Crea sito

Valle della Loira: Dal Castello di Chambord al Museo del Bracconaggio

Dal Castello di Chambord al Museo del Bracconaggio

Il felice incontro dell’uomo con la natura, un modo tutto nuovo per scoprirla!
1) Chaumont-sur-Loire
Il castello apparteneva a Caterina de Medici ; alla morte del suo sposo, Caterina costrinse Diana di Poitiers a scambiare il castello di Chenonceau con quello di Chaumont. Da ammirare il ponte-levatoio intatto e, nelle dipendenze, le sellerie Hermès del XIX secolo.
Da giugno a ottobre, il Festival Internazionale dei Giardini accoglie nell’ambito dello splendido parco del castello paesaggisti da tutto il mondo.
Lo scopo? Creare giardini attorno a un tema, diverso ogni anno. Un appuntamento tutto colori e profumi!
2) Blois
Vi piacerà passeggiare nei vecchi quartieri di questa Città d’Arte e Storia, sulle rive della Loira, pronti a imbarcarvi su un futreau, una tipica imbarcazione, per un’uscita alla scoperta della fauna e della flora locali, o girare attorno al castello in calesse. Capolavoro del Rinascimento in cui sussistono elementi medievali, il castello reale di Blois, residenza prediletta dei Re di Francia, è una tappa magica.
Edificato nel cuore della città, è un repertorio di 5 secoli di architettura francese. Meraviglie infinite alla Maison de la Magie che vi rivelerà l’universo dell’illusionista Robert Houdin, e naturalmente dei “trucchi” che incanteranno i bambini… di tutte le età! Il Museo dell’ Oggetto prolungherà l’effettosogno, con opere d’arte di Arman, Dali, Christo, César per una collezione sorprendente. Dopo gli oggetti, gli animali: visitate l’Haras National alla scoperta della storia, dei mestieri legati al mondo dell’equitazione, e delle diverse razze di cavalli.
3) Cellettes
Edificato da un uomo di stato, amico di Ronsard, prima di essere ingrandito nel XVII secolo, il castello di Beauregard mostra una ricchezza che affascinerà gli appassionati d’arte con i suoi decori interni e gli stucchi. 327 ritratti, tra cui quelli di quindici re di Francia: la galleria dei personaggi celebri è una vera lezione di storia. Un’ armata in marcia, ecco la decorazione originale per un pannello di piastrelle di Deft smaltate di blu! E il parco vanta un bel giardino dei ritratti.
4) Cheverny
Quando l’arte classica si unisce all’arte popolare: il castello di Cheverny, XVII secolo, un castello della Loira magnificamente arredato, ha ispirato Hergé nel disegnare il famoso castello del capitano Haddock, Moulinsart, conosciuto da tutti gli appassionati dei fumetti di “Tintin”. E ritroverete proprio Tintin in una mostra permanente: I segreti di Moulinsart. La scoperta del parco in barca o su una piccola vettura è un modo insolito e piacevole di scoprire l’ambiente verdissimo.

Castello di Chambord

5) Tour-en-Sologne
Dimora di un segretario di Francesco 1°, il castello di Villesavin è stato edificato dagli stessi architetti che hanno lavorato a Chambord; da ammirare la piccionaia con la scala a chiocciola prima di andare a vedere la collezione di costumi e oggetti che rievocano la storia del matrimonio, dal 1840. Nel parco, i bambini scopriranno, grazie a
giochi ed enigmi, l’identità del fantasma che abita aVillesavin dal 1919.
6) Chambord
Il castello reale di Chambord e la proprietà attorno si estendono per 5400 ettari. Quasi la superficie di Parigi ! Uno scenario perfetto per escursioni, lungo il Cosson, in barca, o in bicicletta, fra centinaia di chilometri di viali. Vere passeggiate nella natura ! E forse avvisterete anche cervi e cinghiali: gli animali selvaggi stanno volentieri, a Chambord.
7) Talcy
Ai confini della Beauce, il castello di Talcy dal XVI secolo distilla ai suoi visitatori il suo charme particolare, in cui si mescolano la forza medievale e l’eleganza del Rinascimento. Visse qui Cassandra, figlia di un banchiere italiano e amore ideale di Ronsard. Il ricordo commosso della sua presenza ispirò al poeta Les Amours…
8) Romorantin
Avete la passione dell’automobile? Lo spazio automobili Matra vi racconterà tutta l’epopea della famosa casa automobistica, dalle tre vittorie alla 24 Ore di Le Mans negli anni 70, fino all’ultima nata delle monovolume: l’Avantime.
Se amate la storia, vi piacerà la bella lezione che vi racconterà il Museo della Sologne, installato in antichi mulini. E infine la sorpresa di squali e piragna nella Sologne: una delle tante curiosità di Aliotis, il Parco-Acquario della Sologne dedicato all’acqua e alla vita nell’ambiente acquatico.
9) La Ferté-st-Aubin
Una storia di sapori : la cucina di antica tradizione è protagonista al castello della Ferté (XVII secolo), attraverso dimostrazioni e degustazioni.
Quanto a L’Ile Enchantée, il parco del castello farà vivere ai bambini con le sue animazioni l’atmosfera di un vero racconto delle fiabe.
10) Chaon
Lasciate da parte i pregiudizi entrando nella Maison du Braconnage : presenta una visione insolita del bracconaggio, senza farne l’apologia. E Raboliot,l’eroe di Maurice Genevoix, riprende vita…
Da vedere, fare, ascoltare…
– Festival “Tous sur le pont” – Blois.
Festival di musica, canzoni, classica e jazz ma anche teatro di strada, spettacoli per il pubblico più giovane…
Dal 25/6 al 13/7. Tel : 0033.2.54.44.51.82.
– “Così vi viene raccontata Blois”.
Blois. Spettacolo notturno che ricorre alle più moderne tecnologie del suono e dell’immagine. Da Aprile a Settembre Tel : 0033.2.54.78.72.76.
– Quinta edizione delle “Mongolfiade” di Blois.
Per tre giorni mongolfiere provenienti da tutta Europa sfileranno nel cielo di Blois. Spettacolo gratuito. Luglio. Tel : 0033.2.54.90.41.41.
– Spettacolo d’Arte Equestre.
Chambord. Differenti quadri rappresentanti la storia del castello, dal Rinascimento al Conte di Chambord, grazie alla recitazione di un favoloso attore : il cavallo.
Dal 1/5 al 30/9. Tel : 0033.2.54.20.31.01.
– Festa delle Piante e dei Giardini. La Ferté Saint-Aubin.
Il 1 ed il 2/5. Tel : 0033.2.38.76.52.72.
– Le Giornate Gastronomiche di Sologne. Romorantin-Lanthenay.
Salone gastronomico. Fine Ottobre. Tel : 0033.2.54.96.59.19.

Info: www.touraineloirevalley.com (Francese – Inglese)