Crea sito

Città della Francia Occidentale

LE CITTA’ DELLA FRANCIA OCCIDENTALE
Venite a vivere l’atmosfera speciale delle città della Francia Occidentale, Normandia, Bretagna, Loira Atlantica,Valle della Loira, Poltou-Chareutes.
Scoprirete spazi urbani deliziosamente a misura d’uomo, viuzze antiche, mercatini d’antiquariato, chiese e palazzi che sono veri capolavori d’arte. E una vivacità che darà il ritmo alla vostra vacanza: festival, feste, mostre, spettacoli, insieme all’animazione dei caffè, ai ristoranti dove gustare una cucina di tradizione accompagnata da grandi vini.. .Ideali per un week-end o un breve soggiorno, piacevoli in tutte le stagioni, le città della Francia Occidentale vi sorprenderanno!


ROUEN
La capitale storica della Normandia, rivela il suo cuore antico, che ha ispirato scrittori come Flaubert e Maupassant; e pittori, primo fra tutti Monet. I vecchi quartieri intatti, costellati di case à pans de bois nascondono piccoli tesori : la cattedrale, il Gros Horloge, il Palazzo di Giustizia, il chiostro e la chiesa di Saint-Maclou, l’abbaziale di Saint-Ouen, il misterioso “Monumento giudaico”. .

In place du Vieux Marche troverete i ricordi di Giovanna d’Arco, che qui venne arsa sul rogo. E poi le tele degli Impressionisti al Museo di Belle-Arti, le famose maioliche di Ronen al Museo della Ceramica e una collezione unica di oggetti in ferro battuto al Museo Le Secq des Touruelles. Merito della sua vocazione di porto, fluviale e marittimo, Ronen è città di scambi, animata e vivace. E proprio sull’acqua si svolge una delle manifestazioni più spettacolari: l’Armada, raduno dei più bei velieri del mondo. Prossima edizione? Nel 2003. Ma nell’attesa, tanti altri avvenimenti: Rouen ha il gusto della festa e offre tutto l’anno appuntamenti speciali. Senza dimenticare l’atmosfera calorosa (e golosa!) di oltre una ventina di ristoranti gastronomici tra i migliori della Normandia. Per informazioni: www.mormandy-tourism.org
DINAN
E’ senza dubbio una delle più belle città della Bretagna. Antica piazzaforte di frontiera, arroccata a 75 metri sull’estuario della Rance, rivela un cuore medievale intatto, racchiuso in una cinta di mura di 2700 m, con 14 torri difensive, 4 porte monumentali e un enorme Donjon. E all’interno, stradine bordate di casette a graticcio del XV e XVI secolo, di palazzi rinascimentali e settecenteschi, di chiese romaniche e gotiche, conventi, cappelle, piccole botteghe.. Passeggiare per Dinan è una specie di viaggio nel tempo. Da non perdere un itinerario lungo l’estuario della Rance, un vero e proprio fiordo lungo 20 km, costellato di calette, case di pescatori. cappelle di marinai. Scivolare sull’ acqua in battello o seguire a piedi e in bicicletta – i sentieri lungo il fiume è un modo piacevolissimo per scoprire un microcosmo di verde, natura e tranquillità. Ma potete anche giocare a golf nel parco di un castello del XVI secolo, andare a scoprire abbazie nel verde, come la meravigliosa Abbaye Saint-Magloire a Léhon, visitare il Cathédraloscope a Dol de Bretagne, l’unico centro di scoperta delle cattedrali d’ Europa.. Senza dimenticare i piaceri golosi. Un giro per il gran mercato di Dinan vi darà un’idea della ricchezza di prodotti tipici e una visita del Musée de la Pomme et dn Cidre vi rivelerà tutti i segreti del famoso sidro bretone.
Per Informazioni: www.tourismebretagne.com
ANGERS
Una delle più affascinanti città d’arte della Loira Atlantica, vi sedurrà con il suo splendido castello medievale, scandito da 7 possenti torri. Una vera cittadella inespugnabile dove si stabilirono i duchi d’Angiò, che poi diventò castello del buon Re Renato, e oggi rivela un autentico tesoro, l’Arazzo dell’Apocalisse, il più antico arrivato fino a noi: risale al trecento, è lungo 107 metri e conta 76 grandiose scene. Ma passeggiando per Angers scoprirete tanti altri tesori”: la cattedrale di Saint-Maurice, gioiello del gotico detto “plantageneto” il complesso di Saint-Jean, eccezionale granaio-ospedale del XII secolo da vedere sia per le architetture gotiche che per il bel ciclo di arazzi moderni, Le Chant du Mond, di Jean Lurcat. E poi l’Abbaye Saint-Serge, altro capolavoro gotico plantageneto, la Maison d’Adam, una casa del ‘500 à pans de bois, riccamente scolpita, I’ Hòtel du roi de Pologne, l’Hòtel des Pénitentes, l’Abbaye du Ronceray, la Tour Saint-Aubin, il castello del Pin, il Grand Théatre, i musei… Potrete fare una scappata nel mondo sotterraneo dei trogloditi, gustare una cena medievale o le famose mele “tapées”, una specialità esclusiva. Tuffarvi nell’animazione del Festival Internazionale dello Scoop e del Giornalismo o del festivai del cinema “Primi Piani “E concedervi il relax di un itinerario sull’acqua, a bordo di una house boat. Per Informazioni: www.paysdelaloire.fr
BOURGES
nel cuore della Valle della Loira, è una città d’arte dalla lunga storia, famosa già ai tempi degli antichi romani e splendida a partire da! XIV secolo, quando divenne capitale dei duchi di Berry e si arricchì di un patrimonio architettonico eccezionale. Palazzi e monumenti che oggi si riscoprono in modo davvero affascinante, inondati di luci, di suoni, di emozioni…Sono le “notti di luce” di Bourges. Al calar della notte, la città diventa una vera “ville lumière” e passeggiare tra le stradine antiche alla luce delle lanterne vuoI dire scoprire tanti particolari -un portico, una facciata…- che solo così svelano tutta la loro magia. La cattedrale di Saint-Etienne, capolavoro gotico, rivela l’audacia dei suoi archi e i prodigi della sua architettura, i palazzi rinascimentali -a cominciare dal più spettacolare, il Palazzo di Jacques Coeur -diventano scenografie di sogno, il convento des Augustin un rifugio segreto, i giardini dell’ Arcivescovado (Bourges è una città verdissima e fiorita, che vanta il marchio “4 fiori”) un luogo di fiaba…Un’ora e mezza di viaggio fantastico. Per Informazioni: www.loirevalleytourism.com
ANGOULèME
costruita su una specie di “acropoli” di calcare sulle rive della Charente, abitata già millenni fa da popolazioni trogloditiche, è una delle “città d’arte e storia” culturalmente più vivaci del Poitou Charentes. D’altra parte è stata un centro intellettuale e artistico fin dal Cinquecento, in epoca protestante, quando qui si stampavano la gran parte dei libri di Francia. Oggi ha una nuova vocazione: è diventata un’autentica capitale dei fumetti. Pensate che al Centro Nazionale del Fumetto e dell’Immagine, un museo unico in Francia, potrete vedere oltre 4000 tavole di fumetti, dal 1830 ai giorni nostri! Dopo di che, andate a scoprire il centro storico, racchiuso dai bastioni, e ad ammirare la spettacolare facciata scolpita della cattedrale St-Pierre. E immergetevi nell’animazione totale di una vera ” città dei festival”.
Dal Festival del Fumetto, dal 1974 un appuntamento must per autori ed editori di tutto il mondo, al Festival delle Musiche Meticce, mix di suoni e atmosfere d’ Africa, Asia, Caraibi, alle auto d’epoca, che gareggiano sul Circuito dei Bastioni, passando per il festival di pianoforte Piano en Valois.
Ad Angouleme è possibile inoltre praticare il turismo fluviale grazie al fiume Charentes che bagna questa città.
Per informazioni: www.poitou-charentes-vacances.com