Crea sito

TAHITI e le sue isole

TAHITI E LE SUE ISOLE… RITRATTO NEL PACIFICO MERIDIONALE
Tahiti e le sue Isole sono situate a circa 17 100 km dalla madrepatria.
L’estensione delle sue acque territoriali è di 4 milioni di kmq, equivalente a quella dell’Europa.
La superficie delle sue terre emerse, suddivise in 118 isole sparpagliate, occupa 4000 kmq. L’isola di Tahiti, nell’arcipelago della Società, si trova a 17′ 32 di latitudine sud e 149′ 34 di longitudine ovest. Situata tra la California (6 200 km) e l’Australia (5700 km), dista 8800 km da Tokyo e 7500 km da Santiago del Cile.
118 IS0LE IN 5 ARCIPELAGHI
Le 118 isole lussureggianti sono sparpagliate in cinque arcipelaghi distanti fra loro e d’aspetto diverso, i cui abitanti adattano il venturesimo secolo ai ritmi ancestrali dell’oceano e del sole.
L’arcipelago della Società (costituito dalle Isole Sopra Vento e dalle Isole Sottovento) è un insieme di isole alte tropicali circondate da lagune, di cui la principale è Tahiti, la più grande delle isole polinesiane, con Papeete come capitale amministrativa.
Tahiti s’innalza con i suoi due splendidi massicci vulcanici; il più grande di questi, nel cuore di Tahiti Nui, supera i 2 000 metri d’altezza con il monte Oropiti ed il piccolo, proprio al centro di Tahiti Iti, raggiunge quota l 300 m con il monte Mairenui. Le due isole, collegate dall’Istmo di Taravao, sembrano una cometa di smeraldo nel cielo turchese della loro stretta laguna.
Questo arcipelago comprende, tra l’altro, Moorea, con i suoi picchi vulcanici che si riflettono nelle tranquille acque della sua laguna, separata da Tahiti da soli 17 km di un profondo braccio di mare; Huahine, isola magica e selvaggia, situata a 175 km a nord-ovest diTahiti; Raiatea e Tahaa, isole sacre dalle fertili vallate, circondate dalla stessa laguna; la famosa Bora Bora dalla straordinaria bellezza delle sue acque ricche di pesci, dei suoi “motu”di sabbia bianca e dei suoi giardini di corallo; E Maupiti, l’isola del cuore, immersa in una laguna dal meraviglioso color verdegiada.
L’arcipelago delle Tuamotu è un insieme di isole basse, o “atolli”, un mondo speciale tra cielo e oceano, ciascuno dei quali è richiuso nella sua laguna da una cintura di corallo.
Blu, bianco e verde: sono i tre colori dominanti dell’arcipelago delle Tuamotu, semplici anelli di corallo adagiati dolcemente sull’oceano, quasi sospesi tra il cielo e le onde. E quando ci si avvicina, è la magia dei colori: le sfumature di turchese della laguna, il viola delle piattaforme di corallo che affiorano dalla superficie di un’acqua trasparente verde-giada e il giallo, il rosso, l’arancione, il nero e il rosa della flora sottomarina. E’ un ambiente propizio per la coltura delle perle. Rangiroa, Tikehau, Manihi sono le località maggiormente visitate.
L’arcipelago delle Marchesi Terre degli Uomini, “Enua Enata”, è un insieme di isole alte che si ergono come fortezze dal colore verde scuro nel blu del Pacifico, a due passi dall’equatore, a circa l 500 kilometri da Tahiti. Dodici isole di cui solo sei, però, sono abitate, le Isole Marchesi non offrono molte spiagge. le isole più conosciute sono Nuku Hiva, Hiva Oa, Ua Pou e Ua Huka ; tutte presentano, tra gli altri numerosi punti di interesse, una magnifica vegetazione arborea con montagne scoscese popolate di cavalli, capre e maiali.
L’arcipelago delle Australi, situato all’estremo sud, comprende 5 isole alte e selvagge: Rurutu, Tubuai, Rimatara, Raivavae e Rapa. Ultime terre abitate del sud Pacifico, le isole Australi hanno rilievi più dolci e cime meno elevate rispetto a quelle degli altri arcipelaghi. Con le loro “marae”, antichi luoghi di culto, i loro grandi tiki di pietra ed i muri di recinzione dei “pa”, le fortezze millenarie, queste isole nascondono ancora molti segreti.
In questo ambiente propizio all’orticoltura, si trovano allo stesso tempo piante tropicali e piante tipiche delle regioni temperate.
le Isole Australi sono anche il luogo di incontro delle balene megattere : le potete ammirare ogni anno dalla fine di luglio a ottobre.
L’arcipelago delle Gambier, costituito dall’isola alta di Mangareva e dalla sua cintura di isolotti, che rappresentano i resti dei bordi franati del suo antico cratere gigantesco, è situato all’estremità orientale del territorio polinesiano.
Poco frequentato, è un ambiente propizio alla coltura delle madreperle, e vanta importanti aziende perlifere.
UN CLIMA TROPICALE
Le isole della Polinesia godono di un clima tropicale molto soleggiato, con punte massime di circa 3 000 ore di sole all’anno nelle Tuamotu! La temperatura, sempre molto gradevole, è rinfrescata dagli alisei del Pacifico che soffiano tutto l’anno. La temperatura ambientale media è di 27″C, mentre l’acqua delle lagune si stabilizza attorno a i 26°C.
Si distinguono due stagioni: una stagione calda e umida che va da novembre a marzo, ed una stagione più fresca, da aprile ad ottobre.
La vegetazione, rigogliosa tutto l’anno, è ancora più in fiore durante la stagione umida. Nettamente più distanti dall’Equatore, gli arcipelaghi dell’estremo sud, Australi e Gambier, godono di temperature più fresche.
Temperature medie:
GENNAIO 27 °C
FEBBRAIO 27,1 °C
MARZO 27.1 °C
APRILE 27.1. °C
MAGGIO 26.4 °C
GIUGNO 25.2 °C
LUGLIO 24.7 °C
AGOSTO 24.6 °C
SETTEMBRE 25 °C
OTTOBRE 25.6 °C
NOVEMBRE 26.3 °C
DICEMBRE 26.6 °C
QUANTE ORE DI DIFFERENZA DI FUSO ORARIO?
Tahiti e le sue isole si trovano a lO ore GMT (tempo medio di Greenwich), ossia -12 ore d’estate o Il ore d’inverno rispetto a Parigi, e Roma, 2 ore rispetto agli Stati Uniti d’America versante Pacifico, 6 ore rispetto a Santi ago del Cile, 19 ore rispetto a Tokyo e a Sydney e 22 ore rispetto ad Auckland.
QUALI SONO LE FORMALITÀ DI INGRESSO?
I cittadini francesi devono semplicemente presentare la Carta Nazionale d’Identità per soggiornare in Polinesia.
E’ tuttavia vivamente consigliato di munirsi di un passaporto valido fino a sei mesi dopo il ritorno per l’eventualità di uno scalo prolungato o imprevisto negli Stati Uniti.
I cittadini belgi, lussemburghesi, monegaschi, svizzeri, beneficiano di una franchigia di soggiorno (senza visto) di tre mesi. Lo stesso vale per i cittadini degli stati dell’Unione Europea, ma anche di : Andorra, Australia, Cipro, Islanda, Liechtenstein, Malta, Norvegia, Saint Martin, Saint Siège. I cittadini canadesi beneficiano di una franchigia di soggiorno di un mese.
Lo stesso vale per i cittadini di : Argentina, Bermude, Brunei, Corea del Sud, Croazia, Stati Uniti d’America, Ungheria, Giappone, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Polonia, Repubblica Ceca, Singapore, Siovacchia, Siovenia, Uruguay, Bolivia, Cile, Costa Rica, Equador, Estonia, Guatemala, Honduras, Lettonia, Lituania, Nicaragua, Panama, Paraguay, San Salvador.
I cittadini di tutti gli altri stati devono ottemperare all’obbligo del visto (compresi gli stranieri residenti negli Stati Uniti d’America). Da richiedersi presso l’ambasciata di Francia o il consolato francese del luogo di residenza. Tale visto deve recare la dicitura obbligatoria: “valido per la I Polinesia francese”.
Ad eccezione dei cittadini dell’Unione Europea, tutti gli stranieri in arrivo in Polinesia Francese devono essere in possesso di un biglietto di ritorno.
LA DOGANA
Tutte le merci trasportate devono essere dichiarate alla dogana con relativo pagamento delle tasse corrispondenti.
Sono ammessi in franchigia tutti gli oggetti indicati nella seguente
alcuni esempi:
TABACCO Sigarette 200 Unità o Cigarillos 100 Unità o Sigari 5O Unità o Tabacco 250 g
ALCOOLICI Vino 2 Litri o Bevande alcooliche 2 Litri
PROFUMI 50g
EAU DETOILETTEc 1/41
CAFFÉ 500g o estratti ed essenze di caffè 200 g
THÉ 100g o estratti ed essenze di thé 40 g
Per viaggiatore di età superiore a 15 anni 30000 CFP
Per viaggiatore di età inferiore a 15 anni 15 000 CFP
I viaggiatori di età inferiore ai 17 anni non beneficiano di alcuna franchigia per tabacchi ed alcool.
FORMALITÀ PARTICOLARI:
In entrata o in uscita dalla Polinesia Francese, alcune merci sono sottoposte ad una regolamentazione particolare: Stupefacenti, contraffazioni e perle di coltura d’origine non polinesiana sono assolutamente vietati, così come: .Animali vivi, prodotti animali e di origine animale, salvo autorizzazione del Dipartimento dell’Economia Rurale della Polinesia Francese, casella postale 100, Papeete, TAHITI, Tel. (689) 83. 34. 27
Qualsiasi vegetai e,salvo certificato fitosanitario per informazioni (689) 42. 97. 80).
Beni culturali (oggetti d’arte, antichità), medicinali; .Armi e munizioni. Contattare l’Alto Commissariato della Repubblica in Polinesia Francese, Tel. (689) 46.85. 56, interno S56.
Gli apparecchi di telefonia e telecomunicazione devono essere oggetto di un’autorizzazione di importazione rilasciata sia dal Servizio delle Poste e Telecomunicazioni del Territorio Tel. (689) 53.22. 44 Fax. (689) 53.28. 01 (telefoni, fax, segreterie telefoniche…), sia dal Servizio delle Poste e Telecomunicazioni dell’Alto Commissariato della Repubblica, Tel. (689) 46. 86. 31


Info: https://tahititourisme.it/it-it/ (Italiano)