Crea sito

Irlanda: In viaggio …nella storia

Primavera da favola tra castelli, giardini e suggestioni …da film nell’Irlanda più autentica

Da sempre caratterizzano il paesaggio. E non solo di quello geografico. Bensì quello fantastico e idilliaco di luoghi che ormai sono icone della scenografica Irlanda. Castelli e giardini sono il “sale” di una romantica vacanza nell’isola del trifoglio (www.castlesgardensireland.com). Manieri intrisi di storia e piccoli gioielli fioriti di ogni epoca e stile, da visitare o in cui inscenare un matrimonio fiabesco o trascorrere una indimenticabile luna di miele. Qualunque siano i luoghi prescelti, si avrà sempre la sensazione di vivere fuori dal tempo, momentaneamente calati nei panni di eroi ed eroine di un film, scegliendo fra i tanti ambientati fra possenti mura e quinte verdeggianti.

Una magia ai limiti del mistero avvolge Dunluce Castle, che troneggia sul ciglio della scogliera, nei pressi della Giant’s Causeway, in Irlanda del Nord. Un maniero abbandonato nel lontano 1639 quando le cucine crollarono in quel mare che vide anche il naufragio dell’ Armada spagnola. Venticinque metri al di sotto del castello, intagliata nella scogliera, la Mermaid’s Cave è una grotta accessibile sia via mare che via terra. Dunluce é entrato nell’immaginario collettivo grazie ai Led Zeppelin che, nel ’73, lo scelsero come sfondo del loro album.

I giardini di Huntington Castle (www.huntingtoncastle.com), imponente dimora in granito che è il vanto di Clonegal, piccolo centro della contea di Carlow, sono stati il set dalle raffinate immagini di “Barry Lyndon” capolavoro di Stanley Kubrik del 1975.

Ora residenza privata aperta al pubblico in occasione di eventi e manifestazioni estive, come tutti i castelli che si rispettano, fra le sue mura secentesche accoglie grandiosi giardini, palme esotiche quanto centenarie…e un inatteso tempio costruito nei sotterranei dai seguaci della Comunità che onoravano la divinità Isis. A sorvegliare la tranquillità dell’eclettico edificio, pare siano i fantasmi dei primi seguaci di Isis e di alcuni defunti del casato degli Esmonde, sche furono i Signori della proprietà.

Per chi predilige il Medioevo e vuole vivere un giorno da Re, tra i fasti di banchetti e rituali di Corte, Bunratty Castle, nella Contea di Clare, è l’ideale. All’ingresso di un villaggio che, in un vasto parco, ricostruisce fedelmente la vita, i mestieri, le case e gli spazi pubblici di un piccolo centro dell’Irlanda dell’800, nella Great Hall dello squadrato maniero si tengono abitualmente ricevimenti in stile medievale, alla presenza del…..Duca di Thomond in persona. É lui, eletto fra i visitatori presenti, a dare il via alla suntuosa cena, ovviamente servita secondo stile, piatti e gusti dell’epoca, in una cornice di musica, danze e… qualche sorpresa.

Le innovazioni erano di casa a Birr Castle (www.birrcastle.com), proprietà al centro dell’omonimo borgo nella contea di Offaly. I proprietari, da sempre attratti da tutto ciò che era all’avanguardia delle scienze adibirono le stalle a centro astronomico e planetario dotato delle migliori tecnologie disponibili. Nel 1840 si dotarono anche del Grande Telescopio, di fresco restaurato e tuttora funzionante, che per molti anni il più grande esemplare al mondo. Spunti che fanno di Birr Castle una attrattiva in occasione delle “Star Parties” incontri aperti al pubblico dove si disserta di astronomia, si partecipa a piacevole cene. Spettacolari i giardini, creati nel ‘700, racchiusi da allee di piante secolari, siepi di bosso fra le più alte del mondo, colllezioni floreali, laghetti, cascate, rari esemplari di piante esotiche.

In Irlanda ci si può sentire anche castellani. Tankardstown House (www.tankardstown.ie) a Slane (Co Meath), dimora Georgiana del prestigioso “Blue Book”, inserita in un parco di 70 acri, offre questa emozione. Patricia e Brian Conroy si limitano ad assistere gli ospiti che possono affittare la dimora interamente (6 camere da letto, prenotabili singolarmente durante la bassa stagione) o per party esclusivi fino ad un massimo di 60 ospiti con catering interno. Arredata con mobili antichi, sete e marmi italiani, offre la possibilità di dedicarsi a tennis, ginnastica, equitazione oltre a golf e pesca nelle vicinanze. Nella corte interna, scuderie e dipendenze (XVIII sec.) sono ora 7 cottages accoglienti (5 con due stanze da letto e 2 con una) squisitamente country, da affittare in formula residence o con servizio di prima colazione, lasciata in una cesta, all’ora convenuta, di fronte alla porta di casa!!!!

Giardini e parchi, di ogni genere e grandezza, tappezzano poi ogni angolo d’Irlanda e sono tema dell’opuscolo “Case, Castelli e Giardini” edito da Turismo Irlandese. È possibile richiederlo gratuitamente allo 02 48296060.

A Dublino, dodici piccole perle botaniche private sono il tema di tour organizzati da “The Dublin Garden Group” (www.dublingardens.com) , che tra aprile e settembre organizza visite e tour personalizzati, incontri con i proprietari, oltre a pic-nic e colazioni nel verde. In periferia, menzione speciale va ai National Botanic Gardens di Glasnevin, 19 ettari e mezzo ornati da 15mila specie vegetali: piante importanti, palmizi, bordure di erbacee, giardini alpestri e delle rose… oltre ad alcune serre storiche, disegnate da Turner (1884) e recentemente restaurate (www.heritageireland.ie)

A Belfast, i Botanic Gardens (www.belfastcity.gov.uk) , di puro stile vittoriano sono un abituale luogo di incontro di studenti e turisti, nonché set di appuntamenti gourmand e culturali. Due le “chicche”: The Palm House e the Tropical Ravine, inseriti fra sentieri curati, aree gioco per l’infanzia, un giardino delle rose, piante esotiche, distese fiorite.

A dodici chilometri da Cork, Fota House & Gardens è una delle tenute più originali e versatili. I giardini, a cornice della bella dimora, sono stati di recente restaurati e i visitatori possono visitarli individualmente, ammirando la residenza, sostando al ristorante interno, soffermandosi ad ammirare gli esemplari dell’Arboretum e le rarità del giardino segreto. Aperto anche a eventi privati, accophlie dimostrazioni di falconeria, tiro con l’arco, oltre a banchetti ed eventi a tema.

Atmosfere monastiche invece al Kylemore Abbey and Victorian Walled Garden, aperto da marzo a novembre (www.kylemoreabbey.com), nell’omonima località del Connemara. Un ex castello poi convento di monache benedettine e convitto per studentesse, che è considerato uno dei più bei giardini d’Irlanda. Particolarmente suggestivo il Victorian Walled Garden disegnato da Mitchell Henry attorno al 1867. Un recinto in mattoni rossi in cui trovano spazio il Kitchen Garden, con uno stuolo di erbe aromatiche e medicamentose, e il Flower Garden, che nel 2000 si è aggiudicato il prestigioso Europa Nostra Award.

A Roscahill, nel fascinoso Connemara e ai limiti del Burren, un giardino fuori dal comune è il Brigit’s Garden, rappresentazione di quattro aree distinte delle stagioni celtiche, ognuna caratterizzata da piante particolari e simboli legati agli antichi culti (apertura aprile- settembre, www.galwaygarden.com).

Interpretazione del verde in versione simbolica riscontrabile anche non lontano da Dublino, nella contea Kildare, che accanto alle Irish National Stud (www.irish-national-stud.ie), le scuderie nazionali, ospita i Japanese Gard.

Informazioni
Turismo Irlandese – Ufficio per il turismo dell’isola d’Irlanda
Piazzale Cantore 4, 20123 Milano (L’ufficio è aperto al pubblico dal Lunedì al Venerdì, dalle 14 alle 17)
Tel 02 4829 6060 – [email protected]

https://www.discoverireland.ie/ (Inglese)
https://www.ireland.com/it-it/ (Italiano)