Le Giovinette che sfidarono il Duce a Camaleontika il 17 febbraio al Teatro Magnetto di Almese (TO)

“GIOVINETTE – Le calciatrici che sfidarono il Duce” alla rassegna Camaleontika ad Almese

Sabato 17 febbraio 2024 – ore 21:00

Auditorium Magnetto, via Avigliana 17, ALMESE (TO)

Biglietto unico di 12 euro con prenotazione consigliata
Sinossi spettacoli e acquisto biglietti in https://ticketitalia.com/teatro/camaleontika-2024

 

La decima edizione della rassegna Camaleontika prosegue con Rita Pelusio, Rossana Mola e Federica Fabiani, dirette da Laura Curino nello spettacolo tratto dall’omonimo libro Federica Seneghini che racconta l’epopea del GFC, il Gruppo Femminile Calcistico che sfidò il regime e la mentalità dominante che vedeva nel calcio lo sport emblema della virilità fascista.

Organizzata da M.O.V. e FABULA RASA in collaborazione con Piemonte dal Vivo, la rassegna propone spettacoli con importanti collaborazioni e l’intento di promuovere l’apertura del territorio nei confronti dell’arte e della socialità, rinnovando la bellezza e l’unicità che offre lo spettacolo dal vivo, credendo fermamente che il teatro e la danza possano offrire preziosi e intensi momenti di svago, contemplazione e condivisione.

CAMALEONTIKA è la rassegna teatrale organizzata dall’associazione M.O.V. – Moderne Officine Valsusa e dalla compagnia Fabula Rasa ad Almese(TO), comune della bassa Valle di Susa, in collaborazione con Piemonte dal Vivo attraverso il bando Corto Circuito e grazie al sostegno del Comune di Almese. La direzione artistica è a cura di Beppe Gromi, insieme a Katia Bolognesi, Francesca Zitti e Valeria Fioranti.

In programma tra il 13 gennaio e l’11maggio 2024 all’Auditorium Magnetto, il cartellone propone spettacoli di teatro e danza contemporanea, proseguendo il cammino intrapreso dieci anni fa, in maniera camaleontica, tra riflessioni e impegno civile, ma anche con leggerezza, con l’intento di promuovere l’apertura del territorio nei confronti dell’arte e della socialità, credendo fermamente che il teatro e la danza possano offrire preziosi istanti di svago, contemplazione e condivisione.

Il terzo appuntamento di sabato 17 febbraio alle ore 21:00 porta sul palco del teatro valsusino “GIOVINETTE – Le calciatrici che sfidarono il Duce”, spettacolo prodotto da PEM Habitat Teatrali e Rara Produzione con il sostegno di Fondazione Memoria della Deportazione e della Sezione A.N.P.I. Audrey Hepburn di Milano.

Tratto dall’omonimo romanzo di Federica Seneghini, lo spettacolo racconta l’epopea i un gruppo di donne che sfidarono il regime e la mentalità dominante che vedeva nel calcio lo sport emblema della virilità fascista.

Con la regia di Laura Curino, in scena le bravissime attrici Federica Fabiani, Rossana Mola, Rita Pelusio interpretano tre delle giovani donne ed amiche che fondarono il GFC, il Gruppo Femminile Calcistico e a prima squadra di calcio femminile in Italia.

Sinossi dello spettacolo

  1. Decimo anno dell’era fascista. Sulla panchina di un parco di Milano un gruppo di ragazze lancia un’idea, per gioco, quasi per sfida: giocare a calcio.

Rosetta, con i suoi sedici anni e nell’animo il sacro fuoco del calcio. Giovanna, per cui l’avventura della squadra è anche un gesto politico. Marta, saggia e posata ma determinata a combattere per la libertà di giocare. E poi la coraggiosa Zanetti che dà il calcio d’inizio, la stratega Strigaro che scrive ai giornali, la caparbia Lucchi che stenta a vincere l’opposizione paterna.

Fondarono il GFC (Gruppo Femminile Calcistico), la prima squadra di calcio femminile italiana che in breve raccolse intorno a sé decine di atlete.

Gli organi federali in principio assecondarono l’iniziativa, consentendo loro di allenarsi, ma non di giocare in pubblico. Inoltre dovevano usare un pallone di gomma e non di cuoio, indossare la gonna non i pantaloncini, passare la palla solo rasoterra e in porta dovevano far giocare dei ragazzini adolescenti. Tutto questo per preservare le loro “capacità riproduttive”.

Nonostante ciò la loro avventura sportiva riuscì caparbiamente a resistere per quasi un anno, quando, proprio alla vigilia della loro prima partita ufficiale, il regime le costrinse a smettere di giocare.

La loro fu una sfida al loro tempo, al regime, alla mentalità dominante che vedeva nel calcio lo sport emblema della virilità fascista. Di questo pugno di ragazze, che a loro modo sfidarono il Duce e la cultura del loro tempo, alcune si riciclarono in altri sport, altre uscirono dalla storia, altre ancora entrarono in una storia più grande, partecipando dieci anni dopo alla lotta partigiana.

La loro epopea è raccontata con ironia e leggerezza da un trio di attrici che, mischiando comicità e narrazione, ci mostra come, pur a distanza di tanti anni e di tante battaglie, certi pregiudizi siano duri a morire e come la lotta per la libertà e i propri diritti passi anche attraverso lo sport.

I crediti completi dello spettacolo

tratto dal romanzo di Federica Seneghini e Marco Giani

regia Laura Curino

con Federica Fabiani, Rossana Mola, Rita Pelusio

collaborazione artistica Marco Rampoldi

adattamento drammaturgico Domenico Ferrari  con la collaborazione di Laura Curino, Rita Pelusio

scene e scelte musicali Lucio Diana

realizzazione costumi e assistente alla regia Francesca Biffi

datore luci Valentino Ferro

co-produzione PEM Habitat Teatrali, Rara Produzione

con il sostegno di Fondazione Memoria della Deportazione e della Sezione A.N.P.I. Audrey Hepburn

INFO BIGLIETTERIA

Biglietto intero 12 euro.

Biglietto ridotto speciale di 2 euro per i soci di Fabula Rasa e M.O.V. Moderne Officine Valsusa

Biglietti online con sinossi spettacoli in https://ticketitalia.com/teatro/camaleontika-2024

È consigliata la prenotazione al numero 3348785494 o all’indirizzo [email protected]

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Camaleontika prosegue il 16 marzo con “Resti Umani” della compagnia Onda Larsen selezionato nell’ambito del progetto “Fringe in Rete” del Torino Fringe Festival 2023, il 6 aprile con “Miles Gloriosus. Ovvero: morire d’uranio impoverito” del Teatro della Cooperativa, il 20 aprile con “Cardio Drama. Spettacolo semiserio su un organo quasi perfetto” della compagnia CHRONOS3 (presentato nell’ambito di NEXT – Laboratorio delle idee per la produzione e la programmazione dello spettacolo lombardo edizione 2023/24) e l’11 maggio con “Davidson” della compagnia Balletto Civile presentato all’interno della rassegna diffusa di danza contemporanea “We Speak Dance”.

Sinossi spettacoli e acquisto biglietti in https://ticketitalia.com/teatro/camaleontika-2024

You may also like...