Crea sito

Torino: “Emovere” quarto appuntamento di CIRCO IN PILLOLE, domenica 4 marzo 2018

“Emovere”
Quarto appuntamento di CIRCO IN PILLOLE
Stage intensivo di una settimana e direzione scenica a cura di Marianna De Sanctis

domenica 4 marzo 2018 –  ore 21:00
Spazio FLIC, via Niccolò Paganini 0/200, Torino  |  www.flicscuolacirco.it
Ingresso libero

“CIRCO IN PILLOLE” è la rassegna-tirocinio ideata 15 anni fa dalla FLIC Scuola di Circo di Torino per permettere ai suoi allievi di sviluppare ed allenare la relazione con il pubblico e con il palcoscenico.
Per ogni spettacolo gli allievi seguono uno stage intensivo di una settimana con un direttore scenico diverso, coadiuvato dal corpo docente della scuola.
La direzione di questo Circo in Pillole è di Marianna De Sanctis 
e tutto si svolge allo Spazio Flic, sala allenamento e sala teatrale ricavate all’interno di un ex hangar industriale nel quartiere Barriera di Milano

Domenica 4 marzo 2018 alle ore 21:00 nel rinnovato Spazio FLIC di via Niccolò Paganini 0/200 a Torino, va in scena “Emovere”, nuovo appuntamento di “Circo in Pillole”, la rassegna-tirocinio ideata 15 anni fa dalla FLIC Scuola di Circo per permettere agli allievi di mettere immediatamente in pratica e davanti a un vero pubblico il percorso formativo seguito nell’ultimo periodo.
Per ogni Circo in Pillole gli allievi seguono uno stage intensivo di una settimana con il regista prescelto che viene coadiuvato dal direttore artistico Francesco Sgrò e dai docenti Riccardo Massidda e Stevie Boyd.

La direzione scenica di questo quarto Circo in Pillole stagionale è affidata a MARIANNA DE SANCTIS, ex allieva della FLIC che in seguito ha frequentato la scuola di circo Le Lido a Tolosa, in Francia, dove ha potuto sviluppare una ricerca artistica con la sua disciplina alquanto classica, l’hula hop, e un carattere originale con diversi metodi di lavoro. Ha frequentato come studentessa e assistente lo stage di clown di Eric Blouet, portando una ventata di desacralizzazione al lavoro sempre più duro delle aspettative circensi. Ha lavorato molto in solo ed in seguito con una compagnia londinese di giocoleria i “Gandini”. Attualmente lavora da due anni con GOP Show Concept, in Germania

In  “Emovere” si vedrà  il risultato di un intensivo laboratorio di una settimana condotto da Marianna De Sanctis e diretto alla ricerca intorno a tutto ciò che un singolo essere umano può offrire per esprimere la sua arte.
Sarà il risultato di un lavoro sulla possibilità di superare i limiti della propria disciplina circense, inventando una tecnica solida e sorprendente. Un lavoro che cerca la risposta alla domanda: chi è l’artista circense? La risposta che ne scaturirà dovrà essere che l’artista circense è un artista  che può trasformare le parole in azioni ed esprimere i sentimenti con il circo.

Una settimana in cui i ragazzi saranno messi in difficoltà con la trasmissione di una grande mole di informazioni che potranno solo in minima parte mettere sulla scena di questo Circo in Pillole e che continueranno ad elaborare durante tutta la stagione formativa insieme ad altri qualificati docenti.

Visto il continuo aumento di qualità e preparazione degli allievi provenienti da tutto il mondo, in questa stagione la direzione ha scelto un maggior numero di registi di elevata esperienza in ambito internazionale tra i quali Roberto Magro, Florent Bergal, Piergiorgio Milano, François Juliot e la stessa Marianna De Sanctis.
Un nuovo sforzo organizzativo e un’ulteriore crescita nell’offerta formativa della FLIC che come sempre pone al centro dei propri obiettivi il continuo miglioramento della formazione professionale dei suoi allievi.

Come sempre, gli allievi partecipano a tutte le fasi di creazione del Circo in Pillole, aiutando lo staff tecnico ed acquisendo così altre competenze per ciò che riguarda l’allestimento scenografico e d il montaggio audio e luci.
I Circo in Pillole coinvolgono la maggior parte degli 83 allievi iscritti al 1° e al 2° anno del “Corso Professionale per l’Artista di Circo Contemporaneo”, al corso “Mise à Niveau” e al “Terzo anno”. Hanno età comprese tra i 18 e i 26 anni e oltre il 60% proviene dall’estero, di cui più della metà da paesi extra-europei. Oltre che da numerose regioni d’Italia, gli allievi provengono da Argentina, Belgio, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Francia, Germania, Inghilterra, Israele, Lituania, Messico, Paraguay, Polonia, Slovacchia, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA.

Ti potrebbe interessare anche...