Crea sito

Val Casies (Bz): 35.a Gran Fondo Val Casies, 17/18 febbraio 2018

La 35.a Gran Fondo Val Casies si disputerà il 17 e 18 febbraio: il sabato tocca alla tecnica classica, la domenica alla tecnica libera, sempre lungo le tradizionali distanze di 30 o 42 km. Ma a chi non volesse avere l’assillo dello scorrere del tempo è riservata la divertente cornice della “Just for Fun”, e a proposito di divertimento, gli amici potranno percorrere la “TeamRun 90km”, effettuando 30 km ciascuno nella tecnica libera. Il percorso è prevalentemente pianeggiante; l’unico tratto in pendenza, verso Santa Maddalena, non supera i 200 metri di dislivello, ed è il punto dove solitamente si decide la vittoria. La Mini Val Casies, anch’essa “affollata” con i suoi 3 o 5 km, decreta invece il vincitore tra le nuove leve dello sci di fondo.

Per info: www.valcasies.com


UN MESE ALLA 35ᵃ GRAN FONDO VAL CASIES
TANTI CAMPIONI SFILATI SUL MANTO ALTOATESINO

Il 17 e 18 febbraio 35.a Gran Fondo Val Casies (BZ)
Fondo, location da scoprire e menù a cinque stelle
30 o 42 km in tecnica classica (sabato), 30 o 42 km in tecnica libera (domenica)
Iniziative di contorno fra musica dal vivo, sports party, “Prünstler” ed After Race

La Val Casies, in Alto Adige, è un gioiello innevato e tra un mese (17 e 18 febbraio) ospiterà la 35.a cavalcata sugli sci da fondo Gran Fondo Val Casies. Le temperature sono fredde ma la vallata altoatesina si distende in una conca ampia e soleggiata, per questo solitamente si corre irradiati da una splendida luce naturale fra boschi d’abeti ed imponenti cime, immersi nella natura incontaminata d’aria fresca e pura. Arrivando da Monguelfo si incontrano i pittoreschi paesi di Colle, la località più bassa, San Martino e Santa Maddalena, e proprio a San Martino si nota la statua in bronzo dello scultore Othmar Winkler in onore del padre cappuccino Joachim Haspinger, uno dei cardini della rivoluzione per l’indipendenza tirolese contro i bavaresi, mentre a Tesido si scorge la Chiesa romanico-gotica di San Giorgio, ad ergersi come una delle più antiche della Val Pusteria.

Territori tutti da scoprire fino quasi al confine austriaco, esaltati e messi in bella mostra dalla Gran Fondo Val Casies, un orgoglio per tutti gli abitanti della valle. In Val Casies anche tante curiosità dal punto di vista faunistico e cibi prelibati tutti da provare in occasione dei “menù a cinque stelle” della manifestazione.

Tanti, tantissimi gli amatori passati da qui, così come campioni ed ex campioni del fondo: Eugenia Bitchougova vanta dieci successi complessivi, Maria Canins nove, Bruno Debertolis cinque così come Antonella Confortola, fino ai tre di Marco Cattaneo, Alfred Runggaldier, Barbara Felderer, Carmen Griessmair, Lara Peyrot ed Alessandra Rigamonti, mentre con due ci sono anche Silvio Fauner, Roland Clara, Nathalie Santer, Stephanie Santer e Dietmar Noeckler, freschissimo di successo Team Sprint alla Coppa del Mondo di sci di fondo a Dresda (GER).

Il programma della prossima edizione sarà come sempre curioso ed allettante, con le quote di 53 euro per competere nei 30 o 42 km in tecnica classica (sabato), 54 euro per i 30 o 42 km in tecnica libera (domenica – Coppa Italia), 87 euro per entrambe e 43 euro per la sfida Just for Fun senza classifica, il tutto entro il 31 gennaio. Senza dimenticare gli amici o colleghi che grazie alla Team Run 90 km in skating potranno percorrere 30 km ciascuno, rientrando in classifica generale anche singolarmente, e generando una speciale classifica a squadre, ed i giovanissimi della Mini Val Casies, pronti a cimentarsi anch’essi con lo sci di fondo sabato 17 febbraio.

Menù a cinque stelle con i migliori chef della zona, musica dal vivo, sports party, “Prünstler” ed After Race coroneranno un’altra edizione e due magnifiche giornate di sport.

Info e iscrizioni: www.valcasies.com


GF VAL CASIES PARTE DELLA STORIA DEL FONDO
TANTE NOVITÀ E TEAM RUN APERTA A TUTTI

Gran Fondo Val Casies (BZ) il 17 e 18 febbraio 2018
14 tra campioni olimpici e campioni del mondo hanno baciato negli anni le nevi di Casies
Otto cannoni e tre gatti “garantiscono” lo sviluppo della manifestazione
Brochure ufficiale con tutte le “chicche” in uscita a giorni
Mentre la calura imperversa praticamente in ogni angolo dello stivale, in Val Casies (BZ) Walter Felderer e i suoi collaboratori pensano (come sempre) alla propria gara, mettendo a punto le strategie organizzative in vista della 35.a edizione della Gran Fondo Val Casies, prevista per il prossimo 17 e 18 febbraio.

Uno dei punti focali su cui si basa l’organizzazione sono le partnership: “I nostri partner hanno rinnovato gli accordi: per noi, tutti volontari, avere una sicurezza economica prima di partire con la manifestazione è importantissimo. Il nostro comitato a ferragosto aveva già concluso il 70% del lavoro di tutto l’evento”, sostiene un estatico Walter Felderer, presidente del C.O. altoatesino con una passione particolare per gli sci stretti. Un altro punto chiave della ski-marathon che ogni anno si disputa nella bella vallata di Casies è il fatto che essa non ha mai mancato un appuntamento: “In 34 anni – sottolinea Alfons Steiner, responsabile della comunicazione – non abbiamo mai cancellato un’edizione, la nostra gara è una sicurezza ed anche per questo in molti si iscrivono con grande anticipo”. D’altro canto le iscrizioni rispetto al medesimo periodo dell’annata passata registrano un 20% di partecipazioni in più, merito anche della diretta RAI che lo scorso febbraio fece schizzare alle stelle la “popolarità” della manifestazione, e della competenza e professionalità con cui viene seguita da tutti gli addetti ai lavori.

L’APT della Val Casies gestisce la pista di fondo, contando inoltre sul contributo dei comuni di Casies e Monguelfo-Tesido e dello stesso comitato organizzatore. Willy Stoll è presidente dell’APT nonché coordinatore generale della pista e, come tutti gli anni, l’idea è di iniziare a produrre neve dai primi giorni del mese di novembre, temperature permettendo. Almeno 20 km saranno successivamente pronti entro Sant’Ambrogio, una chicca per gli amanti dello sci di fondo, sportivi locali o turisti che siano. In vista della prossima edizione, inoltre, l’idea è quella di approntare con anticipo anche il tratto di pista di Santa Maddalena, in maniera tale da garantire in ogni caso lo svolgimento della Gran Fondo Val Casies anche in caso di carenza di precipitazioni. Da poco sono stati acquistati un nuovo cannone ed un nuovo gatto battipista, così ora la dotazione fissa è di otto cannoni e tre gatti, bottino assai considerevole per una pista di 42 km.

La 35.a sfida offre ampia scelta a tutti gli appassionati, a cominciare dalla Team Run 90 km non più riservata solo ai team aziendali, ma a tutti (novità assoluta), con 30 km per ciascun componente di ogni squadra nella gara skating di domenica. I tempi dei tre amici (previste anche squadre miste) verranno poi sommati con tanto di premiazioni a fine gara. Per il resto, format che vince da 35 anni non si cambia, con i consueti contest di 42 e 30 km, in tecnica classica sabato ed in tecnica libera domenica.

2.043 sportivi provenienti da 38 nazioni si sono dati battaglia in questo 2017 nella seconda ski-marathon più importante d’Italia, una prova che nel corso della sua storia ha richiamato all’ordine anche 14 tra campioni olimpici e campioni del mondo sia del fondo che del biathlon, celebrati a dovere nella brochure in uscita a giorni.

Ti potrebbe interessare anche...