Crea sito

Cipro, natura a 360°

I gioielli di Cipro? Cultura, storia e una natura inesauribile. Un mosaico di terra e di mare che, secondo le stagioni, muta pelle e sembianze. Una vera palestra a cielo aperto a misura di sport, salute e relax.

In un angolo del Mediterraneo, scontornata da baie ed anfratti solitari, Cipro è una autentica miniera di energia per gli amanti dello sport. A due passi dal mare – che dalla primavera all’autunno invita a immersioni sub, uscite in vela e surf, parasailing, sci d’acqua, pesca d’altura, ed escursioni in barca – , il selvaggio entroterra è un paradiso sportivo altrettanto ricco. Negli ultimi anni Cipro ha infatti incrementato la sua offerta di attività, e oggi mette a disposizione sentieri naturalistici di varia difficoltà, percorsi trekking segnalati, 19 tracciati di cicloturismo nella zona di Akamas, con varianti per ogni grado di difficoltà. Da vivere come esperienza a sé o abbinati a trail equestri o attività artigianali ed agricole che consentono di riscoprire la Cipro contadina, dalle atmosfere semplici e genuine.

L’ambiente e la valorizzazione delle risorse naturali è tra le priorità del piano di sviluppo che il CTO (Cyprus Tourism Organisation) ha in programma fino al 2010. L’obiettivo è incrementare l’offerta di vacanze “consapevoli”, soprattutto nelle stagioni intermedie. Potenziati i sentieri naturalistici che ora si estendono su oltre 200 chilometri tra fitti boschi, vigneti, in mezzo a prati in fiore e nei frutteti. Molti si dipanano alle pendici del Monte Olimpo che fra gennaio e marzo, riserva anche la piacevole sorpresa di quattro piste di sci a due passi dalle spiagge; e tra cime e vallette dei Monti Troodos, una delle 13 riserve naturalistiche più interessanti del Mediterraneo, istituita nel 1992 e caratterizzata da numerose specie endemiche e dalla appartata Valle dei Cedri.

Una dozzina i percorsi segnalati in zona, sotto il controllo della Guardia forestale cipriota che nel luglio del 2002, all’ingresso del parco ha aperto il Troodos Visitor Centre, centro documentazione (aperto tutto l’anno; tel Tel: +357.25.420144;
E-mail: [email protected]), che ospita una esposizione dedicata a fauna e flora del Parco e organizza uscite guidate periodiche.

Altra zona DOC per gli amanti della natura è il Parco naturale del promontorio di Akamas, rigoglioso giardino che prende il nome dal dio ellenico e tappezza il promontorio all’estremo nord ovest. Soggetto a particolari microclimi, in primavera vede la fioritura di oltre cinquecento varietà floreale e si tramuta in scenario per safari fotografici, birdwatching e passeggiate ecologiche lungo l’anello di Afrodite o il sentiero di Adone.

Itinerari ecologici anche a Capo Greco, nella Foresta di Stavros tis Psokas con la più vasta distesa di “Pinus Brutia” dell’isola; nella foresta di Machairas; nella regione agricola di Pitsylia a est dei Monti Troodos, che fa capo ad alcuni dei villaggi ciprioti più caratteristici, il Parco Nazionale di Athalassa, a sud est di Nicosia, dove ai primi del ‘900 iniziò l’inserimento di molte varietà botaniche provenienti dall’estero.

Cipro, che nel 2004 entrerà a fare parte dell’Unione Europea, sarà in futuro raggiunta anche dal famoso sentiero Europeo E4, un complesso sistema di tracciati ambientali che inizia in Spagna e già attraversa Francia, Svizzera, Australia, Italia, Bulgaria e Grecia.