Crea sito

Organalia 2020 gli appuntamenti di questa estate

ULTIME TAPPE ESTIVE DI ORGANALIA 2020 A TONENGO DI MAZZÈ E CORIO

Con gli appuntamenti del secondo fine settimana di luglio la rassegna musicale Organalia 2020, patrocinata e sostenuta dalla Città metropolitana di Torino, conclude la prima parte del calendario dei concerti, che riprenderanno nei mesi di settembre e ottobre.

Sabato 11 luglio alle 21,15 nella chiesa parrocchiale di San Francesco d’Assisi a Tonengo di Mazzé è in programma il concerto dell’organista e docente torinese Stefano Marino, titolare della chiesa della Gran Madre di Dio, di San Giovanni Evangelista e della Cattedrale di Torino. Marino è chiamato a sviluppare un programma antologico che consente al pubblico di apprezzare le sonorità dello splendido organo costruito da Carlo Vegezzi Bossi nel 1891 e restaurato da Thomas Waëlti. Il pubblico può accedere alla chiesa di Tonengo di Mazzè a partire dalle 20,45, con l’ingresso ad offerta libera e l’ormai consueta applicazione del protocollo anti Covid-19 per il distanziamento sociale.

Domenica 12 luglio alle 16 nella chiesa parrocchiale di San Genesio martire a Corio è in programma l’ultimo concerto del circuito dedicato alle Valli di Lanzo, organizzato in collaborazione con l’Unione dei Comuni delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, il Comune e la parrocchia di Corio. Protagonista del concerto pomeridiano il duo formato dall’organista Silvano Rodi e dal polistrumentista Fabio Rinaudo. Silvano Rodi, ligure di Ventimiglia, è organista titolare dell’organo Zanin della chiesa parrocchiale di Santa Devota nel Principato di Monaco ed è docente al Conservatorio dipartimentale di Nizza. Il savonese Fabio Rinaudo a Corio propone il suono di alcuni aerofoni come le uilleann pipes, la musette, la cornamusa italiana e il wisthle. Rodi si cimenta con l’organo costruito da Francesco Maria e Giovanni Battista Concone nel 1752. Il concerto è intitolato emblematicamente Il soffio del vento, con un’incursione nella musica colta e popolare francese, italiana ed irlandese. In programma composizioni di autori anonimi irlandesi (“May morning dew” e “Reel”), Henry Purcell (“Chaconne” dall’opera “The Fairy Queen”, “A new Irish tune”, “A new Scotch tune”), William Byrd (“Callino Casturame” e “La volta”), John Playford (“Stingo”), autore anonimo (“My Lady carey’s dompe”), Jean D’Estrées (“Bergerette sans roch-Les Buffons”), Michael Praetorius (“Pavane et canarie”), Thoinot Arbeau (“Branle d’ecosses”), anonimo ligure (Sonata per organo – Pastorale ligure) e Turlough O’Carolan (“Blind Mary-O’Carolan’s Concerto”). Il pubblico può accedere a partire dalle 15,30.

Organalia è un progetto della Città Metropolitana di Torino, sostenuto dalla Fondazione CRT, con il patrocinio della Regione Piemonte e del Consiglio regionale del Piemonte.

Per ulteriori informazioni si può consultare il portale Internet www.organalia.org o scrivere a [email protected]

Ti potrebbe interessare anche...