Crea sito

Itinerari Scozia: La flora e la fauna delle Highlands

L’itinerario nei particolari
La  flora  e  la  fauna  delle  Highlands

1° Giorno
Appena a sud di Fort William sulla A82  prendete il traghetto di Corran Ferry  e attraversate il fiordo Loch Linnhe  raggiungendo Ardgour. Poi prendete  la A861 che passa per Strontian  e arriverete al fiordo Loch Sunart.
Questo fiordo è circondato da boschi  di querce naturali in cui vivono uccelli  di tante specie diverse. Il Centro di  storia naturale di Ardnamurchan  Ardnamurchan Natural History Centre,  più a ovest, vi potrà offrire maggiori  informazioni.
2° Giorno
Costeggiando la regione del Moidart  (A861) portatevi a nord dove  prenderete la “Strada per le isole”  “The Road to the Isles” per raggiungere  il porto di Mallaig.
Il traghetto Mallaig-Armadale vi porterà  sull’isola di Skye, un luogo eccellente  per gli appassionati della natura,  con molte possibilità di scelta:  dall’osservazione delle lontre a  Kylerhea, alle escursioni in barca per  avvistare le balene o per osservare altre  specie di fauna.
3° Giorno
Ritornando sulla costa occidentale della  Scozia attraverso il ponte con cui è  collegata all’isola di Skye, dirigetevi  verso nord, costeggiando il fiordo  Loch Carron e prendete la A896  per Shieldaig e poi il fiordoTorridon,  notando lungo il percorso il bosco di  frassini Rasaal (Rasaal Ashwood), il più  settentrionale della Gran Bretagna.
Esplorando i monti Torridon Hills avrete ottime probabilità di avvistare i cervi  e le aquile reali. Dirigetevi a est  attraversando la valle Glen Torridon  per raggiungere la riserva naturale  nazionale Beinn Eighe Beinn Eighe  National Nature Reserve, nella quale  si può percorrere un sentiero  naturalistico tracciato lungo le rive  del Loch Maree (A832).
4° Giorno
Proseguite verso nord oltre Gairloch,  godendovi la vista del fiordo Loch Ewe  (con le lontre) e il panorama costiero.
Cercate anche di avvistare i rapaci, per  esempio lo smeriglio, percorrendo la  strada che porta alla gola di  Corrieshalloch – potrete ammirare una varietà di boschi, con piante di grande  interesse.  Prendete la A835 per Ullapool.
Dirigetevi ancora a nord per esplorare  la riserva naturale nazionale di  Inverpolly Inverpolly National Nature  Reserve, habitat dell’aquila reale e del  cervo. Con un po’ di fortuna potrete  avvistare anche il gatto selvatico. Nella  riserva si trovano anche diverse specie  di uccelli di brughiera.
5 ° Giorno
Proseguendo verso nord, prendete  la strada (segnalata) per l’isola di  Handa. Questa riserva naturale è  rinomata per le sue colonie di uccelli  marini e per gli stercorari e le strolaghe  che qui nidificano. La A838 raggiunge la costa settentrionale presso lo stretto di Kyle of Durness. È possibile fare escursioni in minibus al faro di capo Wrath
che si trova più a ovest. Dalla baia di Balnakeil escursione a piedi per osservare i pulcinella di mare al capo Faraid Head.
6° Giorno
Lungo tutta la costa settentrionale ci sono molti buoni punti di avvistamento di uccelli marini e di foche.
Per osservare gli uccelli marini, e soprattutto i pulcinella di mare, è eccellente percorrere a piedi il sentiero che porta agli imponenti spuntoni di roccia Stacks of Duncansby
(parcheggiare al faro).
All’interno si trova il Flow Country – una distesa di terreno torbato cosparso di aquitrini che costituisce un ambiente assolutamente unico nel suo genere e che è l’habitat naturale del gufo di palude e dell’albanella reale. Potete accedervi per farvene un’idea dalla A897 a Forsinard.
7° Giorno
Anche percorrendo la strada A9 verso sud lungo la costa orientale troverete molti luoghi di interesse naturalistico.
Potreste ammirare i falchi pescatori in azione sul fiordo Loch Fleet vicino a Golspie, rinomato anche per le sue anatre marine, dove si trovano numerose postazioni per osservare trampolieri e anatre, per esempio le distese salate e le spiagge attorno a Dornoch.
8° e 9° Giorno
Proseguendo sulla A9, ammirate i nibbi reali della penisola Black Isle.
Osservateli da vicino nei loro nidi attraverso la televisione a circuito chiuso installata presso il centro di informazioni turistiche di North Kessock.
Qui si trova anche il centro visitatori dell’estuario del Moray Moray Firth Visitor Centre per l’osservazione dei delfini e delle foche. Proseguite verso sud oltre Inverness per raggiungere la valle del fiume Spey e il parco nazionale dei monti Cairngorm Cairngorms National Park, il più grande della Scozia. Si tratta dell’area montuosa più estesa della Gran Bretagna, a gran parte della quale si accede solo a piedi o con gli sci.
Il parco comprende, oltre ai paesaggi sub-artici, una varietà di ambienti boschivi, e in particolare quelli di conifere, e vaste zone di brughiera ricoperte di eriche. Tra le varie specie di uccelli troviamo qui la pernice bianca che vive sulle alte vette, e uccelli più piccoli come la cincia dal ciuffo e il crociere scozzese.
Il paesaggio delle Highlands, selvaggio e incontaminato, offre agli animali selvatici una serie di habitat diversi, dai mari pescosi, ambiente ideale per le balene e i delfini, ai monti rocciosi e alle brughiere, territori propri delle aquile reali. Le probabilità di avvistare per caso una foca o una lontra, un cervo o uno scoiattolo rosso, un’aquila o una albanella reale – o qualsiasi altra specie animale caratteristica delle Highlands – sono abbastanza alte, tuttavia questo itinerario vi porterà in alcune località tra le migliori della Scozia per osservare gli animali selvatici, molte delle quali sono riserve naturali.
1 ARDNAMURCHAN NATURAL HISTORY CENTRE
– Questo ‘Living Building’, ossia ‘edificio vivente’ è progettato per attrarre gli animali selvatici. Qui si possono osservare da vicino uccelli, farfalle e perfino martore.

2 KYLERHEA OTTER HAVEN
– Un rifugio per le lontre. La postazione per osservarle domina gli stretti Kylerhea Narrows, tra l’isola di Skye e la costa. Questo è un habitat ideale per le lontre, con lontre selvatiche residenti.
3 GAIRLOCH MARINE LIFE CENTRE ED ESCURSIONI IN MARE ‘SAIL GAIRLOCH’
– Escursioni in barca durante le quali è possibile osservare balenottere rostrate, delfini, focene e foche. Centro visitatori.
4 GOLA DI CORRIESHALLOCH CORRIESHALLOCH GORGE
– Una gola spettacolare, creata originariamente dalle acque di scioglimento dei ghiacciai, che termina con le magnifiche cascate di Measach.
Piattaforma panoramica e ponte sospeso.
5 ISOLA DI HANDA
– Isola in mare aperto con scogliere. Ospita una delle più popolose colonie di uccelli marini dell’Europa nordoccidentale. Escursioni in barca da aprile a settembre.
6 STACKS OF DUNCANSBY
– Imponenti spuntoni di rocce che affiorano dal mare, visibili da vicino dopo una piacevole passeggiata lungo la brughiera ondulata che porta al ciglio della scogliera.
7 RSPB FORSINARD RESERVE
– Riserva naturale della società britannica per la protezione degli uccelli. Ideale per conoscere l’avifauna e la flora del Flow Country.
Esposizioni di flora e fauna ed escursioni guidate. Centro visitatori.
9 RAILWAY CAIRNGORMS
– Funicolare – Linea di montagna funzionante tutto l’anno, arrivando a 150 metri sotto la cima delle montagne Cairngorm. La più alta e più veloce del Regno Unito. Negozio, ristorante ed esposizioni relative alle montagne.
8 LOCH GARTEN OSPREY CENTRE
– Centro he d’estate offre la possibilità di vedere da vicino, per mezzo di una tv a circuito chiuso, i falchi pescatori che nidificano. Potrete anche conoscere gli altri uccelli che vivono nelle foreste di pini indigeni.
10 TENUTA DI ROTHIEMURCHUS (ROTHIEMURCHUS ESTATE)
– Escursioni guidate, safari tour e tante altre attività all’aria aperta.
Per trovare un alloggio tra gli 8.000 di qualità garantita elencati, dai Bed & Breakfast ai castelli, visitate il sito: www.visitscotland.com/it 
Per informazioni, ispirazioni e altri itinerari online visitate il sito:  www.visitscotland.com/it oppure https://www.visitbritain.com/it/it/