Crea sito

Repubblica Ceca – Benessere termale

Una tradizione ultracentenaria, 37 località termali sparse in tutto il Paese, numerose sorgenti, una ricca varietà di fanghi curativi, gas naturali, favorevoli condizioni climatiche, moderne strutture e un personale altamente qualificato fanno della Repubblica Ceca una delle mete termali più potenti al mondo, capaci di offrire ogni comfort necessario per soggiorni di cura, riposo, bellezza e benessere. Non a caso, infatti, le località termali ceche sono state da sempre la meta preferita dei sovrani e dell’elite intellettuale e politica d’Europa. Carlo IV, Goethe, Mozart, Chopin, Pietro il Grande e Maria Teresa non sono che alcuni dei famosi frequentatori delle terme ceche. Le testimonianze degli antichi fasti sono tutt’oggi visibili in quell’elegante architettura, fatta di raffinate strade, portici ed edifici, che caratterizza le stazioni termali ceche.

La più grande e famosa delle località termali del Paese è Karlovy Vary (o Karlsbad – www.karlovyvary.cz ). Situata nella regione della Boemia Occidentale, la città offre ben 12 fonti minerali e svariati programmi benessere. Qui l’acqua sgorga da una profondità di oltre 2 km e raggiunge una temperatura che varia dai 41 ai 73 gradi. Fondata nel XIV secolo da Carlo IV, la fama della città termale boema è andata aumentando nei secoli, grazie anche alla sua favorevole posizione geografica all’interno di una regione che vanta una concentrazione di fonti termali che non ha paragoni al mondo. Vicino a Karlovy Vary si trovano altre 2 mete termali di tutto rispetto e che insieme formano il cosiddetto “Triangolo termale della Boemia Occidentale”: Marianske Lazne (o Marienbad – www.marienbad.cz ) e Frantiskovy Lazne (o Franzenbad – www.frantiskovy-lazne.cz) , che propongono trattamenti curativi e di benessere sfruttando risorse naturali, quali acque minerali ad alto contenuto di ferro e CO2, fanghi e gas naturali.

Le fonti curative ceche erano già frequentate oltre 2000 anni fa, come testimonia la grande quantità di monete romane e celtiche rinvenute nelle sorgenti termali della zona intorno al Teplice (www.teplice.cz) in Boemia Settentrionale. Tra le più note e frequentate d’Europa, le terme di Teplice giovano alla salute e alla bellezza. Sempre in Boemia Occidentale si trova la prima stazione termale a utilizzare il radon: Jachymov ( www.laznejachymov.cz ). Questa piccola città mineraria ai piedi dei Monti Metalliferi è ricca di sorgenti radioattive termali calde (28°C) con alto contenuto di elementi rari, come il titanio, il berillio e soprattutto radio. Bisogna spostarsi in Moravia Settentrionale per trovare l’altra località termale ceca da primato: Jesenik ( www.jesenik.org ).

Proprio qui, infatti, nel 1822 Vincenz Priessnitz fondò il primo istituto di idroterapia del mondo. La più grande città termale della Moravia si trova, invece, a sud della regione: Luhacovice ( www.lazneluhacovice.cz ). In città e dintorni si trovano, oltre a una sorgente di zolfo, ben altre 16 fonti. Ogni ora arrivano in superficie circa 15 mila litri di acque minerali che, per l’alto contenuto di sali minerali e l’elevata concentrazione di anidride carbonica, sono considerate tra le più ricche ed efficaci d’Europa.

Tra gli alti centri termali della Repubblica Ceca vanno ricordati anche Karlova Studanka ( www.k.studanka.cz ), Darkov ( www.darkov.cz)  e Lipova-Lazne ( www.lipova-lazne.cz ) in Moravia Settentrionale, Trebon ( www.mesto-trebon.cz ) in Boemia Meridionale e Podebrady ( www.lazne-podebrady.cz ) in Boemia Centrale.

Per maggiori informazioni su tutte le stazioni termali ceche: www.spa.czechtourism.com

LE TERME DELLA REPUBBLICA CECA, TRA MEDICINA E WELLNESS.

Le terme della Repubblica Ceca sono considerate tra le migliori al mondo. Un bene prezioso le acque benefiche che sgorgano dal sottosuolo ceco, ma tutt’altro che raro: nel Paese si contano più di trenta centri termali e centinaia di sorgenti curative.

In tutto il territorio non c’è che l’imbarazzo della scelta tra antiche fonti benefiche, ognuna con una sua specificità terapeutica, fanghi curativi, giacimenti di torba, gas naturali che, insieme a trattamenti wellness, clima salubre, aria pulita e paesaggi che curano l’anima, sono gli ingredienti di una infallibile ricetta di benessere psico-fisico. Una ricetta che nei secoli è stata già collaudata e apprezzata da personaggi illustri: Mozart, Beethoven, Chaikovsky, Goethe, Ibsen, Kafka, Freud, Schopenhauer, Marx, Kipling, Tolstoj, Chopin e molti altri ancora.

 

BOEMIA: IL REGNO DELLA SALUTE

Le località più celebri -al tempo stesso luoghi di cura, mete turistiche e città mondane- sono quelle del cosiddetto Triangolo termale della Boemia occidentale: Karlovy Vary (o Karlsbad, www.karlovy-vary.cz), Marianske Lazne (o Marienbad, www.marianskelazne.cz) e Frantiskovy Lazne (o Franzensbad, www.franzensbad.cz).

Karlovy Vary è la più antica, fondata da Carlo IV. Oggi rinomata località turistica, è bagnata da ben 12 sorgenti principali e 200 secondarie. L’acqua termale zampilla nelle hall degli hotel e nei parchi e non è raro vedere chi passeggia da una fonte all’altra con una tazzina al collo per la cura idropinica. La scienza conferma che le acque di Karlovy Vary, ricche di sodio, bicarbonato e solfato sono prodigiose contro diverse affezioni, dai disturbi digestivi al diabete, dall’obesità ai disordini del metabolismo, dalla gotta alle difficoltà del sistema motorio… Nelle cure si ricorre anche a fanghi, impacchi e bagni.

Marianske Lazne, fondata agli inizi del XIX secolo e circondata di boschi, è un gioiello di architetture liberty e neoclassiche il cui fascino non si è mai sbiadito nei secoli. Le prime fonti furono scoperte addirittura nel XVI secolo e oggi se ne contano almeno 100 tra città e dintorni. La composizione delle acque varia molto e quindi sono diverse anche le indicazioni mediche: qui si curano fegato e vie urinarie, sistema linfatico, disturbi neurologici, apparato digestivo, diabete, affezioni respiratorie generiche, difficoltà motorie e problemi dermatologici.

Frantiskovy Lazne (www.frantiskolazensko.cz) è la più piccola. Eppure la più “grande”: la Società Termale della Repubblica Ceca le ha appena conferito il prestigioso premio “Terme del 2009”, assegnato ogni anno al miglior stabilimento termale dal punto di vista medico. Graziosa cittadina ricca di verde e ornata di aiuole fiorite, Frantiskovy Lazne conserva intatte le atmosfere dei primi ‘900, con i tipici edifici e padiglioni in stile neoclassico. Suo fiore all’occhiello sono le sorgenti di acqua alcalina, i fanghi ricchi di zolfo e ferro e i gas naturali, tutti impiegati con successo nel trattamento di disturbi cardiovascolari, problemi a muscoli e articolazioni, malattie ginecologiche e infertilità e nella riabilitazione dopo l’infarto.

 

Sempre in Boemia occidentale, non va poi tralasciata Jachymov (www.laznejachymov.cz), prima stazione termale al mondo a impiegare il radon per scopi terapeutici. Ai piedi dei Monti Metalliferi, la località deve il suo successo ai minatori che nei primi anni del ‘900 scoprirono nelle miniere di uranio un ricco giacimento di radon, gas radioattivo prodotto dal decadimento dell’uranio appunto. I bagni in acqua radioattiva, pompata in profondità per riempire le vasche delle terme, alleviano dolori e malattie articolari, aiutano nella riabilitazione post-operatoria, stimolano la circolazione sanguigna e migliorano il sistema immunitario. Le terme di Jachymov sono efficaci anche contro diabete e disturbi nervosi.

Teplice (www.teplice.cz) è il centro termale più antico di tutta l’Europa Centrale con al proprio attivo oltre duemila anni di esperienza e tradizione nel restituire salute e benessere. Il ritrovamento di monete romane e gioielli celtici testimoniano il passaggio di antichi popoli noti per la loro passione per le terme. A cavallo tra XIX e XX secolo, Teplice era nota come la “Piccola Parigi” o il “Salotto d’Europa”. Non sorprende quindi che di qui siano passati teste coronate, Goethe, Beethoven, Wagner, Chopin e Listzt. Le acque benefiche di Teplice vengono impiegate nella cura dei problemi dell’apparato motorio, del sistema circolatorio e dei disturbi nervosi.

Altro vanto boemo sono infine le terme di Lazne Kynzvart (www.laznekynzvart.cz), vera oasi di salute per bambini. A 780 metri di altitudine, immersa nella foresta, la località è caratterizzata da un microclima particolarmente salutare. Il contesto ideale per curare le affezioni delle vie respiratorie dei piccoli. E infatti Lazne Kynzvart in questo campo è accreditato come il miglior stabilimento termale di tutta la Repubblica Ceca. Il centro è specializzato in genere nella cura dei disturbi di bambini e adolescenti (2-15 anni), tanto che negli anni ha allargato le proprie prestazioni anche alla cura di manifestazioni allergiche della pelle e disturbi del fegato e delle vie urinarie in questa fascia d’età.

MORAVIA:  LE SORPRESE MAGGIORI VENGONO DALLE TERME “MINORI”

Ma l’intero territorio ceco è una miniera di benessere e “nasconde” luoghi poco conosciuti dallo straniero, dove affidarsi a una natura meravigliosa, aria ancora pulita, clima mite e una tradizione antica in fatto di salute. E’ il caso della Moravia, dove a lambire una natura rigogliosa e verdissima, è quella che è stata definita l’aria più pulita d’Europa.

Qui, regina indiscussa delle terme è la stazione di Luhacovice (www.luhacovice.cz), nel Sud della Regione, “benedetta” da una sorgente di zolfo e ben 15 fonti curative. Particolarmente ricche di anidride carbonica e sali minerali, le sue acque sono considerate tra le più efficaci d’Europa. Associate a moderne pratiche di cura e riabilitazione, sono particolarmente efficaci nella cura dei disturbi degli apparati respiratorio, motorio e digerente, nella regolarizzazione del metabolismo e nella lotta a diabete e obesità. Per celebrità segue a ruota Hodonin (www.laznehodonin.cz) dove distese ordinate di pregiati vigneti celano nel sottosuolo acque bromoiodiche, utili tra l’altro nel trattamento di malattie cardiologiche, del sistema circolatorio e di quello nervoso. Qui ci si cura soprattutto con l’idroterapia ma anche con massaggi, kinesiterapia, meccanoterapia, impacchi di torba, crioterapia. Zlin (www.mestozlin.cz), cuore di una regione bellissima, vanta tra le sue perle Kostelec U Zlina, con una tradizione termale e curativa che risale al 1742. A regalarle fama, le sorgenti sulfuree, efficaci nella cura della pelle e dei disturbi delle articolazioni e quindi del sistema motorio. Quelle di Bludov (www.bludov.cz) sono note come le terme dei bambini. Sfruttano una sorgente naturale, fortemente alcalina di solfato cloruro-sodico ad elevato contenuto di fluoride, soprattutto nella cura di piccoli che hanno subito interventi all’apparato urinario, di quelli che presentano infiammazioni renali o delle vie urinarie, di quelli affetti da catarro nelle alte vie respiratorie. Negli ultimi decenni, poi, si sono distinte nella cura del “male dei tempi moderni”: l’obesità infantile. Per i problemi della pelle ci sono invece le terme di Ostrozska Nova Ves (www.laznenovaves.cz), dalla specificità appunto dermatologica e particolarmente efficaci contro psoriasi, dermatiti, eczemi e acne. Doveroso infine citare le terme di Priessnitz a Jesenik (www.pressnitz.cz). Sono intitolate a Vincenz Priessnitz, meglio noto come “il dottore delle acque”, che nel 1822 fondò qui il primo istituto di idroterapia al mondo. Nello stabilimento si curano i disturbi dell’apparato circolatorio e respiratorio, quelli del metabolismo e le affezioni dermatologiche ma è attualmente in corso di realizzazione un grande parco per le cure idroterapiche all’aperto, con vasche, ruscelli, docce e altre “attrazioni” per un percorso curativo en plein air.

DALLE CURE AL WELLNESS, L’EVOLUZIONE DEL BENESSERE

 Benessere, ovvero stare bene.  E’ un concetto meraviglioso ma anche un progetto ambizioso. Un lavoro su se stessi che coinvolge la sfera fisica e quella interiore, che presuppone la salute ma va molto oltre. Una conquista che si deve alla scienza ma anche alle coccole. Ecco perché anche in Repubblica Ceca, accanto a stazioni termali dalla lunga tradizione curativa e dalla comprovata reputazione medica, proliferano Spa, beauty farm e centri wellness (www.spas.cz). Anche qui insomma hanno scoperto “l’acqua calda”, quella delle fonti termali ma anche la validità dell’assioma per cui va bene curarsi, ma è ancora meglio prendersi cura di sé. Ecco allora la risposta a ogni tipo di esigenza o desiderio: centri specializzati forti di attrezzature all’avanguardia ma soprattutto di personale qualificato nelle più richieste pratiche di remise-en-forme. Ce n’è per tutte le esigenze: programmi disintossicanti, rigeneranti, dimagranti, revitalizzanti, rilassanti, riabilitativi, curativi e preventivi. Massaggi corpo e viso, bagni, impacchi, shiatsu, watsu, Ayurveda, hot stone massage, Lomi Lomi, sauna, vibro sauna, sauna a infrarossi, idromassaggio, linfodrenaggio, manicure, pedicure, riflessologia e massaggio plantare, scrub corpo e pulizia viso, maschere, hammam, agopuntura, ossigenoterapia, cromoterapia, aromaterapia, aquagym, bendaggi, percorsi Kneipp, dermatologia correttiva…

Trattamenti di antica tradizione e pratiche di ultima generazione, terapie orientali e proposte dal “sapore” ceco, come i bagni nella birra o alle erbe, gli impacchi con la torba o le grotte di sale. Nelle località termali e di cura ogni albergo è naturalmente in grado di offrire una Spa con un menu personalizzato di trattamenti e programmi di benessere, ma anche gli stabilimenti di cura si stanno dotando sempre più di moderni comparti wellness. E’ il caso per esempio delle terme di Jachymov che hanno da poco inaugurato, all’interno del padiglione più antico, l’avveniristico “Aquacentrum Agricola”. O delle terme montane di Karlova Studanka, dotatesi di recente di una favolosa piscina riempita con acqua marina riscaldata, illuminata da un gioco di luci bianche e blu e completa di vari tipi di idromassaggio. Per un insolito, rigenerante e meditativo bagno. O ancora le terme di Bohdanec che hanno introdotto una grossa novità nei tradizionali trattamenti con la torba. Il corpo viene spalmato di torba e quindi calato nella speciale vasca-nuvola: un lettino a immersione con cui si evita il contatto diretto con l’acqua che però sviluppa comunque il calore necessario a mantenere la temperatura d’impacco. Il vantaggio è che il trattamento è molto più soft, rilassante e adatto quindi persino ai cardiopatici. Nell’hotel Carlsbad Plaza di Karlovy Vary, poi, è stato introdotto un nuovo concetto di wellness, detto Spa Suite: si affittano contemporaneamente più locali termali ad uso esclusivo della coppia che, in assoluta intimità, può condividere trattamenti e relax.

SOUVENIR DI SALUTE

A ricordo di una vacanza di benessere non accontentatevi della forma ritrovata, del malessere debellato, della nuova luce sul viso o della pelle levigata e morbida. Le terme più famose della Repubblica Ceca, quelle di Karlovy Vary, hanno pensato a qualcosa di concreto e imperituro: una rosa di pietra. L’acqua della sorgente più calda della città, che sgorga a ben 72°C, è talmente minerale che nel giro di qualche giorno è in grado di calcificare un fiore. Ecco allora che la cosiddetta rosa di Karlovy Vary, così come svariati altri oggetti ricoperti di aragonite, è diventata il souvenir ufficiale della località di cura. Che offre anche la possibilità di un tour sotterraneo, per osservare la sorgente ipogea di acqua caldissima e scoprire il processo di calcificazione e lavorazione dei souvenir.


INFO UTILI:
Ente Nazionale Ceco per il Turismo
Via G. B. Morgagni, 20 – 20129 Milano
Tel. 02 20422467, fax 02 20421185
[email protected]www.turismoceco.it