Crea sito

La Norvegia orientale

La Norvegia orientale ha molto da offrire ai visitatori, dalle fitte foreste popolate dai lupi a un ristorante citato sulla guida Michelin o un chiosco che vende kebab nella città di Oslo; dallo sci di alta quota alle visite al museo vichingo, alla navigazione lungo le coste frastagliate; dalle fattorie millenarie nelle valli alla vita notturna delle città. La Norvegia orientale è allo stesso tempo antica e moderna.
La capitale Oslo è spesso definita la capitale outdoor europea per le sue vaste foreste disabitate e per essere ubicata alla fine di un fiordo lungo 100 chilometri.
A sud di Oslo ci sono tante cittadine dall’atmosfera accogliente.
Østfold ha molti monumenti storici e Vestfold era famosa per le spedizioni marittime sin dai tempi dei vichinghi. Akershus è la cintura verde di Oslo e ospita molti dei sobborghi della capitale.

La città olimpica di Lillehammer è situata nella Valle di Gudbrandsdalen, un distretto famoso per le antiche fattorie e gli sport invernali. Nella zona ci sono fattorie di montagna ancora attive, specialmente a Valdres e nella spettacolare regione montana di Jotunheimen, dove si trova la più alta montagna di Norvegia, il Galdhøpiggen (2469 metri sul livello del mare). Più a sud, al confine con la Svezia, si trova Hedmark, con profonde foreste e il più alto numero di lupi della nazione.


Il Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

L’elenco del Patrimonio Mondiale stilato dall’UNESCO riunisce siti o monumenti che rappresentano elementi insostituibili del patrimonio culturale o naturale sparsi per il mondo.
La Convenzione per la tutela del patrimonio mondiale, culturale e naturale, è stata istituita nel 1972 per garantire una protezione speciale a quei luoghi degni di essere preservati, grazie al loro valore universale, come facenti parte del patrimonio mondiale che lasceremo in eredità alle generazioni future. La Norvegia che ha ratificato questa convenzione nel 1977 può contare cinque siti repertoriati su questo elenco.
LA CITTA’ MINERARIA DI RØROS
La configurazione della città riflette la doppia attività dalla quale traeva sostentamento la comunità locale: l’agricoltura e l’attività estrattiva. Lo sfruttamento delle miniere di Røros cominciò nel 1644. Esse rimasero in servizio continuo fino al 1977.
La popolazione si stanziò e crebbe attorno al fiume Hitterelva, che forniva l’energia necessaria alle miniere di rame. La maggior parte della città bruciò nel 1678 e di nuovo nel 1679.
Nel ricostruirla si fece attenzione a conservare la divisione regolare che contraddistingueva le vie sin dal Rinascimento. La zona di Røros si sviluppò lentamente e senza altre peripezie, ciò fa sì che oggi possa andare fiera delle abitazioni qui edificate fra il 1700 e l’epoca moderna.
BRYGGEN – IL QUARTIERE ANSEATICO DI BERGEN
Alla fine del Medioevo, Bryggen – il quartiere anseatico di Bergen -, era al centro di un’intensa attività commerciale internazionale.
L’allineamento caratteristico delle facciate, disposte parallelamente e rivolte verso il mare, sono la testimonianza di uno stile architettonico che è sopravvissuto per circa 900 anni. Le proprietà del quartiere anseatico erano composte d’una o due serie di case che disponevano di un passaggio comune. Si trattava allo stesso tempo d’abitazioni private e depositi. E’ solamente all’inizio del ventesimo secolo che il quartiere cessò di essere utilizzato nel modo tradizionale. I cambiamenti intervenuti nelle relazioni commerciali, così come l’avvento dei nuovi mezzi di comunicazione avevano posto fine ad un modo di vita che perdurava da 700-800 anni.
LE INCISIONI RUPESTRI DI ALTA
Il sito di Alta racchiude un’importante collezione di incisioni che permettono al visitatore di immaginare la vita e la concezione del mondo tipiche degli uomini che vivevano in questi luoghi, più di 6000 anni fa.
Le prime incisioni rupestri furono scoperte in questa zona nel 1973, quasi per caso, da un passante.
Da allora, sono state scoperte circa 3000 incisioni disseminate su cinque siti differenti. Queste opere descrittive sono il risultato di un lungo periodo, infatti, i disegni più antichi sono stati scolpiti nella roccia più di 6200 anni fa, mentre i più recenti risalgono a 2500 anni fa.
LA CHIESA DI LEGNO DI URNES
La chiesa di legno di Urnes occupa un posto unico fra le 29 chiese di questo tipo conservate in Norvegia; questo sia per la propria architettura che per la storia dello stile che la caratterizza. Costruita durante la seconda metà del XIII secolo per servire da cappella privata di una ricca famiglia locale, è una delle più antiche e meglio conservate chiese di legno norvegesi. L’eccezionale finezza delle sculture lignee testimonia la perizia dei costruttori, che erano perfettamente al corrente delle tendenze che caratterizzavano l’architettura a loro contemporanea nel resto del mondo, e seppero brillantemente trasporla dalla pietra al legno. L’interno della chiesa è ornato di decori di una ricchezza fuori del comune.


Oslo – La Città dai mille volti

Visitate le attrazioni norvegesi e i musei più rinomati: il Museo di Munch, le millenarie navi vichinghe, la zattera Kon-Tiki di Thor Heyerdahl, la Fram – la nave rompighiaccio più famosa al mondo, il Museo Folkloristico e il parco monumentale di Vigeland con le sue sculture.
Dall’altissimo trampolino sciistico di Holmenkollen fino al porto, dove si trova il moderno e vivace quartiere di Aker Brygge, Oslo vi aspetta per offrirvi mille emozioni!
Inoltre, Oslo è l’unica capitale europea che offre numerosi impianti sciistici a pochi minuti dal centro, raggiungibili comodamente con i mezzi pubblici. Provate un City Break diverso, in cui potrete combinare gli sport invernali allo shopping, ai mercatini natalizi e ai ristoranti più rinomati. Lasciatevi conquistare dall’offerta di intrattenimenti e attività di svago più entusiasmante di tutta la Scandinavia!
OSLO PASS
L’Oslo Pass è il modo più semplice per visitare la città!
Vi consente di viaggiare gratis fino alla periferia di Oslo con i mezzi pubblici (4 zone) ed entrare gratuitamente in fantastici musei, attrazioni e piscine. Inoltre potrete usufruire di sconti in ristoranti selezionati, per le visite guidate alla città, per il noleggio di auto o di pattini e per l’acquisto di souvenir. L’Oslo Pass vi consente anche di parcheggiare gratis nei parcheggi comunali.
Per informazioni e prenotazioni di hotel, visitate il sito www.visitoslo.com oppure telefonate al numero +47 23 10 62 00.
Per informazioni: Oslo Promotion
Tel: +47 24 14 77 00 Fax: +47 22 42 92 22
Internet: www.visitoslo.com E-mail: [email protected]