Crea sito

Siena: Nel week end del 21 e 22 gennaio 2017 torna “Wine&Siena”

A Siena, nel week end del 21 e 22 gennaio 2017, l’evento firmato dagli ideatori del Merano WineFestival per la valorizzazione dei terroir e delle eccellenze vitivinicole

Sotto gli affreschi di Simone Martini, torna Wine&Siena
Al Rettorato di una delle più antiche Università europee la cittadella del gusto dedicata al food

 

Degustare il vino mentre si ammira La Maestà di Simone Martini o il Guidoriccio da Fogliano, nella sala del Mappamondo nel Palazzo Comunale di Siena, attigua alla sala dei Nove con il ciclo del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti, oppure nelle storiche sale di Rocca Salimbeni e di Palazzo Sansedoni, nell’Aula Magna di una delle più antiche università europee, attiva già nel 1240. Un evento diffuso con location prestigiose dedicato alle eccellenze enologiche nella più medievale delle città italiane.

E’ la prima volta che accade. E’ l’opportunità che nasce grazie alla seconda edizione di Wine&Siena, Capolavori del gusto: il 21 e 22 gennaio prossimi a Siena. La manifestazione, dedicata alla promozione e alla valorizzazione delle eccellenze vitivinicole e culinarie dei terroir, torna nelle sale di Rocca Salimbeni, sede centrale del Monte dei Paschi di Siena, al Grand Hotel Continental (Starhotel) e si amplia a tutta la città: all’Università di Siena, con il Rettorato che sarà cittadella del Food, a Palazzo Sansedoni, sede della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, e a Palazzo Comunale, nelle storiche sale del Museo Civico.

A Wine&Siena, firmato dagli ideatori del Merano Wine Festival, saranno presenti solo produttori selezionati, oltre 200. Due giorni a passeggio nel Medio Evo per scoprire i migliori produttori vitivinicoli italiani, artigiani del gusto, prodotti tipici di eccellenza, tutti selezionati per il livello qualitativo dei loro prodotti. L’esclusività della formula di Wine&Siena consiste nel fatto che tutti i produttori sono stati selezionati tra i vincitori degli annuali Merano WineAward e che questo evento si configura come uno dei pochi, a livello nazionale, che garantisce una selezione qualitativa di prodotti e produttori presenti. Quest’anno si aggiunge anche “Food&Siena”, cittadella del gusto dedicata al food, che avrà la sua sede al Rettorato, la sede storica dell’Università degli studi di Siena, nata quasi ottocento anni fa. A Palazzo Sansedoni, sede della Fondazione, master class dedicate al mondo del vino.

L’evento è ideato da Gourmet’s International, il sistema di selezione e valorizzazione di eccellenze che sta dietro al successo internazionale di manifestazioni quali il Merano WineFestival, e Confcommercio Siena. Insieme hanno attivato importanti collaborazioni. Sono organizzatori, oltre Confcommercio Siena, il Comune di Siena e la Camera di Commercio di Siena. Wine&Siena ha il fondamentale sostegno di Banca Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Università di Siena, Grand Hotel Continental, che hanno concesso spazi prestigiosi per la manifestazione a titolo gratuito, e di Enoteca Italiana che curerà le master class.

La manifestazione L’ingresso costa 40 € (mezza giornata 25 €), dalle 10 del mattino fino alle 19. Oltre alla possibilità di degustare i migliori prodotti del territorio durante i due giorni della manifestazione, il programma prevede la presenza di master class a Palazzo Sansedoni, la Small Plate gale presso il Rettorato dell’Università di Siena il 20 di gennaio con cui parte la manifestazione, uno store delle eccellenze Merano WIneAward, degustazioni guidate. Per quanti intendano vivere l’evento abbindolo ad un soggiorno alla scoperta del territorio di Siena, il consorzio di promozione e turismo Siena Incoming attraverso il proprio Tour Operator C-Way, gruppo Costa, propone diverse soluzioni di pacchetto. La biglietteria e le proposte turistiche collegate all’evento Wine&Siena saranno prenotabili sul sito www.sienaincoming.it o telefonando ai seguenti numeri 3480216972 / 3476137678. Informazioni, biglietti prenotazioni sul sito ufficiale www.wineandsiena.it e www.sienaincoming.com.

E’ main sponsor della manifestazione Conad del Tirreno, è sponsor l’Autosalone Montecarlo Subaru Siena, si ringrazia il Panificio il Magnifico di Lorenzo Rossi.

Siena, nel week end del 21 e 22 gennaio 2017, l’evento firmato dagli ideatori  del Merano WineFestival e dalle istituzioni senesi per la valorizzazione dei terroir e delle eccellenze vitivinicole

Dal Brunello alle bollicine, il percorso

nel gotico senese con Wine&Siena

Oltre 200 produttori selezionati per degustazioni in prestigiose location medievali

Chianti&MORE a Rocca Salimbeni, sede della Banca Monte dei Paschi di Siena, White+Sparkling & MORE al Grand Hotel Continental – Starhotels Collezione, White+Red & FOOD è il percorso del Palazzo del Rettorato dell’Università che è anche Food&Siena. Montalcino & Montepulciano a Palazzo Comunale, nelle sale che ospitano la Maestà di Simone Martini, Masterclasses con degustazioni guidate a Palazzo Sansedoni

Domani venerdì 20 gennaio, ore 12, a Palazzo Comunale a Siena, anteprima stampa. Interverranno, Marco Remaschi, assessore regionale all’Agricoltura, Helmut Köcher e Andrea Vanni, Gourmet’s International, Stefano Bernardini, presidente Confcommercio Siena, Bruno Valentini, sindaco di Siena, Massimo Guasconi, presidente Camera di Commercio di Sie-na, Francesco Frati, rettore Università di Siena, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Banca Monte dei Paschi di Siena. All’inaugurazione presente anche Donatella Prampolini, vice presidente nazionale Confcommercio e presidente Fida, Federazione Italiana Distributori Albergatori

Degustare un Brunello di Montalcino o un Nobile di Montepulciano con La Maestà di Simone Martini o il Guidoriccio da Fogliano, nella sala del Mappamondo nel Palazzo Comunale di Siena, attigua alla sala dei Nove con il ciclo del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti. Spostarsi a Rocca Salimbeni, sede storica della Banca Monte dei Paschi di Siena, per Chianti&More. Gli amanti dei bianchi e delle bollicine potranno visitare le stanze affrescate di Hotel Continental Starhotel. Ad ancora, i vini della costa toscana, ma anche Piemonte, Veneto, Sicilia saranno al Rettorato con White+Red & FOOD. E qui, al Rettorato dell’Università di Siena, una delle più antiche università europee, attiva già nel 1240, ci sarà anche la cittadella del Food. Per Masterclasses e degustazione guidate, le storiche sale di Palazzo Sansedoni, sede della Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

Un percorso nei capolavori del 300. Si inizia con la Small Plate Gala. E’ un percorso nei capolavori del gotico, nella città più medioevale delle città italiane, che Wine&Siena, Capolavori del gusto, propone a Siena il 21 e 22 gennaio. Un evento diffuso con location prestigiose che vedrà la presenza di soli produttori selezionatioltre 200. Domani 20 gennaio alle 18 l’apertura con l’inaugurazione ufficiale di Wine&Siena presso la Sala delle Lupe, Palazzo Comunale, e alle 20.30, la Small Plate Gala presso il Rettorato dell’Università di Siena con sette ristoratori di Siena, ognuno con un piatto diverso abbinato ad un vino. Così si potranno degustare Tonno di Coniglio abbinato al Franciacorta Lantieri De Paratico, Barchetta di Pane Tostato con Sbriciolata di Fegatini e Acciuga abbinato a Vernaccia Panizzi, la Crema di Ceci con Polpo Spadellato al Rosmarino abbinati a Castelfeder – Tecum Alto Adige Südtirol, Benfatti con Erbe di Campo Salmone e Liquirizia abbinato al Loacker Corte Pavone – 2013 Le Perle di Pavone Millesimato Spumante Metodo Classico, Pasta e Fagioli Tondini con Croccante di Pancetta abbinato a Famiglia Cecchi – 2011 Coevo Toscana,  Peposo del Brunelleschi abbinato con Fèlsina – 2013 Fontalloro Toscana, ed ancora il Maialino di Cinta in Porchetta abbinato a La Magia – 2014 Rosso di Montalcino, Stinco di Vitello al Forno con Rocca delle Machie – 2013 Chianti Classico Riserva Famiglia Zingarelli. Per dessert  Soffice al Limone e Ricotta con Tenuta Il Falchetto – 2016 Tenuta del Fant Moscato d’Asti e  Cremoso alle Erbe di Campo con Terra Croccante al Cacao, Cannella e Mango. I ristoratori protagonisti sono: Ristorante Grotta Di Santa Caterina, Campaccio Food E Wine, Ristorante Il Mestolo, Osteria Le Logge, Ristorante La Limonaia-Hotel Garden, Ristorante L’orto E Un Quarto, Ristorante Antica Trattoria Botteganova, Ristorante Il Sasso, Ristorante San Desiderio, Ristorante Mugolone. Per prenotazioni, chiamare lo 0577 600392.

Il percorso sensoriale. Chianti&MORE è la sezione che si trova a Rocca Salimbeni, in Piazza Salimbeni, sede storica della Banca Monte dei Paschi di Siena. E qui i wine lovers troveranno Chianti, Chianti Classico, Chianti Colline Senesi, Val di Cornia, Montecucco, Cortona  con circa 60 produttori. Appena fuori da Rocca Salimbeni, gli amanti dei grandi bianchi e delle bollicine troveranno White+Sparkling & MORE al Grand Hotel Continental – Starhotels Collezione, in Via Banchi di Sopra, con vini provenienti dall’Alto Adige, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo e circa trenta produttori. White+Red & FOOD è il percorso del Palazzo del Rettorato, in Via Banchi di Sotto, con 66 produttori e vini della Costa Toscana, Carmignano, Maremma, Bolgheri, San Gimignano, Val d’Orcia, Piemonte, Veneto, Sicilia, Marche, Puglia, Valle d’Aosta, Umbria, Calabria, Campania. Non solo, il Rettorato è anche Food&Siena. A due passi dal Rettorato, Montalcino & Montepulciano a Palazzo Comunale, nelle sale del Museo Civico, in Piazza del Campo con circa 20 produttori. Masterclasses con degustazioni guidate a Palazzo Sansedoni, in Via  Banchi di Sotto, appena fuori dal Rettorato.

Il programma delle Masterclasses. Il calendario prevede sabato 21 gennaio 2017, dalle 11.00 alle 12.30, Alto Adige Südtirol Castelfeder – Verticale del Pinot Nero Riserva Burgum Novum con Relatore Enologo Ivan Tschnett. Dalle 16.00 alle 17.30, Toscana, Castello di Ama – Verticale di Chianti Classico Riserva Gran Selezione San Lorenzo con Relatore Enologo Marco Palanti. Domenica 22 gennaio 2017 dalle 11.00 alle 12.30, Toscana, Rocca delle Macie – Verticale di Chianti Classico Gran Selezione, Relatore Propretario Sergio Zingarelli. Sempre domenica dalle 16.00 alle 17.30, Toscana, Tenuta di Capezzana – Verticale Carmignano Villa di Capezzana, Relatore Proprietario Filippo Benacossi Contini. I Biglietti sono disponibili: Ticket Office del Palazzo del Rettorato Via Banchi di Sotto 55e presso WEIN VINO WINE Str. di Pescaia, 65, 53100 Siena, cell, 0577 600392. Il costo è di 20 euro ad appuntamento.

L’evento è ideato da Gourmet’s International,  il sistema di selezione e valorizzazione di eccellenze che sta dietro al successo internazionale di manifestazioni quali il Merano WineFestival, e Confcommercio Siena. Insieme hanno attivato importanti collaborazioni. Sono organizzatori, oltre Confcommercio Siena, il Comune di Siena e la Camera di Commercio di Siena.  Wine&Siena ha il fondamentale sostegno di Banca Monte dei Paschi di Siena, Fondazione  Monte dei Paschi di Siena, Università di Siena, Grand Hotel Continental – Starhotels Collezione, che hanno concesso spazi prestigiosi per la manifestazione, e di Enoteca Italiana che curerà le master class. La manifestazione ha il patrocinio della Regione Toscana. Sabato 21 gennaio e domenica 22 ci saranno anche i ragazzi dell’Istituto Professionale Alberghiero Artusi di Chianciano Terme a supporto delle degustazioni e del servizio in un periodo che per loro sarà valido come stage.


A Siena, nel week end del 21 e 22 gennaio 2017, l’evento firmato dagli ideatori  del Merano WineFestival per la valorizzazione dei terroir e delle eccellenze vitivinicole sposa la solidarietà

Bottiglie di vino nell’asta di beneficienza

per raccogliere fondi pro Norcia con Wine&Siena

Si potranno acquistare bottiglie donate per l’occasione delle aziende che partecipano. Sono oltre 200 i produttori selezionati che hanno aderito alla manifestazione e che metteranno a disposizione i loro prodotti per sostenere le popolazioni terremotate.  Tra le bottiglie in asta, la  bottiglia firmata da Andrea Bocelli dell’omonima azienda di famiglia

Un’asta di beneficienza per raccogliere fondi a favore di Norcia e delle zone terremotate. Si potranno acquistare bottiglie donate per l’occasione delle aziende che partecipano a Wine&Siena 2017, il 21 e 22 gennaio prossimi a Siena. Sono oltre 200 i produttori selezionati che hanno aderito alla manifestazione e che metteranno a disposizione il frutto del loro lavoro per sostenere le popolazioni terremotate. Tra le bottiglie in asta, troveremo la bottiglia firmata da Andrea Bocelli dell’omonima azienda di famiglia.

Anche questo è Wine&Siena Capolavori del gusto nella sua seconda edizione. Firmato dagli ideatori del Merano Wine Festival, saranno presenti solo produttori selezionati. Due giorni a passeggio nel Medio Evo per scoprire i migliori produttori vitivinicoli italiani, artigiani del gusto, prodotti tipici di eccellenza, tutti selezionati per il livello qualitativo dei loro prodotti. E fare un gesto di solidarietà.

L’asta di beneficienza si terrà all’interno del primo piano del Rettorato dell’Università di Siena, sarà ad ingresso libero  e sarà gestita dall’associazione no profit Tavola Rotonda che raccoglierà gli incassi e devolverà il ricavato a favore delle popolazione terremotate di Norcia per l’apertura di un centro polifunzionale. Insieme ai vini ci saranno anche piccoli produttori di Norcia che esporranno direttamente i loro prodotti, ovvero marmellate, formaggi, cioccolata e salumi.

Wine&Siena, manifestazione dedicata alla promozione e alla valorizzazione delle eccellenze vitivinicole e culinarie dei terroir, si snoderà tra le sale di Rocca Salimbeni, sede centrale del Monte dei Paschi di Siena, il Grand Hotel Continental (Starhotels Collezione), l’Università di Siena nata quasi ottocento anni fa, con il Rettorato che sarà cittadella del Food, Palazzo Sansedoni, sede della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, e a Palazzo Comunale, nelle storiche sale del Museo Civico. Un evento diffuso con location prestigiose dedicato alle eccellenze enologiche nella più medievale delle città italiane. Sabato 21 gennaio e domenica 22 ci saranno anche i ragazzi dell’Istituto Professionale Alberghiero Artusi di Chianciano Terme a supporto delle degustazioni e del servizio in un periodo che per loro sarà valido come stage

L’evento è ideato da Gourmet’s International,  il sistema di selezione e valorizzazione di eccellenze che sta dietro al successo internazionale di manifestazioni quali il Merano WineFestival, e Confcommercio Siena. Insieme hanno attivato importanti collaborazioni. Sono organizzatori, oltre Confcommercio Siena, il Comune di Siena e la Camera di Commercio di Siena.  Wine&Siena ha il fondamentale sostegno di Banca Monte dei Paschi di Siena, Fondazione  Monte dei Paschi di Siena, Università di Siena, Grand Hotel Continental – Starhotels Collezione, che hanno concesso spazi prestigiosi per la manifestazione, e di Enoteca Italiana che curerà le master class.  La manifestazione ha anche il patrocinio della Regione Toscana.


Dal Brunello, al Barolo, dal Trento Doc ai vini del sud:

ecco chi sono i produttori di Wine e Siena

Oltre 200 produttori selezionati per degustazioni in prestigiose location medievali

Al Rettorato di una delle più antiche Università europee la cittadella del gusto dedicata al food

Dal Brunello, al Barolo, dal Trento Doc ai vini del sud. E non potevano mancare Veneto, Marche, Umbria e Lazio. Sono oltre 200 produttori selezionati da tutta Italia. Sarà possibile degustare i loro vini mentre si ammira La Maestà di Simone Martini o il Guidoriccio da Fogliano, nella sala del Mappamondo nel Palazzo Comunale di Siena, attigua alla sala dei Nove con il ciclo del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti. Oppure nelle storiche sale di Rocca Salimbeni e di Palazzo Sansedoni, nell’Aula Magna di una delle più antiche università europee, attiva già nel 1240.

E’ Wine&Siena 2017, la manifestazione firmata dagli ideatori del Merano Wine Festival. Due giorni a passeggio nel Medio Evo per scoprire i migliori produttori vitivinicoli italiani, artigiani del gusto, prodotti tipici di eccellenza, tutti selezionati per il livello qualitativo dei loro prodotti. L’esclusività della formula di Wine&Siena consiste proprio nel fatto che tutti i produttori sono stati selezionati tra i vincitori degli annuali Merano WineAward. Questo evento si configura come uno dei pochi, a livello nazionale, che garantisce una selezione qualitativa di prodotti e produttori presenti.

Ben 180 sono le aziende del vino e oltre 30 le aziende del Food che troveranno spazio al Rettorato dell’Università. “L’obiettivo – dice il Wine Hunter Helmut Kocher – è quello di far diventare Siena la città del vino dell’Italia come lo è Bordeaux per la Francia”.

Tre sono i produttori dall’Abruzzo per degustare Trebbiano, Montepulciano, Cerasuolo e Pecorino. Dall’Alto Adige sei cantine, così sarà possibile assaggiare Sauvignon blanc, Pinot bianco, Chardonnay, Gewuzrtraminer, Lagrein. Una cantina dalla Calabria con vini di Greco, Gaglioppo, anche dalla Campania una cantina con vini della Doc di Furore Bianco, con uve Falanghina e Biancolella, e Furore Rosso con Per ‘e Palummo ed Aglianico. Anche dall’Emilia una cantina con Sangiovese, Merlot, Cabernet Sauvignon. Dal Friuli, cinque cantine con vino Refosco, Schioppettino, Friulano, Pinot Bianco. Dal Lazio ci saranno due cantine con vini di Syrah, Petit Verdot, Sauvignon, Viognier e Petit Manseng. Cinque le cantine dalla Lombardia con i Franciacorta, ma anche i Garda classici e Oltrepo Pavese. Dalle Marche due cantine con vini Pecorino, dal Piemonte sei cantine con Barolo, Moscato d’Asti, Dolcetto d’Alba. Una cantina viene dalla Puglia e una dalla Sicilia con vini Malvasia di Candia e Bombino Bianco, Nero di Troia, Catarratto, Nero d’Avola, Inzolia, Grillo, Nerello. Oltre 110 le cantine che vengono dalla Toscana con tutta l’enologia della regione ad essere rappresentata, dai Chianti, ai Chianti Classici, fino alla Vernaccia, il Brunello, il Nobile di Montepulciano, Bolgheri, la Col d’Orcia, gli Igt. Dal Trentino arrivano sei cantine per presentare vini Trento Doc, vini da vitigno Gewürztraminer, Teroldego, Chardonnay, Cabernet Franc e Merlot. Dall’Umbria, una cantina per degustare il Montefalco Sagrantino. E anche dalla Valle d’Aosta una azienda per degustare spumanti lavorati a quote superiori ai 2mila metri con il vitigno Prié Blanc. Dal Veneto, 14 cantine con l’Amarone della Valpolicella, i Recioto, Soave Prosecco, Fior D’Arancio. E poi ci sono i produttori del gusto a Food&Siena, cittadella del gusto presso il Rettorato.

La manifestazione si snoderà tra le sale di Rocca Salimbeni, sede centrale del Monte dei Paschi di Siena, al Grand Hotel Continental (Starhotels Collezione) e si amplierà quest’anno tutta la città: all’Università di Siena, con il Rettorato che sarà cittadella del Food, a Palazzo Sansedoni, sede della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, e a Palazzo Comunale, nelle storiche sale del Museo Civico.

L’evento è ideato da Gourmet’s International, il sistema di selezione e valorizzazione di eccellenze che sta dietro al successo internazionale di manifestazioni quali il Merano WineFestival, e Confcommercio Siena. Insieme hanno attivato importanti collaborazioni. Sono organizzatori, oltre Confcommercio Siena, il Comune di Siena e la Camera di Commercio di Siena. Wine&Siena ha il fondamentale sostegno di Banca Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Università di Siena, Grand Hotel Continental – Starhotels Collezione, che hanno concesso spazi prestigiosi per la manifestazione, e di Enoteca Italiana che curerà le master class. La manifestazione ha il patrocinio della Regione Toscana.


Sabato 21 gennaio, al Santa Chiara Lab, Wine&Siena, l’Università di Siena e Conad presentano una giornata di studi sull’impatto che avranno i temi ambientali sul business enologico

Vino sostenibile per garantirsi il futuro sui mercati

Alle 16,30 Saranno presentate le ultime ricerche del Dipartimento di studi Aziendali e Giuridici dell’ateneo senese. Alle 18,30 il talk show Vino, cibo e territorio nella dimensione della Sostenibilità per la Comunità” condotto da Federico Quaranta con Francesco Pugliese, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Conad, e poi la cena con i cuochi della Compagnia degli Chef

Numerose ricerche degli ultimi anni hanno evidenziato l’interesse crescente verso prodotti considerati “sostenibili”. Protezione dell’ambiente, rispetto delle condizioni dei lavoratori, garanzia della territorialità e dell’origine delle materie prime diventano sempre più elementi che contribuiscono a formare la qualità generale del prodotto anche nel campo alimentare, importanti quanto il gusto e le qualità organolettiche.

Il settore vitivinicolo, dopo la sfida del biologico, si trova adesso a confrontarsi con questa nuova opportunità di inserire nei propri processi produttivi pratiche rivolte alla sostenibilità ambientale. Recenti studi confermano che nel prossimo futuro i consumatori considereranno il fattore ecologico come uno dei parametri principali per scegliere un vino, attribuendo al concetto di “rispetto per l’ambiente” un’importanza simile al prezzo, alla varietà o all’origine.

Per questo l’edizione 2017 di Wine&Siena dedica una giornata di approfondimenti sul tema ecologico in collaborazione con l’Università degli studi di Siena. Il pomeriggio di sabato 21 gennaio il Santa Chiara Lab dell’Università di Siena insieme e Conad ospitano “Sostenibilità come strategia di business per le aziende del settore del Vino”.

Dopo l’introduzione (ore 16,30) di Helmuth Köcher, Wine Hunter ideatore del Merano WineFesival e di Wine&Siena, il Professore Lorenzo Zanni del Dipartimento di studi Aziendali e Giuridici dell’Università di Siena presenterà la sua ultima ricerca sull’impatto che ha – e soprattutto potrà avere – l’introduzione di pratiche rivolte alla sostenibilità nei modelli di business delle imprese vitivinicole italiane. Uno studio per comprendere perché un’azienda deve oggi riconvertire i suoi sistemi di produzione se vuole restare competitiva sul mercato di domani. A seguire interverrà il Professor Roberto di Pietra, direttore del Dipartimento di Studi aziendali e giuridici dell’Università di Siena, per spiegare quali sono gli investimenti da fare in sostenibilità ed innovazione manageriale per la creazione di valore nel business del vino. Conclude la prima parte dei lavori la presentazione del business case dell’azienda Salcheto di Montepulciano. Ad illustrare come è stato possibile realizzare la prima cantina scollegata dalle reti di distribuzione energetica sarà il presidente della società, Michele Manelli.

Alle 18,30, sempre al Santa Chiara Lab, inizia il talk show di Wine&Siena condotto da Federico Quaranta sul tema “Vino, cibo e territorio nella dimensione della Sostenibilità per la Comunità” realizzato in collaborazione con l’Università di Siena e Conad. Parteciperanno: Francesco Pugliese, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Conad, la Professoressa Sonia Carmignani, esperta di diritto alimentare e agroalimentare, Stefano Bernardini, Presidente di Confcommercio Siena, lo Chef stellato Igles Corelli e il Presidente della  Cantina Salcheto, Michele Manelli.

Alle 20.30 il Santa Chiara Lab, sempre grazie a Conad, si trasforma in un laboratorio del gusto per accogliere la cena “Sapori&Dintorni Conad”, percorso gastronomico attraverso i prodotti a cura della Compagnia degli Chef, team di prestigiosi cuochi italiani che si adoperano ogni giorno per promuovere le eccellenze agroalimentari, interpretate con creatività e attenzione al territorio. Per partecipare alla cena è necessario prenotare presso lo store Sapori&Dintorni Conad (Piazza del Campo, Siena, telefono 0577 285740), oppure on line sul sito www.wineandsiena.it.

 

Ti potrebbe interessare anche...