Crea sito

Lituania: Il paese e il suo popolo

Repubblica dell’Europa orientale; confina a nord con la Lettonia, a est e sud-est con la Russia Bianca, a sud-ovest con la Polonia e la Russia e si affaccia a nord-ovest sul mar Baltico.
Il territorio è prettamente pianeggiante nella sezione centrale, mentre a sud-est e a ovest (Samogizia) si presenta ondulato da colline di origine morenica che non raggiungono i 300 m di altitudine.
Il fiume principale è il Nemunas che con i suoi affluenti (Neris, Sventoji) interessa tutto il territorio lituano; segna una parte del confine con la provincia russa di Kaliningrad e sfocia nell’ampia laguna di Kurskij.
Nelle regioni collinari numerosi sono i laghi intermorenici. Notevole è anche il lago artificiale che sorge presso Kaunas da uno sbarramento del Nemunas.
Il clima ha carattere continentale, lievemente più temperato nella fascia costiera.

La capitale è Vilna, che conta circa 580.000 abitanti.
Gli altri centri principali sono: Kaunas, Klaipeda, Siauliai e Panevezys.
L’agricoltura può contare su circa la metà del territorio nazionale; notevoli sono anche stati gli interventi di bonifica che hanno recuperato all’agricoltura vaste zone paludose.
La produzione agricola consiste principalmente in cereali, patate, barbabietole da zucchero e ortaggi.
Anche il territorio riservato a prateria e pascolo è piuttosto vasto (un quinto del territorio nazionale), fattore questo che favorisce le attività zootecniche; infatti è diffuso l’allevamento di bovini, suini, ovini e discrete sono le produzioni di carne e di latte e latticini.
Le attività industriali sono concentrate nella capitale e nelle città principali, dove sorgono impianti di industria pesante, cantieri navali e per la produzione di materiali da costruzione.
Sono inoltre rappresentati i settori della robotica, della chimica, dell’elettronica, dell’industria cartaria e del legno e dell’industria alimentare. Si producono inoltre abbigliamento e calzature.
Di notevole interesse è lo sfruttamento delle foreste che producono legname (in prevalenza conifere) ed essenze pregiate.

Un paesaggio generoso

Benché in Lituania non ci sono né montagne, né grandi foreste, la sua bellezza consiste nella diversità del paesaggio. Piccole colline si alternano a piacevoli pianure, le silenziose acque dei fiumi e dei laghi riflettono l’azzurro del cielo. La Lituania è ricchissima dei laghi; se ne contano circa 2.500.
Oltre cento sono i fiumi, il più importante dei quali è il Nemunas, al cui nome è legata gran parte della storia del popolo lituano. Il Nemunas sfocia nel Mar Baltico dove si trova la Kursi~ nerija, paesaggio unico, una fascia sabbiosa di 97 lcm, posta tra il Mar Baltico e la Laguna dei Curoni: gran parte di essa appartiene alla Lituania. La Laguna dei Curoni inoltre è ricca d’ambra.
Dati generali
– La Lituania odierna ha una superficie di 65.300 km2; ad ovest è bagnata dal Mar Baltico per 99 km. La capitale è Vilnius.

– Il Paese confina a nord con la Lettonia (per 610 km), ad est e a sud-est con la Bielorussia (per 724 km), a sud-ovest con la Polonia (per 110 km), ad ovest con la regione della Federazione russa di Kaliningrad (per 303 km). Ha un perimetro di 1.846km.

– Il clima e’ marittimo-continentale. La temperatura media annuale + 6,1 °C. La temperatura media di gennaio -4,9 °C, quella di luglio +17 °C. Le precipitazioni medie annuali sono 661 mm.

– C’e’ un ‘ora di differenza tra la Lituania e lo standart europeo (un ‘ora in avanti rispetto all’Italia).

Il centro geografico dell’Europa si trova a 24 km a nord di Vilnius. Così ha stabilito l’Istituto nazionale geografico di Francia nel 1989.

– Il simbolo nazionale lituano è un cavaliere bianco (Vytis) su sfondo rosso. I colori della bandiera lituana sono: il giallo, il verde, il rosso.

– La lingua nazionale è il lituano, che appartiene al gruppo delle lingue baltiche della famiglia indoeuropea e ha delle somiglianze con il sanscrito.
Il lituano ha conservato, più di qualsiasi altra lingua viva del ceppo indoeuropeo, molti elementi dell’ antico sistema vocale e delle forme morfologiche. Il lituano moderno ha cominciato a formarsi nella metà del XVI secolo. Il primo libro in lingua lituana è di Martynas Mazcydas ed è stato pubblicato a Karaliucius nel 1547.

– Gli abitanti della Lituania sono più di tre milioni e mezzo (3.750.000 nel 1996), di cui 1’81,3% appartiene al gruppo etnico lituano; le minoranze più numerose sono di nazionalità russa (8,4%), polacca (7%), bielorussa (1,5%), ucraina (1%), tedesca (0,7%), ebrea (O, 1%), lettone, tartara, zingara e altre.
Circa un milione di lituani non risiede in patria, ma abitano negli Stati Uniti, Canada, Sud-America, Gran Bretagna, Polonia, Germania, Australia. Più di 150.000 lituani risiedono in Russia e in altri paesi delI’Est.

– La maggioranza dei credenti appartiene alla religione cattolica romana. Ci sono numerosi cristiano-ortodossi, evangelici, luterani, battisti; e seguaci dell’Islam e del Giudaismo.
La Chiesa è separata dallo Stato. I seguaci delle diverse confessioni religiose godono degli stessi diritti. L’insediamento religioso nelle scuole dello Stato è facoltativo.

FESTE NAZIONALI
Capodanno – 1 Gennaio
Giornata dell’Indipendenza nazionale – 16 febbraio
Restaurazione dell’Indipendenza – 11 marzo
Pasqua
Festa del Lavoro – 1 maggio
Festa della Mamma – la prima domenica di maggio
Incoronazione di Mindaugas – 6 luglio
Tutti i Santi – 1 novembre
Natale – 25-26 dicembre

SCHEDA
Abitanti: 3.710.000
Superficie: 65.200 km2
Densità: 56,9 ab./km2
Capitale: Vilnius
Governo: Repubblica parlamentare
Moneta: Lita
Lingua: Lituano, russo e polacco
Religione: Cattolica con minoranze ortodosse, protestanti

Info: http://www.lithuania.travel/it/ (italiano)