Crea sito

TURCHIA: ONDATE DI BENESSERE – Dalle acque termali ai bagni turchi, il turismo della salute e del benessere

Grazie alla struttura geologica e morfologica del suo suolo, la Turchia è estremamente ricca di acque terapeutiche note fin dall’antichità per le loro proprietà curative.
Sono numerosissimi i turisti che, ogni anno, raggiungono la Turchia per beneficiare delle 1.300 stazioni termali e delle 240 sorgenti presenti sul territorio, distribuite prevalentemente nell’Anatolia occidentale. L’Anatolia, infatti, è situata sulla sommità della regione geotermale ed è tra le sette migliori regioni del mondo per la qualità e la quantità delle fonti termali.
La Turchia può vantare ben 24 province in cui le strutture termali, che presentano un’offerta di trattamenti terapeutici e di bellezza, hanno disponibilità di un’ampia gamma di hotel e strutture adatte a qualsiasi esigenza economica del viaggiatore. L’offerta termale presenta un’enorme varietà di sorgenti di acqua calda la cui gradazione varia, in base alle zone, da un minimo di 10 gradi ad un massimo di 80 e sono adatte a curare differenti disturbi attraverso terapie sia interne che esterne dell’organismo. Ad esempio, le acque delle stazioni termali del distretto di Çekirge (47°/78°), contengono bicarbonato, zolfo, sodio, calcio e magnesio e sono utili in particolar modo per i reumatismi, le malattie ginecologiche e dermatologiche e più in generale per il metabolismo, mentre le acque di Mugla-Sultaniye (32° e i 42), situate nella provincia di Köycegiz, contengono cloruro, sodio, idrogeno e bromuro e hanno degli effetti rilassanti e benefici per chi soffre di patologie reumatiche, del sangue, del cuore, nervose, dei reni e dei bronchi.


OFFERTE TERMALI

PAMUKKALE Altitudine 384m; Una delle più conosciute; è un luogo spettacolare e magico, unico al mondo dove trionfa un paesaggio fiabesco con castelli pietrificati di un bianco abbagliante. Le acque delle sorgenti termali, cariche di sale calcareo, versandosi sui bordi dell’altopiano, hanno creato questa fantastica formazione di stalattiti, cataratte e bacini. Le sorgenti di acqua calda sono state utilizzate sin dal tempo dei greci per il loro potere terapeutico. Esistono 17 aree di acqua calda la cui temperatura varia dai 35 ai 100 gradi celsius e ora le loro proprietà benefiche sono provate scientificamente.

Le sorgenti termali di acqua calda di Pamukkale si trovano a 20 Km a nord di Denizli. La maggior parte degli hotel sono situati a Karahayit, 5 km a nord di Pammukkale. Le terme di Karahayit hanno una gradazione che varia tra i 42° e i 45°, un PH di 5.98 ed hanno l’acqua con un forte contenuto di ferro.

Le sorgenti calde di Pammukkale hanno un flusso d’acqua che scorre ad una velocità di 400 litri al secondo e vantano diverse strutture che possono ospitare 6.000 persone al giorno.

Le sorgenti di acqua calda di Pammukkale sono ricche di minerali: calcio, solfato di magnesio e bicarbonato. La temperatura dell’acqua varia tra i 36° ed i 38° con un PH di 6.0.

Tali sorgenti sono particolarmente indicate per i trattamenti dermatologici e ginecologici, l’esaurimento fisico e nervoso, malattie della digestione e disordini alimentari. Pammukkale prevede trattamenti effettuati in piscine naturali sviluppate intorno alle principali sorgenti di acqua calda.

BURSA– distretto di Cekirge – Altitudine 109m. Nel distretto di Cekige, il “Kervansaray Termal” può ospitare 600 persone al giorno, mentre i bagni curativi di Celik Palace Termal hanno una capacità di 400 persone per giorno.

Le sorgenti di acqua calda di Cekirge scorrono ad una velocità di 5 litri al secondo.

Le acque termali delle sorgenti di Cekirge sono composte da calcio, solfato di magnesio e bicarbonato; la temperatura dell’acqua varia tra i 38° e i 58° con una variazione di PH calcolabile tra 6.6 e 7.2. Queste sorgenti di acqua calda sono terapeutiche per i disturbi reumatici, le indisposizioni epatiche e della cistifellea, le malattie del metabolismo, disturbi ginecologici e post operatori. “Eski Kaplica”, noti anche come”Bagni Ottomani”, gestite dal “Kervansaray Termal” vantano calde piscine minerali, bagni e bagni turchi con acqua calda naturale. I trattamenti nelle calde piscine minerali e nei bagni, così come massaggi e massaggi in acqua sono disponibili al Celik Palace Hotel.

YALOVA – Altitudine 10m. Le terme di Yalova si trovano a sud del mare di Marmara – a 13 Km a sud-ovest da Yalova in un meraviglioso paesaggio verde – ed hanno una capacità ricettiva totale di 600/800 posti letti in hotel e case private.

Le sorgenti calde di Yalova hanno un naturale flusso d’acqua che scorre ad una velocità di 15 litri al secondo.

Le acque termali contengono cloruro di sodio, solfato di calcio e fluoruro di calcio; la temperatura dell’acqua varia tra i 60° e i 65° con un PH di 7.2. Queste acque sono sia bevibili che balenabili. Queste sorgenti sono note per le loro proprietà terapeutiche, particolarmente per i disturbi reumatici, le malattie della digestione, i problemi urinari e nervosi.

La Yalova spa dispone di piscine e bagni sia interni che esterni e offre massaggi, massaggi in acqua e “drinking cures”. Con una capacità di trattamenti per circa 2.000 persone al giorno, la spa dispone di un ristorante di prima classe, un caffè, un attraente parco e una foresta.

IZMIR BALÇOVA – Altitudine 25m. Le sorgenti termali di acqua calda di Balçova sono situate a 10 Km da Izmir nel luogo in cui sorgevano i Bagni di Agamennone ed hanno una capacità di 400 posti letto nonché la più grande piscina termale coperta della Turchia. Le acque termali contengono cloruro di sodio e bicarbonato di calcio; la temperatura dell’acqua varia tra i 62° e gli 80° con un PH di 6.4. Queste acque sono adatte per i disturbi reumatici, le malattie digestive, i disturbi post infortuni e post operatori. Inoltre sono benefiche per i disturbi della calcificazione e del metabolismo. Le sorgenti di acqua calda di Balçova in generale, con una capacità totale di 3.000 persone al giorno, sono dotate di piscine di acqua calda, offrono ai pazienti trattamenti nelle piscine, sauna, massaggi, massaggi in acqua, ginnastica, elettroterapia e fisioterapia.

MUGLA KOYCEGIZ DALYANKOY – Altitudine 24m. Situati nelle prossimità di un canale naturale tra il Lago di Koycegiz e del mar Mediterraneo, i Bagni Termali Riza Cavus si compongono di piscine di acqua e sorgenti di fango. I fanghi e i bagni minerali possono accogliere 1.000 persone al giorno. Le naturali sorgenti di acqua calda di Riza Cavus contengono cloruro di sodio, idrogeno, zolfo e bromuro e sono naturalmente radioattive. La temperatura dei fanghi e dell’acqua varia tra i 30° e i 38° ed il PH è circa 6.5.

Tali sorgenti sono adatte per il trattamento dei reumatismi, disagi ginecologici e dermatologici, così come per l’esaurimento fisico e psicologico.

KÜTAHYA – Altitudine 969m. Kütahya è una città nota per i centri termali ed è l’unica nel paese che ha 6 centri nella stessa area. I più importanti centri termali sono Ilica Harlek e Yoncali (questo centro è attivo dall’anno 762).

Le sorgenti calde di Ilica Harlek hanno un flusso d’acqua che scorre ad una velocità di 41 litri al secondo, mentre quella di Yoncali varia tra i 36 e i 51 litri a secondo. Le acque di Ilica Harlek hanno una temperatura variabile tra i 25° e i 43°, mentre quelle di Yoncali hanno un range tra i 32° e i 36°. Le acque di questi due centri contengono bicarbonato, calcio e magnesio. Queste hanno degli effetti benefici per chi soffre di reumatismi, problemi dermatologici, disturbi nervosi, problemi ginecologici, disturbi del fegato, insonnia ed epatiti.

AFYON-OMER – Altitudine 1050m. Il centro Oruçoglu Trermal Resort si trova a 14 Km da Afyon. La temperatura delle acque varia tra i 42° e i 53° ed è ricca di biossido di carbonio, bicarbonato di sodio, cloruro di sodio, bromuro e fluoruro. Ha effetti benefici su artrite, stomaco, intestino ed è utile per curare problemi urinari e disordini ginecologici.

All’Oruçoglu Trermal Resort sono disponibili: unità idroterapiche, terapie di riabilitazione, saune, bagni privati e piscine termali interne ed esterne. Le sorgenti Calde di Hudai distano 66km da Afyon. La temperatura media dell’acqua è di circa 70° ed il PH varia tra 6.3 e 6.9. Le acque sono ricche di sodio, solfato di calcio e bicarbonato e sono benefiche per i reumatismi, i nervi deboli, problemi di cuore e di circolazione, disordini del sistema nervoso e disturbi ginecologici. Le terme hanno una disponibilità di circa 2.100 posti letto dislocati in diverse strutture.

ANKARA – Altitudine 890m. Le principali sorgenti termali nei pressi di Ankara si trovano a Kizilcahamam e Haymana.

Le acque di Kizilcahamam scorrono ad una velocità di 2,8 litri al secondo, mentre le acque di Haymana hanno un flusso di 4.8 litri al secondo. La temperatura delle acque di Kizilcahamam è mediamente di 51°, mentre quelle di Haymana si assestano intorno ai 44°. Le sorgenti di Kizilcahamam sono ricche di bicarbonato, anidride carbonica, sodio e cloro. Le acque di Haymana, invece, sono composte, oltre che di bicarbonato e sodio, anche di magnesio e calcio.

Le sorgenti termali nei pressi di Ankara sono particolarmente benefiche per la cura sia delle patologie interne che esterne dell’organismo e più in particolare per reumatismi, nevralgie, problemi ginecologici, paralisi infantili, difficoltà circolatorie, ipertensione e problemi respiratori.

E ovviamente, quando si parla di benessere e Turchia, non si può trascurare di tessere le lodi del famosissimo Hammam, il Bagno Turco per l’appunto che, in realtà, ha origini romane. La storia del bagno turco rivela infatti tutta l’influenza del periodo Romano e Bizantino, ed è un simbolo dell’incontro tra la cultura Occidentale e Orientale. La sua funzione sociale emerse nel periodo Ottomano. La ragione principale del preponderante ruolo giocato dall’Hammam nella cultura Ottomana è riconducibile all’importanza essenziale della pulizia nella religione islamica.

Il bagno turco ha sempre due strutture distinte per uomini e donne, che iniziano il percorso avvolti nel pestemal – il telo che viene fornito all’ingresso. Il primo step dopo il tepidarium è il calidarium, al centro del quale vi è il gobek tasi (pietra ombelicale), una grossa pietra ottagonale riscaldata dal basso, sul quale riceverete un massaggio da personale del vostro stesso sesso. Dopo il massaggio è il momento del gommage su tutto il corpo, effettuato con il Kese, il guanto che renderà straordinariamente morbida la vostra pelle.

L’Hammam più famoso è il Çemberlitaş. Si trova vicino al Gran Bazar nel quartiere di Sultanahmet, proprio accanto alla Colonna di Costantino, “Cemberlitas”, che in turco significa “Colonna Cerchiata”. Situato all’angolo della Divanyolu Caddesi, l’hammam di Cemberlitas era, in l’origine, un’opera voluta da Nur Banu, la moglie di Selim II. La parte originariamente riservata alle donne è oggi scomparsa, ma l’hammam propone sempre due parti separate per i due sessi. L’estrema gentilezza del personale ne fa il luogo ideale per il primo bagno turco. Sempre nel quartiere di Sultanahmet, l’Hammam di Roxelane porta il nome della moglie di Solimano il Magnifico. Il suo hammam è certamente il più bello di Istanbul, eccetto per il particolare che serve ormai da negozio di stato, con una collezione di tappeti piuttosto cari. Ma i luoghi sono conservati nello stato originario o quasi, autorizzando la scoperta dell’hammam senza sacrificare il rituale del bagno di vapore!

L’hammam di Cagaloglu è stato costruito dal sultano Mahmut I nel 1741. In origine generava degli incassi reinvestiti nel mantenimento della biblioteca di Mahmut I, a Santa Sofia. Le sale riservate agli uomini e alle donne formano due ali perpendicolari, con entrate separate che sboccano su due strade diverse. Il personale, molto servizievole, spiega volentieri il funzionamento dell’hammam ai clienti stranieri. Particolare divertente, l’hammam di Cagaloglu propone un’esposizione di tenute da bagno ottomane, in particolare degli zoccoli di legno (veramente poco confortevoli) portati dalle donne per recarsi all’hammam (avvenimento che rappresentava l’unica uscita delle donne ottomane!).

Lo sapevate che…
l’Hammam in Turchia non è visto soltanto come un luogo dove dedicarsi alla cura della propria igiene e del proprio corpo, ma è concepito anche come un luogo di ritrovo piacevole dove si socializza e si chiacchiera, un po’ come accade nei nostri bar? Visitare una città della Turchia può diventare anche l’occasione per provare il “vero” bagno turco e, tuffandosi in un’atmosfera diversa da quella a cui siamo abituati, assaporare il sapore di vicinanza e cordialità delle persone del luogo.