Crea sito

Castel Maggiore (Bo): Condimenti, il festival di cibo e letteratura a Villa Salina, il 28 – 29 e 30 giugno 2019

CONDIMENTI – FESTIVAL DI CIBO E LETTERATURA: GUSTO E CULTURA NEL MAGNIFICO PARCO DELLA VILLA SEICENTESCA IL 28, 29 e 30 GIUGNO 2019 A VILLA SALINA DI CASTEL MAGGIORE (BO)

Tra gli ospiti Natalia Cattelani, Frankie hi-nrg, Francesca Reggiani e gli chef Agostino Iacobucci e Max Poggi
Letteratura, cooking show, teatro, intrattenimento, laboratori per grandi e bambini, divertimento, musica e naturalmente buon cibo: è la ricetta di Condimenti, il festival di cibo e letteratura lanciato a Castel Maggiore sette anni fa, nell’ambito di un forte investimento sulla cultura e sull’aggregazione che caratterizza il comune amministrato dalla Sindaca Belinda Gottardi, rieletta il 26 maggio scorso.
L’appuntamento è per il weekend di sabato 29 e domenica 30 giugno, con una preview nella serata di venerdì 28 dedicata al grande cinema, grazie alla collaborazione con Best Movie: alle 21:30 sul palco centrale del bel parco di Villa Salina, la tenuta seicentesca appartenuta all’illustre scienziato bolognese Marcello Malpighi che ormai da 4 anni ospita il Festival, verrà proiettato “Bohemian Rhapsody”, campione di incassi della stagione cinematografica. Una scelta in linea con il tema scelto per quest’edizione 2019 del Festival, dedicata a “Genio e sregolatezza”, incarnate alla perfezione dall’esplosivo carisma di Freddie Mercury, ma pure un omaggio al cinquantennale dei moti dello Stonewall Inn, che diedero origine alle rivendicazioni Lgbt negli Stati Uniti e poi in tutto il mondo.
Sabato 29 giugno alle 17 l’inaugurazione ufficiale del Festival, alla presenza della Sindaca Belinda Gottardi, cui seguirà il primo appuntamento letterario-culinario, quello con Natalia Cattelani, volto noto del programma Rai “La prova del cuoco”, che presenterà il suo ultimo libro “Le torte salate di casa mia” edito da Rai Eri, portando con sé la genialità e la saggezza delle tradizioni culinarie di famiglia. A seguire un omaggio a colui che è l’incarnazione stessa della figura del genio, Leonardo Da Vinci, nel cinquecentenario della sua morte: ospite del Festival sarà infatti il giornalista e scrittore Mario Pappagallo, che presenterà in anteprima a Condimenti il suo “Il genio in cucina. Leonardo, l’osteria delle tre rane e la macchina per gli spaghetti”, testimonianza di una delle tantissime attività poco conosciute di Leonardo, che fu anche cerimoniere e coltivatore di spezie, oltre che, da ventenne, cameriere e poi gestore assieme a Sandro Botticelli dell’osteria “Le tre rane” ai piedi di Ponte Vecchio. Un libro gustosissimo, è il caso di dirlo, che conduce nelle cucine della Firenze rinascimentale, tra cucina molecolare, macchine culinarie e sorprendenti sperimentazioni. Non poteva mancare, a testimonianza della creatività e dell’eccellenza della cucina del territorio, il cooking show di Max Poggi – nelle postazioni cucina messe a disposizione da Veneta Cucine – che a Trebbo di Reno ha aperto il suo Massimiliano Poggi Cucina, diventando una delle realtà più apprezzate dalla critica gastronomica e dal pubblico. A partire dalle 19:30 si alternano sul palco centrale due vere e proprie leggende della musica e dello spettacolo, a cominciare dal padre del rap italiano Frankie hi-nrg, che fa tappa a Condimenti con il tour di presentazione del suo libro, “Faccio la mia cosa”, edito da Mondadori. Lo spettacolo serale è affidato alla comicità scoppiettante e istrionica di Francesca Reggiani, ex ragazza terribile della tv all’epoca d’oro di Rai Tre, con il suo nuovo spettacolo “Tutto quello che le donne (non) dicono”: un viaggio tra le tantissime sfumature della crisi spirituale, sociale, relazionale e sessuale che sta attraversando l’Italia, confusa tra amore e sesso, tra PIL e sex appeal.

La domenica, che si aprirà con la colazione offerta al pubblico di Condimenti da Alce Nero, ospiterà la presentazione del nuovo noir di Gianluca Morozzi, “Gli annientatori”, ed un altro libro che mescola con estro due ambiti apparentemente distanti: “Tarocchi in cucina” di Floreana Nativo ci insegna come i tarocchi abbiano in comune con il cibo molti aspetti, a cominciare dal fatto che le carte sono proiezione di eventi che viviamo, consciamente o inconsciamente, esattamente come il cibo, che mette in gioco non soltanto la nostra sfera animale e il nostro istinto di sopravvivenza – nutrirsi per vivere – ma pure il nostro passato, le nostre relazioni, i nostri affetti, la nostra memoria. Un insolito libro di tarocchi ed un insolito libro di ricette, tutti in un unico volume. E ancora sarà presente la scrittrice Catia Dal Monte, che nel suo bel “La casa dell’aviatore” si ispira alle vicende di una famiglia ebrea alla fine degli anni Trenta e poi allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, in una intensa storia in bilico tra memoria, passato e presente che ha al centro le mura di Villa Muggia di Imola, progettata dall’architetto milanese Piero Bottoni e poi bombardata nel 1944. La mattinata della domenica ospiterà l’imperdibile laboratorio per imparare a fare pizza e focaccia con Forno Brisa, da qualche giorno premiato con i Tre Pani di Gambero Rosso (prenotazione obbligatoria allo 051 4070658), mentre lo chef Agostino Iacobucci, da poco approdato con il suo ristorante nelle magnifiche sale dell’adiacente Villa Zarri, delizierà il pubblico con il suo cooking show alle ore 18.00. Gli aspiranti sommelier sono invitati a partecipare alla masterclass alla scoperta dei vini del territorio bolognese, a cura di Fisar Bologna e Modena, con i vini di Podere Riosto di Pianoro che saranno accompagnati da una degustazione di mortadella al taglio offerta dalla Salumeria Simoni (prenotazione obbligatoria allo 051 4070658). Alla sera sul palco centrale finale esplosivo in musica con la Roaring Emily Jazz Band, che da vent’anni porta in giro per l’Europa la sua trascinante combinazione di swing, jazz e musica dixie: il concerto, in collaborazione con la Cantina Bentivoglio, sarà presentato da Giovanni Serrazanetti e da Franco Trentalance, che nella giornata di domenica accompagnerà gli appuntamenti con numerose incursioni. Molti altri sono gli appuntamenti che animeranno il parco di villa Salina durante le giornate del Festival, a cominciare da quelli dedicati ai bambini: dai laboratori di cucina creativa a cura di Coop Alleanza 3.0 (prenotazione obbligatoria allo 051 4070658), con le merende Fior Fiore Coop offerte al termine delle attività, alla “Bici dei libri” allestita dalla libreria Lèggere Léggere di Castel Maggiore, con libri e giochi da tavolo a disposizione dei più piccoli; e ancora domenica pomeriggio “Il piccolo lettore MAISAZIO”, letture a più voci e laboratorio a cura del Festival di Letteratura “Uscire dal Guscio” e Associazione Genitori Rilassati. Poesia e teatro faranno capolino tra gli spettatori con le incursioni teatrali della compagnia “I Devastanti” e il “Passaparola Poetico” a cura dello Junior Poetry Festival di Castel Maggiore. Spazio ai momenti benessere con la lezione gratuita di yoga all’aria aperta, nella mattinata di domenica 24, e l’Istituto Erboristico L’Angelica – Coswell, sponsor del Festival, che sarà presente nelle due giornate con le sue famose tisane in versione estiva ed i consigli della nutrizionista per scegliere i rimedi più adeguati alle esigenze di benessere di ognuno. Nel Parco di Villa Salina sarà inoltre allestita la mostra “Genio e sregolatezza” a cura degli allievi del Corso di Design Grafico dell’Accademia di Belle Arti di Bologna. Non mancherà ovviamente il cibo: a servire pietanze e finger food ci penseranno le postazioni mobili dei Food truck, pronte a deliziare i presenti con le loro proposte gastronomiche, tra piadine d’autore, fritti di pesce, borlenghi e proposte gourmet, mentre al bar saranno disponibili birra Warsteiner, i vini di Podere Riosto e Caffè Filicori. All’interno della Villa sarà allestito il book corner a cura di Librerie Coop.

L’organizzazione e la realizzazione del Festival sono, per il quarto anno consecutivo, a cura dell’agenzia MEC&Partners di Bologna.

Ti potrebbe interessare anche...