 43’15’’. Nulla da fare per l’austriaca Pekovits che si è dovuta accontentare del secondo posto, mentre Maria Cristina Prati, partita nell’ultimo gruppo, riusciva a sfruttare la strada più asciutta e conquistare un ottimo terzo posto.

La cronometro di oggi ha anche assegnato le maglie del Campionato Italiano FCI Amatori. I titoli assoluti sono stati conquistati da Silvio Giovane e Simona Massaro mentre nelle singole categorie si sono imposti Tommaso Donei (Elite Sport), Bruno Sanetti (M1), Gianpaolo Codebò (M2), Silvio Giovane (M3), Patrizio Iacomoni (M4), Roberto Rosati (M5), Franco Bensi (M6), Salvatore Toscano (M7) e Bruno Berlasso (M8). Fra le donne successi per Ilaria Mantovani (EWS), Claudia Paolazzi (MW1) e Simona Massaro (MW2).

Domani il decennale de ‘La Leggendaria Charly Gaul’ propone ‘La Moserissima-1.a Ciclostorica di Trento’ con partenza da Piazza Duomo alle 14.00, mentre domenica il gran finale sarà tutto per la granfondo con i percorsi da 57 e 141 km fra Trento, il Monte Bondone e la Valle dei Laghi.

Info: www.laleggendariacharlygaul.it

 

Classifica Cronometro – maschile

1 Pansy Juergen Esr Racing Team AUT 00:36:57; 2 Giovane Silvio A.S.D. Te.Ki.An. Ciclitalia ITA 00:37:28; 3 Speybrouck Filip Team De Rosa Santini BEL 00:37:43; 4 Pawlus Peter GER 00:38:00; 5 Sanetti Bruno Gs Vigili Del Fuoco Viterbo ITA 00:38:07; 6 Wabnegg Daniel Esr Racing By Bernhard Kohl AUT 00:38:16; 7 Donei Tommaso Bren Team Trento Asd ITA 00:38:23; 8 Codebo’ Gian Paolo Team Errebi ITA 00:38:45; 9 Berenschot Gerjo ITA 00:38:45; 10 Cirimbelli Luca Asd Ex3mo True Racing ITA 00:38:56

Classifica Cronometro – femminile

1 Gulič Teja Tušmobil SLO 00:43:15; 2 Pekovits Karin Esr Racing By Bernhard Kohl AUT 00:43:52; 3 Prati Maria Cristina Team Del Capitano Asd ITA 00:44:02; 4 Massaro Simona Team Errebi ITA 00:47:09; 5 Paolazzi Claudia Brao Caffe’ – Unterthurner ITA 00:47:44; 6 Mondi Annalisa Gs Piombinese ITA 00:48:45; 7 Rigon Elisa Asd Roma Ciclismo ITA 00:48:51; 8 Mantovani Ilaria King’s Bike Team ITA 00:49:16; 9 Cabella Patrizia Team Errebi ITA 00:49:23; 10 Pullicino Marion Agones Sfc MLT 00:50:07

 


PIANO TRAFFICO E ORARI PASSAGGIO PARTECIPANTI
“LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL” IN ARRIVO

“La Leggendaria Charly Gaul” a Trento, in Valle dei Laghi e sul Monte Bondone
Centinaia di volontari a presidiare i percorsi da venerdì a domenica
Sicurezza è parola d’ordine per gli organizzatori
Viabilità, chiusure e orari nel dettaglio

 

Le due ruote si preparano alla grande sfida di Trento, della Valle dei Laghi e del Monte Bondone e da domani a domenica il palco, o meglio …la strada, sarà tutta per “La Leggendaria Charly Gaul”.

La 10.a edizione dell’evento granfondistico trentino rappresenta l’unica tappa italiana dell’UCI World Cycling Tour, si attendono ciclisti da oltre 40 nazioni e organizzatori, forze dell’ordine e volontari locali hanno una parola d’ordine su tutte: sicurezza.

Il CO di Asd Charly Gaul Internazionale e APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, in collaborazione con il Commissariato del Governo, prevede chiusure del traffico e sospensioni temporanee alla circolazione a partire da domani pomeriggio, ovvero a partire dalla gara Cronometro di 24 km e 442 metri di dislivello sui saliscendi di Cavedine e della Valle dei Laghi. Dalle 16.45 e fino alle 19.00 verranno chiuse la SP 84 nel tratto compreso fra Cavedine e Drena, la SP 214 Lago di Cavedine-Ponte Oliveti e la SP 251 da Ponte Oliveti al km 4 della SP 84.

Domenica, giornata della prova in linea, la chiusura al traffico in entrambi in sensi di marcia verrà osservata lungo la SP 85 nel tratto Montevideo-Candriai (8.45-11.15), lungo la SP 85 Candriai-Vason (8.45-14.00) e nelle vie interne al centro storico di Terlago (11.00-15.00), mentre è prevista la chiusura nel senso di marcia contrario al passaggio della corsa lungo la SP 25 Viote-Garniga Terme (9.00-12.30), la SP 85 Bivio di Lagolo-Viote (9.30-12.15) e la SP 214 Sarche-innesto SP 84 (10.00-14.00).

Lungo il resto dei percorsi di 141 km e 57 km rispettivamente, saranno all’opera 500 volontari e uomini delle Forze dell’Ordine e ci sarà una sospensione temporanea della circolazione per consentire il transito dei corridori. Il fischio d’inizio sarà dato alle 8.00 da Piazza Duomo e, oltre a quelle già citate, le strade in cui passeranno i ciclisti sono nell’ordine: SS 12 nel tratto Trento-Lavis (in entrambi i sensi di marcia), SP 131 Lavis-Ville di Giovo, SS 612 Verla-Lavis, SP 90 Trento-Aldeno, SP 25 Aldeno-Viote, SP 85 Bivio di Lagolo-Viote, SP 214 Drena-Sarche, SP 45bis Sarche-Vezzano, SP 18 Vezzano-Cadine , SP 18 e la SP 45 bis in località Travolt e la SP 85 da Sopramonte a Candriai. La circolazione su queste strade sarà sospesa per 60 minuti dal passaggio della vettura di “inizio gara ciclistica”.

Questo quindi il piano traffico messo a punto per garantire il miglior esito di ogni manifestazione dell’edizione dei due lustri de “La Leggendaria Charly Gaul”. Le ruote fine sono già puntate sul Trentino.

Info: www.laleggendariacharlygaul.it e pagina Facebook.

 

Ti potrebbe interessare anche...