A Torino Asterlizze presenta LA STANZA esperienza d’archivio immersiva in VR di storie e racconti di emancipazione femminile, dal 18 al 23 gennaio 2022

Dal 18 al 23 gennaio 2022
San Pietro in Vincoli Zona Teatro – Torino
(Cripte sotterranee dell’ex cimitero)
nell’ambito della Stagione teatrale “Over The Rainbow” 2021-2022 di Fertili Terreni Teatro

LA STANZA
Mixed media in Virtual Reality

Ideazione Asterlizze
Regia Giulia Ottaviano e Alba Maria Porto
Con Elena Aimone, Anna Charlotte Barbera, Mauro Bernardi, Giulia Damin, Raffaele Musella, Alba Maria Porto
Costumi Lucia Giorgio
DoP Line Kühl
Edit Line Kühl e Giulia Ottaviano
Mix e Sound Design Alessio Foglia
Progettazione, 3D Assets Eugenio Perinelli per Ximu.la
Programmazione Luca Giona

Musiche gentilmente concesse da Eliseo Edizioni Musicali e I petri ca addumunu.
Homemovies tratti dall’Archivio Superottimisti FONDI: Ceciliato, Cuniberti, Ottonelli, Tosco, Liuzzo, Porto

Una produzione Asterlizze
Con il contributo di Città di Torino -TAP Torino Arti Performative
Con il sostegno di ACTI Teatri Indipendenti
In collaborazione con Ass. di II livello San Pietro in Vincoli Zona Teatro

In collaborazione con
Archivio UDI Genova, Archivio UDI Palermo, Archivio Donne Piemonte
Associazione Baretti, Superottimisti – Archivio regionale di film di famiglia,
Fucina Culturale Machiavelli

Un percorso interattivo di valorizzazione di storie e racconti di emancipazione femminile è quello che si potrà vivere dal 18 al 23 gennaio negli spazi delle Cripte sotterranee di San Pietro in Vincoli Zona Teatro con “La Stanza”, un’esperienza d’archivio immersiva in Virtual Reality per uno spettatore alla volta, diretta da Giulia Ottaviano e Alba Maria Porto, con Elena Aimone, Anna Charlotte Barbera, Mauro Bernardi, Giulia Damin, Raffaele Musella, Alba Maria Porto, ideata e prodotta da Asterlizze, con il contributo di Città di Torino – TAP Torino Arti Performative, con il sostegno di ACTI Teatri Indipendenti, in collaborazione con Archivio UDI Genova, Archivio UDI Palermo, Archivio Donne Piemonte, Associazione Baretti, Superottimisti – Archivio regionale di film di famiglia e Fucina Culturale Machiavelli.

 

Materiali d’archivio, fotografie, musica, video in Super 8 e recitazione, si mescolano tra loro in un’esperienza in realtà virtuale in cui il visitatore potrà rivivere l’atmosfera degli anni Novanta all’interno di una camera da letto tutta da esplorare, nei panni di una bambina alla scoperta della storia della propria madre e del suo passato.

Il progetto di Asterlizze, compagnia torinese impegnata a lavorare sulla valorizzazione della memoria e sul tema dell’identità attraverso racconti autobiografici e testimonianze d’archivio, nasce dal ritrovamento dei diari del Coordinamento Femminista di Enna del 1975 e arricchisce la ricerca sul movimento negli anni Settanta creando un ponte tra Nord e Sud, tra esperienze di vita passate e presenti attraverso il coinvolgimento di archivi piemontesi, liguri e siciliani al fine di diffondere e dare risalto alla storia dei percorsi di emancipazione femminile locali.

La scelta dell’esperienza in VR nasce per sperimentare e rendere accessibili documenti, patrimoni e storie di valore in un’ottica di multidisciplinarietà e dialogo tra le generazioni.

 

Asterlizze è un’associazione culturale che opera nell’ambito delle Performing Arts e della ricerca dei linguaggi espressivi contemporanei in ottica di osmosi tra arti e linguaggi. Nata a Torino nel 2018 con la produzione del progetto ARTE. Dialoghi in Contemporanea, in collaborazione con Tedacà, The Others Art Fair e brevidistanze, debutta poi con lo spettacolo Arte di Yasmina Reza al Teatro Stabile di Torino. Nel 2019 vince il bando under 30 ORA!X di Compagnia di San Paolo con il progetto di performance site-specific per arpa e voce A Sound a Place. Con lo stesso progetto vince il bando Invasioni Contemporanee promosso dal Comune di Ascoli Piceno. Collabora alla produzione del progetto Something About You promosso dalla Fondazione Archivio Diaristico Nazionale, vincitore di ORA! Produzioni di cultura contemporanea, che nel 2019 ha realizzato lo spettacolo teatrale omonimo, con debutto al Festival delle Colline Torinesi, e l’installazione audio-video 3 Women in a Triptych. Entrambe le opere sono state concepite a partire da una selezione, frutto di accurata ricerca, del prezioso patrimonio di documenti di quattro organizzazioni che operano nella conservazione: Fondazione Archivio Diaristico Nazionale, il Polo del ‘900 di Torino, Archivio Superottimisti – Associazione Museo Nazionale del Cinema e l’Archivio del Diario di Lisbona. La visione di Asterlizze è quella di mescolare le carte e i generi, il teatro contemporaneo, le performance, creare connessione e scambio per nutrire la creatività e tessere una rete compatta tra artisti e pubblico al fine di interrogarsi tramite la pratica e la diffusione teatrale su temi comuni. Opera inoltre una contaminazione di forme e linguaggi, mediante la scrittura drammaturgica, la performance dal vivo, le arti visive, la sperimentazione di nuovi media, la partecipazione attiva dello spettatore e attua un processo di recupero e valorizzazione circolare volto a diffondere esperienze di condivisione, avvicinando al teatro nuove fasce di pubblico.

 

San Pietro in Vincoli Zona Teatro è uno spazio non convenzionale, molto particolare e suggestivo, ubicato sul territorio della Circoscrizione 7, tra i quartieri Aurora e Porta Palazzo. Di architettura settecentesca, la struttura è stata ricavata nei locali dell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli, il più antico della città, costruito nel 1777, attualmente sotto la protezione delle Belle Arti. Luogo affascinante, ricco di storie e leggende, ospita l’attività di tre compagnie teatrali (ACTI Teatri Indipendenti, Il Mutamento Zona Castalia, LabPerm di Domenico Castaldo), che lavorano in sinergia, con l’obiettivo di valorizzare l’ex cimitero promuovendo una vera e propria “fabbrica” culturale con eventi, spettacoli teatrali, rassegne e stagioni, concerti, mostre, oltre che come centro di produzione e formazione artistica e luogo di aggregazione per i cittadini torinesi, in particolare per i residenti della Circoscrizione 7.

San Pietro in Vincoli Zona Teatro è uno dei luoghi di Fertili Terreni Teatro, insieme di artisti e organizzatori con in comune la passione per il Teatro Contemporaneo che sperimenta nuovi modelli organizzativi e svolge funzione di crescita culturale e sociale nella città di Torino; composta da ACTI Teatri Indipendenti, Cubo Teatro, Tedacà e Il Mulino di Amleto come partner artistico, la rete propone una stagione teatrale e attività collaterali dislocate in tre diversi spazi teatrali (San Pietro in Vincoli Zona Teatro, Bellarte, Off Topic).

 

Informazioni e prenotazioni

Esperienza per uno spettatore alla volta. Durata esperienza 30 minuti.

Ingresso 2,00 Euro con prenotazione obbligatoria. Ingresso con Super Green Pass e mascherina Ffp2.

Mail: [email protected]
Telefono e Whatsapp 331 3910441 (orario lun-ven ore 15-18)

 

Orari

Martedì 18 gennaio dalle ore 15.00 alle ore 21.00

Dal 19 al 23 gennaio dalle ore 17.00 alle ore 23.00

https://www.fertiliterreniteatro.com/evento/la-stanza-mixed-media-in-virtual-reality/2022-01-18/

https://www.fertiliterreniteatro.com/
https://www.instagram.com/fertiliterreni/
https://www.facebook.com/fertiliterreniteatro/

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *