Crea sito

Austria: Viaggiare e muoversi

Per viaggiare e muoversi in Austria

Mezzi di Trasporto

Aereo: l’Austria è collegata alla rete aerea mondiale tramite l’Austrian Airlines, Lauda Air, Tyrolean Airways e la maggior parte delle compagnie internazionali. I collegamenti internazionali si affetuano nei seguenti aeroporti: Vienna, Graz, Innsbruck, Klagenfurt, Linz e Salisburgo.

Ferrovia: Una fitta rete ferroviaria collega l’Austria con gli altri paesi europei. Si possono prenotare posti pagando un supplemento di 30 scellini. Le Ferrovie Federali Austriache (ÖBB) hanno istituito un orario di treni tra le più importanti città con intervalli di una oppure di due ore. Le ferrovie concedono anche diverse riduzioni sulle tariffe: abbonamenti generali per tutto il paese e parziali per singole regioni, diverse tessere per viaggi scontati ed offerte per gruppi. I bambini fino a 6 anni viaggiano gratuitamente ammesso che non occupino un posto a sedere. I bambini dai 6 ai 15 anni pagano la metà della tariffa intera o ridotta. Il viaggio può essere interrotto su un percorso che supera i 101 km, però l’interruzione deve essere certificata dal personale viaggiante.

I treni Euro City sono soggetti a supplemento e dispongono di vagone ristorante, mentre i treni Intercity offrono il servizio di ristorazione mobile con snacks e bevande. I treni con un vagone giochi per giovani viaggiatori dai 3 a 13 anni sono contrassegnati nell’orario con uno speciale simbolo (cavallo a dondolo).

I treni notturni portano vagoni cuccette e vagoni letto. Treni per autoveicoli fanno servizio diurno fra Vienna e Villach, Vienna e Salisburgo, Vienna ed Innsbruck, Vienna e Linz, Graz e Feldkirch, Vienna e Feldkirch, Villach e Feldkirch come anche fra Vienna e Venezia, Vienna e Rimini e fra alcune altre città. E’ consigliabile informarsi per tempo sull’orario e sui tragitti dei treni.

Bici in treno: Sulle brevi percorrenze, nei treni regionali e diretti, il servizio Regio-Biking vi consente di portarvi appresso la bici in apposite zone riservate del treno o in scompartimenti speciali. Sulle percorrenze maggiori la vostra bici vi accompagna come bagaglio grazie al servizio Intercity-Biking. In determinati treni è previsto il servizio International-Biking per trasportare biciclette da e in Germania, Italia, Svizzera, Ungheria, Slovenia e Slovacchia. Presso 120 stazioni austriache c’è la possibilità di noleggiare City Bikes, bici per bambini e (non dappertutto) Mountain Bikes a tariffe davvero vantaggiose.

Gli autoservizi pubblici in Austria appartengono ad enti statali, municipali e privati. L’Austria è collegata con i paesi esteri tramite ca. 200 linee internazionali, di cui 1 linea Europabus.

Navigazione. Un servizio di battelli per il trasporto di passeggeri funziona sul Danubio (da Pasqua fino a ottobre) e su tutti i grandi laghi austriaci (da maggio a settembre). Inoltre si effettuano viaggi sul Danubio nel porto di Vienna, entro i confini di Stato e anche in collegamento con i paesi danubiani orientali. Battelli supplementari per gruppi.

Turismo motorizzato
E’ obbligatorio per gli automobilisti apporre alle autovetture l’adesivo con la sigla internazionale. Le regole del traffico e la segnalazione stradale sono simili a quelle degli altri paesi europei. Le strade di montagna hanno quasi senza eccezione i bordi antifrana. In caso di neve è indispensabile montare pneumatici da neve oppure le gomme chiodate (possono essere usate dal 15 novembre fino al primo lunedì dopo Pasqua). In casi estremi occorrono le catene. I due club automobilistici austriaci (ÖAMTC ed ARBÖ) hanno istituito punti per il noleggio di catene.

Limiti di velocità

130 km/h sulle autostrade, 100 km/h sulle strade nazionali, 50 km/h nei centri abitati tra i due segnali di località, se mancano altre indicazioni; fuori dai centri abitati non più di 80 km/h per autoveicoli con rimorchio fino ai 750 kg, su autostrada 100 km/h. La guida in stato d’ubriachezza viene severamente punita (pena minima ATS 8.000 e ritiro della patente); limite del tasso alcolico nel sangue: 0,5 per mille.

Cinture di sicurezza/Casco/Parcheggio
E’ obbligatorio l’uso delle cinture di sicurezza. Casco: è obbligatorio sui motocicli. In parecchie città ci sono zone di parcheggio a tempo limitato (“zone blu”), in cui l’auto può rimanere fino a un tempo massimo di 3 ore. A Vienna, Innsbruck, Klagenfurt, Villaco, Salisburgo, Linz, Graz, St. Poelten ed in parecchie altre città i buoni per il parcheggio devono essere acquistati e convalidati. (Si acquistano nelle banche, nelle tabaccherie, presso le stazioni di rifornimento, ecc.)

Soccorso automobilistico
In caso d’incidente con feriti è obbligatorio denunciare immediatamente l’accaduto alla polizia o gendarmeria, senza feriti solo se non viene chiarita la reciproca identità. I club automobilistici austriaci (ÖAMTC, tel. 120, ARBÖ, tel. 123) hanno un servizio di soccorso stradale a disposizione di tutti gli automobilisti.

Taxi
I taxi, nelle città più grandi, sono muniti di un tassametro controllato che indica il prezzo della corsa in scellini austriaci. Per bagagli voluminosi si deve pagare un supplemento. Negli altri luoghi ci sono prezzi fissi per determinati percorsi. Per percorsi fuori città o fuori della zona di partenza il prezzo va concordato di volta in volta. Per il tragitto da Vienna all’aeroporto bisogna calcolare per il viaggio di ritorno del taxi un supplemento di ca. 110 scellini.