Crea sito

I tesori della regione di Mosca

I tesori della regione di mosca semplice fascino della terra russa

Per capire la Russia, sentire la bellezza della sua natura sobria, conoscere la sua storia e la cultura è necessario andare nella terra antica di Mosca e della sua regione, custode della memoria di grandi eventi e grandi persone.

La Regione di Mosca occupa il territorio al centro della pianura dell’Europa Orientale racchiuso tra i due grandi fiumi: Volga, il più grande d’Europa, ed Ocà, sin dal X secolo popolato dalle tribù slave. Nell’Xl secolo queste terre sono state annesse al Principato di Vladimir e Suzdal e, successivamente, invase dalle orde di tartari e mongoli.
Per possederle più tardi ancora vi combattevano gli occupanti polacchi e lituani seguiti dagli svedesi, da Napoleone e, infine, dalla Germania nazista. Un patrimonio storico e culturale della regione così ricco da soddisfare la curiosità dei più esigenti tra i turisti la rende una meta inevitabile per i viaggiatori provenienti da tutto il mondo.

La regione di Mosca si contraddistingue per la densità della popolazione più alta in Russia: vi abitano 15 milioni di persone. La capitale, attraversata dal fiume che le ha dato il nome, Moscova, è collegata al Volga con un canale artificiale, largo fino a consentirne in passaggio alle navi, anche di grande portata, che portano i turisti in una crociera affascinante tra le rive del fiume che ha fatto la storia russa fino a scendere direttamente nel Caspio.
I boschi fitti, misti tra conifere e latifoglie, cosparsi in autunno di bacche e funghi, coprono il 40% di superficie sono l’habitat migliore per alci, cinghiali, scoiattoli, volpi, lepri, tassi, martore, mentre in laghi e fiumi abitano pesci di ogni specie, d’acqua dolce ovviamente.
La regione di Mosca è considerata il cuore del paese: è proprio qui che nacque la grande Russia. Nel Trecento vi si trovava il piccolo principato di Mosca che man mano univa a sé sempre più terre nuove, fino a diventare una potenza irriducibile.
Le tenute, i monasteri, i musei d’arte, storia, letteratura, guerra, le piccole cittadine con la storia secolare, accoglienti villaggi turistici e case di cura, sparsi in tutta la regione, propongono una vacanza riposante all’insegua della cultura. Il mezzo migliore per rare una gita completa del territorio è l’automobile. La rete stradale della capitale, estesa su tutta la regione, ha la struttura radiale e anulare: da Mosca partono a raggi le autostrade collegate da due raccordi anulari di importanza strategica, che per questo motivo non erano prima segnati sulle mappe. A distanza di qualche chilometro da Mosca si estendono intere aree di soli mercati e gallerie commerciali seguite da boschi e campi, piccoli villaggi, chiesette, tutti quei paesaggi che ispiravano sin dai tempi antichi le melanconiche canzoni popolari “dei viaggiatori” e spingevano poeti e artisti a creare.
Della regione di Mosca fanno parte decine delle città che meritano di essere visitate. Le più antiche sono: Volocolamsk, Dmitrov, Mogiaisk, Zaraisk, Zvenigorog, Colomna, Serpukhov, Serghiev Posad.
In alcune si sono conservati gli edifici d’epoca, le chiese, monasteri. La città più visitata è forse Serghiev Posad (fino al ’92 Zagorsk) a 70 km. a nord-est da Mosca, centro della chiesa ortodossa russa rappresentato dall’imponente monastero della Trinità di S.Sergio, il più grande in tutta la Russia, fondato nel Trecento. Un autentico tesoro del complesso monastico è l’iconostasi della basilica, la più bella mai creata dalla mano dell’uomo, appartenente infatti al talento di Andrei Rubliov (Quattrocento). Attualmente la città ospita inoltre l’accademia ecclesiastica ed il seminario.
Colomna si trova a 115 a sud da Mosca sul fiume Ocà vicino al punto dove vi sbocca il Moscova ed è nota dal 1177 come un avamposto del principato di Riazan. I luoghi storici più importanti di Colomna sono il Cremlino del Cinquecento, la Basilica di Assunzione, la Chiesa di Risurrezione presso il Monastero del Redentore del Trecento e altre basiliche e monasteri.
Borodino è un paese a 124 km. ad ovest dalla capitale lungo l’autostrada di Smolensk.
Un museo fondato per ricordare lo scontro decisivo per le sorti del paese è Campo Kulicovo dove nel 1380 furono sconfitte le orde di Gengis khan, mentre nei pressi della stazione di Dubosecovo si trova un complesso memoriale con il museo militare che racconta della battaglia di Mosca del 1941.
Un capitolo a parte meritano le tenute dei nobili russi del Settecento e Ottocento nei pressi di Mosca non sono semplici ville circondate dai parchi regolari ma veri e propri centri della vita spirituale dell’epoca.
Vi abitavano o erano frequentate da famosi artisti, scrittori, musicisti e poeti, Di queste tenute alcune sono state trasformate nei musei di gran rilievo nel patrimonio artistico  nazionale. Il complesso storico “Arkhanghelskoie” a 20 km. ad ovest da Mosca, che apparteneva alla famiglia dei principi Golizyn succeduta poi da quella di Yusupov, ha nella sua esposizione la chiesa di Michele Arcangelo (Seicento). il palazzo (Settecento) con gli interni lussuosi d’epoca altri edifici, oltre ad un parco stupendo -tutto conservato sorprendentemente bene. Gli estimatori del talento unico di Leon Tolstoj scopriranno la fonte di ispirazione dell’artista che ha scritto nella propria tenuta di Yasnaia Poliana  (Prato Sereno), Anna Karenina” e “Guerra e pace”. Sempre nella regione di Mosca troviamo case-musei del compositore Piotr Ciajkovskij. dello scrittore Anton Cerov, del pittore Vasnezov.
Lo spirito di grandi cambiamenti è stato trasmesso da Mosca, ormai un enorme cantiere, anche alla regione. Si stanno ristrutturando strade, alberghi, ristoranti grandi centri commerciali, cinema multisala già esistenti e se ne costruiscono sempre più nuovi, mentre musei, monumenti e  chiese antiche si valorizzano con i continui restauri. Non è più una novità da queste parti un campo da golf, un acquapark o un beauty farm con tanto di attrezzature e metodologie mediche ultramoderne. Non mancano certo le opportunità a chi ama sport.
Le strutture di accoglienza sono altezza degli standard internazionali. La sicurezza contrariamente ai luoghi comuni, è una realtà e non un optional: non corre alcun pericolo il turista che s’avventura  a fare un giro da solo.

Info: Ufficio turistico della RUSSIA (inglese)
Russia – Tourism Department (inglese)