Crea sito

Carmagnola (TO): 70° Fiera nazionale del peperone, dal 30 agosto all’8 settembre 2019

70^ FIERA NAZIONALE DEL PEPERONE
dal 30 agosto all’8 settembre 2019 a Carmagnola (TO)
Tutti gli eventi sono gratuiti ad eccezione dei concerti de Il Foro Festival – www.fieradelpeperone.it

Arriva al prestigioso traguardo dei 70 anni la Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola, la più grandemanifestazione fieristica italiana dedicata a un prodotto agricolo che propone 10 giorni eventigastronomici, culturali ed artistici per tutti i sensi e per tutte le età.
In un’area espositiva di 14.000 mq, con 8 piazze dedicate di cui 6 enogastronomiche, 2500 posti a sedere epiù di 200 espositori, una grande mostra che ripercorre la storia della Fiera e l’Accademia San Filippo,proposta grazie al sostegno della Camera di Commercio di Torino con tantissime proposte a cavallo tragusto, cultura e attualità, i visitatori troveranno degustazioni, workshop, show cooking, percorsi didattici esensoriali, cene a tema, street food, concerti e spettacoli di vario genere, teatro, cabaret, talk show,convegni, iniziative solidali, area bimbi, una grande rassegna commerciale e altro ancora…
Con tanti ospiti – tra i quali ARTURO BRACHETTI, TINTO, OSCAR FARINETTI, ALBERTO CIRIO e il giornalista PAOLO MASSOBRIO che modererà diversi incontri – questa sarà la prima edizione anti-spreco alimentare della Fiera grazie alla partnership con l’azienda Cuki che fornirà migliaia di Cuki Save Bag, la doggy bagnata nel 2016 dal progetto Cuki Save the Food, e alla partecipazione del Banco Alimentare del Piemonte che sostiene ad aiuta 106.201 piemontesi e che sarà protagonista di due incontri.
Per il secondo anno ci sarà anche “Il Foro Festival”, un rilevante evento collaterale che propone i concerti a pagamento dei Pinguini Tattici Nucleari il 31 agosto e degli Eiffel 65 + Marvin & Prezioso il 1° settembre, in una grande arena che può ospitare più di 5000 persone.


Dal 30 agosto all’8 settembre 2019 si svolge la 70a edizione della “Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola”, una delle più grandi e qualificate manifestazioni italiane nel settore dell’enogastronomia, la più grande dedicata a un prodotto agricolo, che ogni anno propone 10 giorni di eventi gastronomici, culturali e artistici con esperienze creative e coinvolgenti per tutti i sensi e per tutte le fasce di età.
In un’enorme area espositiva di circa 14.000 mq con 8 piazze dedicate, di cui 6 enogastronomiche, 2500 posti a sedere e 220 espositori di cui 100 alimentari, i visitatori troveranno una grande mostra che ripercorre i 70 anni della Fiera e l’Accademia San Filippo, il cuore della cultura e dell’esperienza gastronomica della kermesse con degustazioni guidate, percorsi didattici e sensoriali, workshop, show cooking, laboratori e incontri di cultura e attualità condotti da Paolo Massobrio con diversi ospiti tra i quali il fondatore di Eataly Oscar Farinetti e il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio. L’Accademia San Filippo viene proposta grazie all’organizzazione di Totem Eventi, al sostegno della Camera di Commercio di Torino e al coinvolgimento dei Maestri del Gusto di Torino e Provincia, dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, del Banco Alimentare del Piemonte e del Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Freisa di Chieri e dei Vini delle Colline Torinesi.
Come sempre ci saranno tanti eventi e spettacoli gratuiti. Dopo la speciale serata inaugurale in cui il conduttore radiofonico e televisivo TINTO intervisterà ARTURO BRACHETTI, nelle giornate seguenti ci saranno spettacoli di teatro e cabaret, concerti e esibizioni musicali di vario genere, un grande evento dedicato al tango, la finale di un talent show, la chiusura con i fuochi d’artificio piromusicali, e poi ancora cene e degustazioni a tema, iniziative solidali, area bimbi con attività e spettacoli, mostre, convegni e la grande rassegna commerciale.
Un importante evento collaterale è “IL FORO FESTIVAL”, manifestazione che dallo scorso anno propone concerti di rilevo in una grande arena allestita per accogliere 5000 spettatori all’interno del Foro Boario di Piazza Italia.
Sabato 31 agosto ci saranno i Pinguini Tattici Nucleari e domenica 1° settembre il Foro Party con gli Eiffel 65 e Marvin&Prezioso. I concerti inizieranno alle ore 21:30, i biglietti di ingresso sono di € 20,00 per il 31 agosto, di € 10,00 per il 1° settembre e sono acquistabili su Ticketone

La Fiera quest’anno festeggia il traguardo dei 70 anni anche con un premio giornalistico e con una grande mostra che ripercorre il suo cammino, in una città che offrirà la sua consueta ospitalità in un affascinante e variopinto spettacolo di mercati, iniziative ed eventi.
Il premio giornalistico si intitola “Carmagnola, dove il peperone fa storia”, la partecipazione è gratuita, la deadline è fissata al 31 luglio e maggiori informazioni sono reperibili nel sito www.comune.carmagnola.to.it .
La mostra si intitola “Altro che Peperoni!!! Viaggio lungo i 70 anni della Fiera per scoprire che il Peperone di Carmagnola è…” e viene allestita nei locali del bellissimo castello che ospita il palazzo comunale con inaugurazione il 4 luglio alle ore 12 e possibilità di visitarla sino a fine Fiera. Nel percorso museale si potranno conoscere tante curiosità, vedere i manifesti – come il primo ciclostilato della rassegna del 1949 e quello del 1951 disegnato dal pittore Mario Cavazza – vedere opere d’arte, uno splendido repertorio fotografico e tante ricette, più o meno conosciute.
Questa sarà la prima edizione anti-spreco alimentare della Fiera grazie alla collaborazione con l’azienda Cuki che fornirà migliaia di Cuki Save Bag, la doggy bag nata nel 2016 dal progetto Cuki Save the Food, e alla partecipazione del Banco Alimentare del Piemonte che in Accademia San Filippo sarà protagonista di due momenti di approfondimento sui temi della condivisione dei bisogni alimentari e della responsabilità nell’evitare lo spreco.
Come sempre, la Fiera sarà anche ecosostenibile, con isole ecologiche per la differenziazione dei rifiuti e con l’utilizzo esclusivo di stoviglie, piatti e bicchieri ecocompostabili.
Grazie a un’attenta ricerca sulla qualità e sul legame coi territori che permette di proporre le migliori eccellenze nazionali ed accontentare tutti i gusti, da nove anni la kermesse viene riconosciuta ufficialmente come Manifestazione Fieristica di Livello Nazionale e nelle ultime edizioni ha registrato un crescente successo con oltre 250.000 visitatori ogni anno e una grande ricaduta economica sul territorio, stimata da una qualificata ricerca  universitaria in 25 milioni di euro negli ultimi 5 anni.

APPROFONDIMENTI
I protagonisti principali saranno il Peperone, la Città di Carmagnola, il gusto e la cucina Ci saranno 6 grandi aree enogastronomiche con somministrazioni di prodotti di alta qualità e 2500 posti a sedere, tra le quali la storica Piazza dei Sapori, ovvero Piazza Mazzini trasformata in un grande ristorante da un’idea geniale del compianto ristoratore Renato Dominici che, tra gli anni Novanta e i primi Duemila, la ideò per portare alla
manifestazione, accanto al peperone, i migliori prodotti tipici del territorio torinese.
Il Peperone si potrà acquistare e gustare nelle sue quattro note tipologie morfologiche riconosciute dal consorzio dei produttori – il quadrato, il corno di bue, il trottola e il tomaticot – che, raccolti manualmente dalla fine di luglio rispettando un severo disciplinare di produzione, sono apprezzati in tutta Italia per caratteristiche uniche di qualità e genuinità che si prestano alle più svariate preparazioni. Per tradizione, nella prima domenica della Fiera viene organizzato il Concorso Mostra/Mercato del Peperone riservato ai produttori locali con gli eccezionali vincitori che verranno battuti all’asta per beneficenza dal conduttore radiofonico e televisivo Tinto.
Carmagnola, città ricca di storia e di manifestazioni tradizionali legate alla cultura popolare locale, verrà fatta scoprire ai visitatori attraverso molti eventi, mostre ed allestimenti che puntano a farne conoscere e valorizzare il grande patrimonio architettonico e culturale.
L’Accademia San Filippo, area multifunzionale ubicata nell’omonima storica chiesa sarà il cuore della cultura e dell’esperienza gastronomica della Fiera e viene proposta grazie all’organizzazione di Totem Eventi, al sostegno della Camera di Commercio di Torino e al coinvolgimento dei Maestri del Gusto di Torino e Provincia, dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, del Banco Alimentare del Piemonte e del Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Freisa di Chieri e dei Vini delle Colline Torinesi.
L’Accademia accoglierà degustazioni guidate, approfondimenti sul mondo del cibo, show cooking, laboratori ed incontri di cultura e attualità condotti da Paolo Massobrio, tra i quali quello con il fondatore di Eataly Oscar Farinetti il 31 agosto in un ricordo di Renato Dominici, grande maestro di cucina carmagnolese e ideatore della Piazza dei Sapori, e le “confessioni laiche” nelle quali il giornalista intervisterà alcuni personaggi di rilevo, tra i quali il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio il 1° settembre.
L’Accademia propone anche incontri in collaborazione con il Banco Alimentare del Piemonte sulla lotta allo spreco alimentare e appuntamenti quotidiani con i Maestri del Gusto di Torino e Provincia: “aperitivi narrati” con le eccellenze enogastronomiche del territorio e degustazioni di accompagnamento con il coinvolgimento di diverse aziende di Torino Cheese e Torino DOC, progetti della Camera di Commercio di Torino, e del Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Freisa di Chieri e dei Vini delle Colline Torinesi.

Sempre in San Filippo ci sarà anche una doppia mostra sensoriale con “Peperone in tutti i sensi”, percorso didattico sulla percezione del peperone di Carmagnola legata ai sensi e allestito in collaborazione con il Centro Studi Assaggiatori di Brescia, e “Doi povron bagnà en tl’ euli”, percorso sensoriale organizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana Città dell’Olio che propone una settimana di abbinamenti a rotazione con oli selezionati delle diverse regioni d’Italia e sottoposti al giudizio del pubblico.
Un viaggio in cui mente, occhi, mani, bocca e cuore si incontreranno per accogliere nuovi sapori e nel quale troveranno soddisfazione anche le orecchie con “Il gusto della musica”, esperienza multisensoriale di musica, elettronica e mapping 3D proposta dal progetto Multimedia Universal Orchestra con il quale l’associazione Tirovi Umoto Research coinvolge numerosi giovani musicisti italiani e stranieri che, uniti dalla comune passione per la ricerca e l’innovazione e coordinati dal maestro Vittorio Muò, abbineranno la loro arte alle nuove tecnologie, quali illuminotecnica, video e
multimedia.
In una delle aree enogastronomiche l’organizzazione sta preparando il Villaggio del Peperone, una nuova iniziativa dedicata all’agricoltura del territorio e ideata dalla giornalista Renata Cantamessa – volto del programma “Parola di Pollice Verde” di Rete4 – con il coinvolgimento di molte realtà del settore.
Le cene e le degustazioni a tema nel Salone Antichi Bastioni, momenti conviviali con portate raffinate preparate con prodotti di eccellenza del territorio, vengono riproposte sulla scia del successo riscosso nelle ultime due edizioni, saranno a pagamento e prevederanno serate con ricavato da devolvere in beneficenza.
Novità di questa edizione, Nella Piazza dei Bastioni ci sarà Mondo Latino, un punto di ristorazione ed animazione che unisce varie proposte di cibo legato alla cultura iberica e latino-americana, con cucina cubana, spagnola, argentina e messicana, in abbinamento con cocktail e bevande tipiche, accompagnati ogni sera da spettacoli e musica.

La campagna anti-spreco alimentare con Cuki e con il Banco Alimentare del Piemonte

Questa sarà la prima edizione anti-spreco alimentare della Fiera grazie alla collaborazione con l’azienda Cuki che fornirà migliaia di Cuki Save Bag, la doggy bag nata nel 2016 da Cuki Save the Food, progetto avviato nel 2011 per il recupero del cibo dalle mense collettive in collaborazione con Banco Alimentare Onlus. Ad oggi sono circa 15 milioni le
porzioni salvate, pari a circa 3750 tonnellate di cibo recuperato in favore dei più bisognosi. Cuki Save the Food è una delle prime operazioni di charity a lungo termine in Italia che, potendo contare sulla disponibilità di 200 mense aziendali, dona alimenti a oltre 8.000 enti caritativi.
La Cuki Save Bag, è la doggy bag creata nel 2016, sempre in collaborazione con Banco Alimentare Onlus, con l’obiettivo di ridurre gli sprechi alimentari nel settore della ristorazione e con oltre 1.000 ristoranti ad oggi aderenti.
Cuki ha recentemente lanciato l’indagine “Doggy Bag a Chi?” per dare una lettura dello spreco alimentare analizzando le abitudini degli italiani fuori casa. Se da una parte oltre il 58% degli avventori si vergogna a chiedere la doggy bag, la ricerca mette in luce anche le mancanze da parte della ristorazione con il 77% dei ristoratori che propone “mai o raramente” ai propri clienti di portarsi via con un contenitore il cibo avanzato.
Inoltre, domenica 1 e domenica 8 settembre nell’Accademia San Filippo sono in programma due incontri con il Banco Alimentare del Piemonte sui temi della condivisione dei bisogni alimentari e della responsabilità nell’evitare lo spreco.
Gli incontri proporranno show cooking “svuotafrigo” con prodotti di eccellenza della tradizione nati per “non buttare via niente” e quello del 1° settembre sarà condotto da Tinto. Il Banco Alimentare del Piemonte sostiene e aiuta, tramite l’azione delle Strutture Caritative a cui vengono distribuiti da volontari i generi alimentari raccolti, 106.201 piemontesi, circa il 36% delle persone in difficoltà della regione secondo le stime Istat.

Spettacoli e tanti eventi a cavallo tra cultura, intrattenimento e solidarietà
Dallo scorso anno si affianca alla Fiera il collaterale “IL FORO FESTIVAL”, manifestazione che propone concerti di rilevo in una grande arena allestita per accogliere più di 5000 spettatori all’interno del Foro Boario di Piazza Italia.
Sabato 31 agosto ci saranno i Pinguini Tattici Nucleari e domenica 1° settembre il Foro Party con gli Eiffel 65 e Marvin&Prezioso. I concerti inizieranno alle ore 21:30, il biglietto di ingresso del 31 agosto è di € 20,00, quello del 1° settembre di € 10,00 e sono acquistabili su Ticketone
Oltre ai concerti de Il Foro Festival, unici eventi a pagamento, come sempre sono molto ricche le proposte di eventi gratuiti a cavallo tra cultura, intrattenimento e solidarietà.
Tra i principali ospiti, TINTO INTERVISTERÀ ARTURO BRACHETTI nella serata inaugurale sul grande palco di Piazza Sant’Agostino. Brachetti è il celebre trasformista conosciuto in tutto il mondo e Tinto, al secolo Nicola Prudente, dal 2003 conduce il programma Decanter su Radio2 insieme a Federico Quaranta, è stato per diversi anni e nel cast fisso de “La prova del cuoco” su Rai 1 e dal 2015 conduce il programma di Rai 2 “Frigo”.

Sulla base del format “Frigo Vip: dimmi cos’hai nel frigo e ti dirò chi sei”, ispirato al programma tv di Rai 2, l’uomo dai mille volti e dai mille abiti si racconterà al pubblico dal punto di vista enogastronomico e dal punto di vista personale.
Tra aneddoti, esperienze e viaggi fantastici il grande artista torinese farà entrare il pubblico nel dietro le quinte della sua vita, senza maschere e senza esibirsi nei sui famosi trasformismi.
In Piazza Sant’Agostino proseguiranno poi le proposte di spettacoli in tutte le serate della Fiera.
Il 31 agosto il gruppo musicale Bart Cafè & Friend sarà protagonista di un concerto che ripercorrerà i 70 anni della Fiera attraverso le canzoni di molti cantanti famosi ospitati nel corso delle edizioni.
Domenica 1° settembre nel pomeriggio ci sarà la tradizionale Festa di Re Peperone e la Bela Povronera con sfilata di centinaia di personaggi in costume. In serata ci sarà la proiezione del film di animazione “Pepe in Forma”, realizzato dai ragazzi del laboratorio di cinema di animazione dell’Istituto Comprensivo Carmagnola 1 nell’ambito del progetto di prevenzione all’obesità infantile, e lo spettacolo Imitamorfosi di Claudio Lauretta, imitatore, attore e comico di grande talento visto in numerosi programmi televisivi.
Lunedì 2 settembre ci sarà un omaggio a Gipo Farassino con il Gruppo Terzo Turno e il loro spettacolo teatrale e musicale intitolato “Quando c’era la nebbia”, il 3 settembre sarà dedicato al ballo liscio con Sonia De Castelli e la sua orchestra e il 4 settembre al grande rock con i Queenmania, la più celebre Queen Tribute Band d’Europa che farà rivivere il mito di Freddie Mercury e dei Queen in un imperdibile spettacolo.
Il 5 settembre ci saranno la finalissima di “What’s tout talent?” – format di talent show proposto in diverse serate estive a Carmagnola da parte di V Events by Vida network – presentata da Melania Agrimano di Radio RDS insieme ai giudici Edoardo Mecca, Ilario Parise e Ivan Cattaneo.
Il 6 settembre ci sarà “Due cuori e un peperò”, un grande evento dedicato al tango a cura di Monica Mantelli con un recital spettacolarizzato che avrà come protagonista la cantante argentina Sonia Farrell, performances con 6 coppie di maestri di tango e 22 bailarinos LCMM & Etnotango Friends, videomostra fotografica, parata danzata e milonga per tutti su grande pista in parquet per tante ore di ballo – tradizionale, nuevo, contemporaneo – con Dj Etnotango.
Il 7 settembre è in programma il concerto di musica jazz, funky e rhythm and blues con la VMP Big Band diretta dal Maestro Pierluigi Mucciolo e l’8 settembre si concluderà con un grande spettacolo di fuochi d’artificio piromusicali.
In piazza Raineri viene confermata l’area cabaret, in collaborazione con lo storico locale torinese Cab41 e con T.R.S. Radio, che propone ogni sera spettacoli con volti più o meno noti al grande pubblico e in Piazza dei Bastioni ci sarà Mondo Latino, il nuovo punto di ristorazione ed animazione legato alla cultura iberica e latino-americana in cui vengono proposti ogni sera spettacoli e musica.
Per i più piccoli e per le famiglie viene proposto Bambini in Fiera in ampi spazi allestiti nei Giardini Unità d’Italia, con intrattenimento a partire dalle ore 18 e con il palco Pepper Magic Show che propone spettacoli ogni sera alle ore 21 con teatro, magia, baby dance, ecc…
Domenica 1° settembre ci sarà il 4° Raduno Auto Storiche Città di Carmagnola a cura del Gruppo Auto Moto Storiche, mentre domenica 8 settembre si svolgerà anche il Mercantico, mostra mercato del piccolo antiquariato e del riuso in programma la seconda domenica di ogni mese.
Tra le iniziative solidali sono in programma cene organizzate nel Salone Antichi Bastioni con ricavato devoluto in beneficenza e la tradizionale vendita del Pane della Fiera, pane al peperone fatto in collaborazione con la locale l’Università della Terza Età (UNITRE) e venduto nell’Accademia di San Filippo con ricavato destinato all’O.A.M.I. di Carmagnola (Opera Assistenza Malati Impediti) per Casa Roberta, residenza per l’accoglienza di chi non è in condizioni di vivere autonomamente.


Dal 30 agosto all’8 settembre 2019 si svolge la 70a edizione della “Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola”, una delle più grandi e qualificate manifestazioni italiane nel settore dell’enogastronomia, la più grande dedicata a un prodotto agricolo, che ogni anno propone 10 giorni di eventi gastronomici, culturali e artistici con esperienze creative e coinvolgenti per tutti i sensi e per tutte le fasce di età.
In un’enorme area espositiva di circa 14.000 mq con 8 piazze dedicate, di cui 6 enogastronomiche, 2500 posti a sedere e 220 espositori di cui 100 alimentari, i visitatori troveranno una grande mostra che ripercorre i 70 anni della Fiera, degustazioni, workshop, show cooking, percorsi didattici e sensoriali, cene a tema, street food, concerti e spettacoli di vario genere con tanti ospiti tra i quali Tinto, Arturo Brachetti e Roby Facchinetti, talk show, convegni, iniziative solidali, area bimbi, una grande rassegna commerciale e altre iniziative che faranno conoscere e valorizzeranno il grande patrimonio architettonico e culturale di una Città ricca di storia.

L’ACCADEMIA DI SAN FILIPPO, area multifunzionale ubicata nell’omonima storica chiesa, sarà il cuore della cultura e dell’esperienza gastronomica della Fiera e viene proposta grazie all’organizzazione di Totem Eventi, al sostegno della Camera di commercio di Torino e al coinvolgimento dei Maestri del Gusto di Torino e provincia, dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, di ONAOO – Organizzazione Nazionale Assaggiatori Olio di Oliva, del Banco Alimentare del Piemonte e del Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Freisa di Chieri e dei Vini delle Colline Torinesi.

L’Accademia accoglierà degustazioni guidate, percorsi didattici e sensoriali, workshop, show cooking, esperienze multisensoriali con musica classica, elettronica e mapping 3D, laboratori e incontri di cultura e attualità condotti da Paolo Massobrio, tra i quali quello con il fondatore di Eataly Oscar Farinetti il 31 agosto in un ricordo di Renato Dominici, grande maestro di cucina carmagnolese e ideatore della Piazza dei Sapori, e le “confessioni laiche” nelle quali il giornalista intervisterà alcuni personaggi politici, il consigliere regionale dei Moderati in Piemonte Silvio Magliano il 31 agosto, il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio il 1° settembre e l’europarlamentare della Lega Gianna Gancia l’8 settembre.

Ad eccezione della giornata inaugurale del 30 agosto, in tutti gli altri giorni l’Accademia propone degustazioni quotidiane con i Maestri del Gusto di Torino e provincia: “aperitivi narrati” con le eccellenze enogastronomiche del territorio selezionate dal progetto realizzato dalla Camera di commercio di  Torino e degustazioni di accompagnamento con il coinvolgimento  anche di aziende afferenti agli altri due progetti di promozione camerali Torino Cheese e Torino DOC e del Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Freisa di Chieri e dei Vini delle Colline Torinesi.
Domenica 1 e domenica 8 settembre sono in programma due incontri in compagnia del Banco Alimentare del Piemonte sui temi della condivisione dei bisogni alimentari e della responsabilità nell’evitare lo spreco, il 1° settembre con lo show cooking “Svuotafrigo” insieme a TINTO di Rai2 per imparare a fare una spesa consapevole e ricette con gli avanzi, e l’8 settembre con la degustazione “Non si butta via niente!” insieme a Paolo Massobrio per imparare dalla tradizione con i prodotti “di risulta”

Sempre in San Filippo ci sarà anche una doppia mostra sensoriale con “Peperone in tutti i sensi”, percorso didattico sulla percezione del peperone di Carmagnola legata ai sensi  e allestito in collaborazione con il Centro Studi Assaggiatori di Brescia, e “Doi povron bagnà en tl’ euli”, percorso sensoriale organizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana Città dell’Olio e ONAOO – Organizzazione Nazionale Assaggiatori Olio di Oliva, prima Scuola al Mondo per la divulgazione dell’assaggio olio di oliva, che propone una settimana di abbinamenti a rotazione con oli selezionati delle diverse regioni d’Italia e sottoposti al giudizio del pubblico.

Un viaggio in cui mente, occhi, mani, bocca e cuore si incontreranno per accogliere nuovi sapori e nel quale troveranno soddisfazione anche le orecchie con “Il gusto della musica”, esperienza multisensoriale di musica, elettronica e mapping 3D proposta dal progetto Multimedia Universal Orchestra con il quale l’associazione Tirovi Umoto Research coinvolge numerosi giovani musicisti italiani e stranieri che, uniti dalla comune passione per la ricerca e l’innovazione e coordinati dal maestro Vittorio Muò, abbineranno la loro arte alle nuove tecnologie, quali illuminotecnica, video e multimedia. I musicisti della Multimedia Universal Orchestra saranno inoltre protagonisti di converti aperitivo nella Chiesa di San Razzo e nel Cortile Osella di via Valobra.

I protagonisti principali della Fiera sono, come sempre, il Peperone, la Città di Carmagnola e il suo territorio.
Ci saranno 6 grandi aree enogastronomiche con somministrazioni di prodotti di alta qualità e 2500 posti a sedere, tra le quali la storica Piazza dei Sapori, ovvero Piazza Mazzini trasformata in un grande ristorante da un’idea geniale del compianto ristoratore Renato Dominici che, tra gli anni Novanta e i primi Duemila, la ideò per portare alla manifestazione, accanto al peperone, i migliori prodotti tipici del territorio torinese.
Il Peperone si potrà acquistare e gustare nelle sue cinque tipologie riconosciute dal consorzio dei produttori il quadrato, il trottola (a forma di cuore con punta leggermente estroflessa o con punta troncata), il lungo o corno di bue (cono molto allungato), il tumaticot (tondeggiante e schiacciato ai poli, come un pomodoro) e il quadrato allungato, le prime quattro autoctone mentre l’ultimo è un ibrido che ha una resa superiore in quanto più tollerante alle virosi.
I peperoni di Carmagnola vengono raccolti manualmente dalla fine di luglio rispettando un severo disciplinare di produzione e sono apprezzati in tutta Italia per caratteristiche uniche di qualità e genuinità che si prestano alle più svariate preparazioni.
Per tradizione, nella prima domenica della Fiera viene organizzato il Concorso Mostra/Mercato del Peperone riservato ai produttori locali con gli eccezionali vincitori che verranno battuti all’asta per beneficenza dal conduttore radiofonico e televisivo Tinto.
Il Villaggio del Peperone e del Territorio è una nuova iniziativa della 70^ Fiera dedicata all’agricoltura del territorio e ideata dalla giornalista Renata Cantamessa – volto del programma “Parola di Pollice Verde” di Rete4 – con il coinvolgimento di molte realtà del settore all’interno e all’esterno del Salone Agroalimentare di Piazza Italia.
Un progetto di “agricoltura da vivere a 360°”, promosso dal Consorzio del Peperone di Carmagnola in collaborazione con l’Amministrazione comunale e le rappresentanze agricole del territorio, con il coinvolgimento di Coldiretti Torino, Cia Torino, i Prodotti del Paniere della Città Metropolitana di Torino, S.O.M.S. Carmagnola, S.O.M.S. Stupinigi e altri importanti marchi dell’agroindustria piemontese.
Per tutta la durata della Fiera prenderà vita un autentico villaggio in cui i prodotti delle aziende agroalimentari coinvolte diventeranno inediti street-food agricoli, arricchiranno l’offerta del cibo da passeggio e il rapporto tra terra e tavola all’interno della manifestazione, partecipando anche a una competizione che premierà la migliore interpretazione di “cibo da strada di territorio” con l’utilizzo esclusivo di materia prima locale di qualità con una ricettazione sostenibile, creativa e take away.


Tutti gli eventi sono gratuiti, ad eccezione dei concerti del collaterale “Il Foro Festival”.

Chi organizza La 70^ Fiera Nazionale Del Peperone
La Fiera Nazionale del Peperone è organizzata dal Comune di Carmagnola in collaborazione con la Pro Loco.
La gestione organizzativa e la selezione degli espositori sono a cura dell’agenzia Totem di Chiavari (GE) che collabora per il sesto anno consecutivo al progetto di innovazione della storica manifestazione.

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO: Ufficio Manifestazioni del Comune – Tel. 011.9724222/270 – cell. 3343040338

Ti potrebbe interessare anche...