Crea sito

Cervia (RA) – Dalla scuola al museo, giovedì 18 dicembre il Cippo di Montaletto trasloca al MUSA, Museo del Sale

Soprintendenza Archeologia dell’Emilia-Romagna, Comune di Cervia, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, gruppo BPER

L’ultimo viaggio del Cippo di Montaletto. È stato per anni nel giardino della scuola elementare, dal 18 dicembre trasloca al Museo del Sale di Cervia accompagnato da tutti i bambini

Giovedì 18 dicembre 2014
IL VIAGGIO DI MEDUSA DALLA SCUOLA AL MUSEO

ore 9.30 – Saluto dei bambini della Scuola elementare Michelangelo Buonarroti di Montaletto
ore 11 – Arrivo al MUSA, Museo del Sale di Cervia, Via Nazario Sauro n. 24

Ha accolto per anni i bambini della scuola elementare di Montaletto, a metà strada tra Cesenatico e Cervia, a pochi chilometri dal mare. Stava infisso all’ingresso del giardino, incurante del sole e del gelo, sorridendo enigmatico allo scorrere delle stagioni.

Ma quello che per tutti era il “Cippo di Montaletto” (in realtà un frammento angolare della trabeazione di un monumento d’epoca romana, quasi certamente funerario), i segni del tempo li mostrava eccome: quasi impossibile riconoscerne le decorazioni prima che il restauro eseguito da Antonella Pomicetti, restauratrice della Soprintendenza Archeologica dell’Emilia-Romagna, lo riportasse all’antico splendore.

Ora che il lavoro è terminato, sono proprio i bambini a scortare il cippo nella nuova e definitiva sistemazione ricavata all’interno della neonata sezione archeologica del MUSA, il Museo del Sale di Cervia
Il 18 dicembre, nello spazio lasciato libero dal reperto saranno inaugurati i pannelli didattici che ne narrano la storia e al termine della mattinata saranno gli scolari stessi ad accompagnare il cippo al MUSA.

I pannelli informativi, installati sia all’interno che all’esterno della scuola, sono stati realizzati con il sostegno della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, gruppo BPER.

Giovedì 18 dicembre 2014, dalle ore 9.30
IL VIAGGIO DI MEDUSA DALLA SCUOLA AL MUSEO

Alle ore 9.30  L’ultimo viaggio dell’amica Medusa Scuola elementare “Michelangelo Buonarroti” di Montaletto

Saluto dell’assessore Roberta Penso seguito da un incontro con la restauratrice Antonella Pomicetti e l’archeologa Giovanna Montevecchi sul cippo e sul restauro realizzato

Alle ore 11    Il Cippo di Montaletto arriva a MUSA
MUSA, Museo del Sale di Cervia, Via Nazario Sauro n. 24

Intervengono
Roberta Penso, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Cervia
Chiara Guarnieri, Archeologa della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna
Paola Falconi, dirigente dell’Istituto Comprensivo Cervia 2 e tutti gli alunni della scuola primaria “Michelangelo Buonarroti” di Montaletto

Rinvenuto anni fa nel territorio cervese, il frammento collocato nel giardino della scuola elementare “Michelangelo Buonarroti” di Montaletto è inquadrabile tra il I e la prima metà del II sec. d.C. anche se studi più approfonditi definiranno meglio la sua cronologia.

Doveva far parte di uno dei monumenti funerari che faceva bella mostra di sé lungo una delle strade romane di questa zona, un monumento piuttosto imponente e ornato con quei simboli apotropaici che avevano la funzione di proteggere la tomba e allontanare i demoni e gli spiriti negativi. Oltre a cani, leoni e sfingi, era spesso usata a questo scopo l’immagine della Gorgone, ed è proprio di questo mostruoso personaggio mitologico la raffigurazione riconoscibile nella testa femminile scolpita nella parte
anteriore del frammento di Montaletto mentre sul lato destro è visibile, seppur con qualche lacuna, l’immagine di un pennuto, quasi certamente un’aquila.

Esposto da tempo all’esterno della scuola, il frammento era completamente ricoperto da muschi, alghe e licheni, una condizione che, oltre a renderlo quasi illeggibile, ne avrebbe anche compromesso la futura conservazione. La Soprintendenza Archeologica dell’Emilia-Romagna ne ha quindi effettuato il restauro prima di restituirlo ai bambini e alla cittadinanza; ha però deciso di non ricollocarlo all’esterno della scuola ma di valorizzarlo in un luogo adeguato e protetto del territorio comunale cervese.

L’inaugurazione, nel maggio scorso, della nuova sezione archeologica all’interno di MUSA – Museo del Sale, a Cervia, ha offerto la soluzione più naturale.
Dal 18 dicembre il “cippo di Montaletto” sarà esposto nella sezione che conserva reperti archeologici provenienti dal territorio, fra cui l’ancora in ferro e il contenitore in rame provenienti da una imbarcazione di epoca altomedievale recuperata in una cava di Savio di Cervia, e un’ansa in bronzo di oinochoe, conformata a satiro, proveniente anch’essa dal territorio di Montaletto.

Ti potrebbe interessare anche...