Crea sito

Valle di Primiero (TN): Primiero Dolomiti Marathon, 3 luglio 2021

Tornano le emozioni della corsa in montagna con la 6.a edizione della Primiero Dolomiti Marathon, l’appuntamento è per il 3 luglio. I più temerari potranno cimentarsi nella maratona classica da 42 km, con partenza da Villa Welsperg in Val Canali, ma la sfida è grande anche per chi vuole correre la 26km, da San Martino di Castrozza. Arrivo per entrambi i percorsi a Fiera di Primiero. A incorniciare l’impresa ci saranno il paesaggio del Parco Naturale di Paneveggio e le Pale di San Martino. L’organizzazione è a cura dell’US Primiero, che ha predisposto tutto per garantire lo svolgimento della gara, in sicurezza, per tutti.

Info: www.primierodolomitimarathon.it


PRIMIERO DOLOMITI MARATHON, CHE SFIDE!
CHEVRIER – CAGNATI – SIMION NELLA 26K

6.a Primiero Dolomiti Marathon al via sabato: 26K e 42K
Il campione valdostano Xavier Chevrier lancia la sfida al tre volte vincitore
Occhio anche al primierotto Giancarlo Simion
Tutto pronto per accogliere i runners, entro domani ancora 100 pettorali online

 

Manca davvero poco al via della 6.a Primiero Dolomiti Marathon di sabato 3 luglio, la gara di trail running che dal 2016 anima la Valle di Primiero e che regala scorci dolomitici davvero affascinanti. Gli organizzatori confermano che fino a domani, mercoledì, sono a disposizione ancora 100 pettorali per gli indecisi dell’ultima ora, poi fino a venerdì sarà possibile ottenere un pettorale sul posto, intanto è già tutto pronto per accogliere i concorrenti.

Ci saranno due percorsi a disposizione dei runners: il primo parte da Villa Welsberg in Val Canali, della lunghezza di 42 km e con un dislivello positivo di ben 1243 metri. Il secondo percorso, quello di 26 km, partirà invece da San Martino di Castrozza. In entrambi i casi l’arrivo è previsto a Fiera di Primiero, dove nel 2019 i primi a tagliare il traguardo furono per la 26K Luca Cagnati e Anna Caglio, mentre nella 42K la vittoria andò a Fabio Ruga e Barbara Bani.

La vera chicca di quest’anno è il ripristinato tracciato – addirittura migliorato grazie al grande lavoro dei Comuni interessati, quello tradizionale che si correva prima della terribile tempesta Vaia che ha reso inagibile nel 2019 alcuni dei punti più panoramici e suggestivi della competizione. Il passaggio nel Parco di Paneveggio rende la Primiero Dolomiti Marathon una gara davvero unica nel suo genere, mentre le Pale di San Martino, silenziose guardiane e “tifose” dei runners, costituiscono la spettacolare cornice di questo trail, e probabilmente per qualcuno correre immersi in una bellezza e in una natura ritrovata sarà anche un modo per sentire meno la fatica.

La Primiero Dolomiti Marathon è gara di massa, dei runners amatori, ma scorrendo i nomi degli iscritti ci si imbatte in alcuni specialisti che daranno sicuramente spettacolo sotto le Pale di San Martino. La sfida si preannuncia davvero avvincente grazie alla partecipazione di alcuni membri della nazionale italiana di corsa in montagna che sono in ritiro, come succede da quattro anni, proprio in Valle di Primiero. Per la prima volta al via della gara “dolomitica” nella versione da 26 km ci sarà Xavier Chevrier, campione europeo di corsa in montagna e campione del mondo a squadre, che proprio in queste ore è stato raggiunto dalla moglie e dal piccolo Loïc al ritiro fortemente voluto da coach Paolo Germanetto, il quale nella vallata trentina ha trovato l’ambiente ideale per affinare le capacità dei suoi pupilli e metterli alla prova soprattutto in vista del nuovo format “mondiale” scelto da questa stagione.

Il principale avversario del valdostano, ma anche l’”uomo da battere” per tutti, sarà proprio Luca Cagnati, che la Primiero Dolomiti Marathon 26K l’ha fatta propria non solo nel 2019, ma anche nel 2017 e nel 2018: il bellunese la considera una gara praticamente “di casa”. I due amici, compagni e anche avversari faranno tattica? A detta di Chevrier, non sarà così: “Sicuramente faremo una prima parte iniziale di gara assieme, ma poi chi ne avrà di più vincerà!”. Ma attenzione a Giancarlo Simion, primierotto di origine che partecipa ormai da cinque anni alla Primiero Dolomiti Marathon e il proprio sigillo vincente l’ha lasciato sia nella 26K, nel 2016, sia nella 42K nel 2017, finendo 2° e 3° nelle altre due edizioni. E a mettere pepe sulle ‘toto-scommesse’ arriva anche Daniele Felicetti, che giunge dalla Valle di Fiemme con propositi bellicosi e si cimenterà alla Primiero Dolomiti Marathon per la prima volta.

L’US Primiero sta completando gli ultimi dettagli, con le attenzioni del caso in tema di assembramenti, l’aria fine delle Dolomiti e le bellezze che fanno da sfondo alla manifestazione faranno dimenticare i momenti bui della pandemia, sabato sarà una splendente giornata di sport e divertimento.

Ma ora sono di scena i campioni: chi firmerà l’albo d’oro della 6.a Primiero Dolomiti Marathon?

Info: www.primierodolomitimarathon.it

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *