Crea sito

La Scozia: un mondo diverso

Questa nazione dell’Europa settentrionale possiede aree fra le meno popolate d’Europa, eppure ospita uno dei maggiori festival europei delle arti.

In Scozia si può godere della bellezza di stupendi paesaggi, aspri e imponenti, più suggestivi ancora delle immagini riprodotte sulle cartoline.
Le numerose città grandi e piccole sono ricche di cultura e di vita e offrono un’ottima scelta di alloggi e di luoghi di ristoro. Cordiale e accogliente, la Scozia è perciò una meta interessante e piena di vita in tutte le stagioni dove tutto, paesaggio ~ ambiente, sport e attività del tempo libero, tradizioni e storia, cultura e cucina, contribuisce ad arricchire l’esperienza di una vacanza.
“C’è un buon motivo per scegliere la Scozia come meta di vacanze, ed è che la Scozia è uno degli ultimi luoghi dell’affollata e frenetica Europa, dove è possibile, anzi dove è facile, stare da soli nella campagna deserta. Questo non significa che in Scozia non ci siano attrazioni del turismo di massa, strade affollate o posti incantevoli molto frequentati, come in tutti gli altri paesi. È semplicemente più facile sfuggirli. Non significa neanche che la Scozia sia un paese desolato: possiede grandi città, alberghi di campagna e numerosi festival. Tuttavia, se lo si desidera, è facile evitarli.
“Quando il tempo è bello, la Scozia è uno dei paesi più splendidi del mondo. Al sud la qualità della luce non ha uguali, e la vegetazione e il paesaggio sono cosi vari che creano dei cambiamenti continui. In ogni stagione dell’anno, il paesaggio scozzese è uno straordinario miscuglio di tenui colori, in cui predominano le tonalità blu del mare e dei laghi o delle lontane colline. In primavera si aggiungono le tonalità del verde e del bianco; in estate, quelle del lilla e del viola; poi, in autunno, quelle forse più notevoli, del i marrone chiaro, del caramello, del ruggine e, presso i laghi marini, dell’arancione intenso delle alghe. In una giornata d’inverno il paesaggio con la brina acquista colori netti: bianco, grigio, nero e blu intenso ed è forse meno delicato, ma più bello.
“Sarà forse soltanto la curiosità a condurvi in Scozia. Per essere un paese montuoso, scarsamente popolato e situato al margine dell’Europa, la sua influenza sul mondo è stata sproporzionatamente grande. Inventori, filosofi e scienziati scozzesi sono stati all’ origine di molte idee sulle quali è basata la nostra conoscenza del mondo.
“È sbagliato pensare che la Scozia sia soltanto un’estensione dell’Inghilterra. Anzi, al contrario, niente può risultare più offensivo di questa opinione. Per settecento anni gli scozzesi sono riusciti a respingere ogni tentativo di dominazione da parte degli inglesi, e ancora oggi fra i due paesi permangono molte differenze. La storia della Scozia è una storia a sé, documentata dai castelli, dai campi di battaglia e dagli antichi legami commerciali con la Francia, le Fiandre e la Scandinavia.
“Per potersi godere appieno la Scozia, bisogna amare la vita all’aria aperta, e non soltanto quando il tempo è bello. Per naturalisti, pescatori, camminatori, golfisti o alpinisti, il paese è una gioia. È una gioia anche per coloro che amano scoprire luoghi del periodo neolitico, antichi castelli, vecchie strade attraverso le colline, o interessanti affioramenti geologici nell’aspro terreno, talvolta paludoso.
“A Edimburgo, Glasgow, Stirling, Perth o Aberdeen, le attrattive offerte sono abbastanza numerose da potersi consolare anche durante periodi di pioggia, e ancor più se fa bel tempo. Sia Edimburgo che Glasgow meritano ben di più che essere considerate come “l’ultima tappa” di una generica vacanza scozzese. Entrambe le città sono ideali per un breve soggiorno: Glasgow per la sua operosità, .la ricchezza di musei e pinacoteche e lo shopping irresistibile; Edimburgo perché è una delle più belle città d’Europa e possiede una gran quantità di luoghi di interesse storico, e non soltanto”.

Info: https://www.visitbritain.com/it/it/